Un Turismo diverso e immersivo: la proposta di Baradili

Un Turismo diverso e immersivo

Un Turismo diverso e immersivo: la proposta di Baradili

Mercoledì 13 luglio nel più piccolo paese dell’isola l’evento finale del progetto “377project”

Il racconto di tanti viaggi nei 377 comuni isolani: tesori da valorizzare

Piccoli, ma determinati.

In Marmilla non ci si arrende. Ma si è pronti a promuovere un turismo diverso, lontano dal mare e dalle coste, più esperienziale e alla scoperta di un territorio “dal di dentro”, assieme alla sua gente.

Messaggio che ribadirà Baradili, il Comune più piccolo della Sardegna, 75 abitanti, ospitando mercoledì 13 luglio l’incontro dibattito “377: esperienze a confronto”.

Un Turismo diverso e immersivo

advertisement

Un Turismo diverso e immersivo

Un convegno per fare il punto finale sull’esperienza di Sebastiano Dessanay, che ha fatto tappa in tutti e 377 i comuni isolani con la sua bici, componendo una piccola melodia per ogni paese e dando poi vita a un cd musicale e a un libro.

Un Turismo diverso e immersivo<Per noi è importante che Sebastiano abbia scelto di presentare la sua esperienza proprio a Baradili>, ha commentato la sindaca Marianna Camedda, <e che abbia individuato la nostra comunità come l’esempio di un Comune, che non si arrende allo spopolamento, ma anzi continua a mettere in campo una serie di progetti e iniziative, per il rilancio di tutto il territorio>. L’ha seguita il presidente del Consorzio Due Giare Lino Zedda: <Anche con queste esperienze si mettono in luce le potenzialità e i tesori della nostra Marmilla, terra di un turismo lento, dove il contatto con la natura, i centri storici, le popolazioni locali, rappresenta un’esperienza che ti arricchisce e che, in molti casi, sei motivato a ripetere>.

IN 377 COMUNI Tra il 2018 e il 2019 l’associazione “377” ha sostenuto il “377 project” del compositore e contrabbassista Sebastiano Dessanay, attualmente presidente della stessa associazione. In solitaria per 14 mesi Dessanay ha visitato i 377 comuni della Sardegna, uno al giorno, viaggiando esclusivamente in bicicletta. Fuori dalle rotte e dalle logiche del turismo contemporaneo, con un ukulele basso nel bagaglio essenziale, è stata l’occasione per raccontare la Sardegna in suoni, parole e immagini.

Il blog www.377project.com è stato e continua a essere seguito in tutto il mondo e ha superato al momento le 150 mila visite. Offre la possibilità di scoprire un’isola, il suo territorio, la sua gente e, agli stessi sardi, di conoscere meglio la propria terra e confrontarsi con i vicini più prossimi. Nell’aprile 2022 l’associazione 377 ha pubblicato il lavoro discografico dal titolo “377” con le musiche composte in viaggio da Dessanay e suonate con i musicisti Peter Waters, Roberto Migoni, Max De Aloe, Emanuele Contis, e con i brevi frammenti sonori di musiche tradizionali e musicisti incontrati in viaggio. A settembre 2022 verrà pubblicato per la prestigiosa casa editrice Touring Club Italiano il libro “377 project”, narrativa del viaggio paese per paese.

L’EVENTO Tutto questo e molto di più al centro dell’evento previsto mercoledì 13 luglio alle 18.30 nel parco comunale di Baradili dal titolo “”377: esperienze a confronto” e con sottotitolo “I 377 comuni sardi raccontati da chi li ha visitati”, incontro-dibattito organizzato dall’Associazione 377, in collaborazione col Comune di Baradili e col supporto delle associazioni Nino Carrus di Borore e Skizzo di San Gavino Monreale.

 

L’associazione 377 ha spiegato: <Chi ha avuto la possibilità di visitare i 377 comuni della Sardegna in maniera lenta, ha un prezioso bagaglio di informazioni ed un punto di osservazione privilegiato su quelli che possono essere punti di forza o criticità che caratterizzano diverse aree dell’isola. In questo incontro a Baradili, scelto simbolicamente perché il paese più piccolo della Sardegna, l’associazione 377 vuole riunire alcuni di questi osservatori per confrontare le singole esperienze: Luca Ledda (viaggiatore in bicicletta, Carbonia), Riccardo Mura (operatore culturale, Luogosanto), Livio Loi (Estate Ilbonese, Ilbono), Alberto e Paola Deiana (Associazione Elisa Deiana, Soleminis), Gianni Persico (pensionato fotografo, Iglesias), Gennaro Longobardi (Canale 15 Catalan TV – Per la strada)>.  Poi voce agli amministratori locali, Marianna Camedda (sindaca di Baradili), Manuela Pintus (sindaca di Arborea e membro Comitato Esecutivo Anci Sardegna), Maria Laura Orrù (consigliera Regionale e sindaca di Elmas), Emiliano Deiana (presidente di Anci Sardegna).

Un Turismo diverso e immersivo

Un Turismo diverso e immersivo

E ancora Fausto Mura (presidente Onorario Associazione Nino Carrus e Coordinatore Rete Associazioni/Comunità per lo sviluppo), Giuseppe Melis Giordano (docente Marketing del Turismo all’Università di Cagliari), Lino Zedda (presidente del Consorzio Due Giare), e Paolo Massenti (Presidente ASD Bike Tour 4 Mori, Guasila), che presenterà un nuovo progetto dedicato ai 377 comuni sardi.

NUOVE SINERGIE L’evento sarà coordinato dal presidente dell’associazione 377 Sebastiano Dessanay, che aprirà e chiuderà con due brevi interventi musicali e ha detto: <La Sardegna, soprattutto quella dell’interno delle comunità a rischio di estinzione, ha bisogno di nuove sinergie, di collaborazioni, di forti spinte sociali e culturali che vengano anche dal basso e non solo dalla politica, per restare al passo con i tempi e con il resto dei paesi europei.

Durante il mio 377project sono venuto a conoscenza di varie persone che per i più disparati motivi hanno visitato i 377 comuni sardi e a fine viaggio ho avuto il desiderio riunirli e far conoscere le loro storie>. La sindaca di Baradili ha chiuso: <Vorremo infatti che il confronto mercoledì fosse improntato su una tematica particolare e importante: le zone interne possono essere motore di un turismo diverso da quello costiero e di massa, un turismo più immersivo, più naturale e meno caotico. E ancora sull’impegno che le nostre comunità mettono in campo per offrire nuove possibilità al territorio della Marmilla>.