Il mercato immobiliare in Sardegna

Il mercato immobiliare in Sardegna - Registra un forte dinamismo che va oltre il lusso e il turismo.

Il mercato immobiliare in Sardegna
Sunset on Cagliari, evening panorama of the old city center in Sardinia Capital, view on The Old Cathedral and colored houses in traditional style, Italy

Il mercato immobiliare in Sardegna

Il mercato immobiliare in Sardegna – Registra un forte dinamismo che va oltre il lusso e il turismo.

Il mercato immobiliare in Sardegna – Cresce la domanda di stranieri che vorrebbero vivere nell’isola lavorando in smart working.

In Sardegna il mercato immobiliare è sempre più dinamico, confermando il trend positivo già iniziato nel 2021 con il record di compravendite residenziali, tornate ai livelli degli anni più floridi del real estate antecedenti il 2008.

Una crescita che, secondo i dati elaborati dal Centro Studi di RE/MAX Italia, è certamente trainata dagli immobili d’alta gamma, dove la Costa Smeralda conserva indiscussa il suo primato.

Nello scenario del real estate sardo la novità sono le compravendite residenziali per abitazioni da vivere tutto l’anno.

Grazie alle sue caratteristiche paesaggistiche, infatti, la Sardegna sta risultando fortemente attrattiva per investitori internazionali, provenienti soprattutto dal Nord Europa.

advertisement

Questi ultimi, in particolare, sono interessati a unità abitative in grado di ospitare uno o due nuclei familiari, da utilizzare non solo come casa vacanze per il periodo estivo, ma dove trascorrere fino a 6 mesi all’anno lavorando da remoto.

Come confermano i consulenti immobiliari del network di RE/MAX Italia attivi sul territorio, le tipologie di abitazioni più ricercate sono quindi villette, preferibilmente riqualificate e ristrutturate, con metrature che vanno dai 150 ai 300 mq e dotate di ampi spazi esterni, per budget che variano dai 250.000 euro ai 500.000 euro.

Nella scelta si predilige naturalmente la vicinanza alla costa per un raggio di almeno 30 km, ma non necessariamente nelle località più rinomate a livello turistico.

Gli acquirenti stranieri, infatti, cercano immobili in aree contraddistinte da caratteristiche paesaggistiche con un forte legame con la natura dell’isola.

Un fattore che sta determinando l’aumento della richiesta di immobili situati anche in piccoli borghi, caratterizzati da peculiarità quali artigianato locale e tipicità dei centri storici.

Tra le località più dinamiche, il Centro Studi di RE/MAX Italia segnala Castelsardo, a nord, celebre per la sua cattedrale a piccolo sul mare, e Carloforte, a sud, con le sue strade intricate e le case colorate di origine genovese.

In queste zone la tipologia di abitazione più ricercata, meglio se ristrutturata e dotata di spazi esterni abitabili, deve avere caratteristiche di panoramicità e rientrare mediamente in un budget di spesa che va dai 150.000 euro ai 250.000 euro a seconda della zona.

Oltre agli acquirenti interessati a trasferirsi in Sardegna per una parte dell’anno, secondo le analisi del Centro Studi di RE/MAX Italia, si sta registrando una crescita degli investimenti a scopo turistico in zone emergenti come le province di Cagliari e del Sud Sardegna, dove si osserva una forte rivalutazione rispetto agli anni precedenti.

In particolare, le località interessate sono Villasimius, Santa Margherita di Pula, Teulada, Sant’Antioco, Quartu Sant’Elena e Sernobì a sud.

A nord si segnalano Isola Rossa, Badesi e Costa Paradiso, cittadine prettamente turistiche dove è possibile acquistare immobili a prezzi più accessibili.

Come anticipato, si conferma effervescente il mercato del lusso, che si concentra principalmente nella parte nord orientale dell’isola, grazie a località rinomate come Porto Cervo, Porto Rotondo e Arzachena.

Qui, a fronte di un discreto rallentamento delle compravendite, si registra un sostanzioso aumento delle richieste di locazioni per il periodo estivo, con budget importanti per immobili esclusivi come le poche ville fronte mare dotate di tutti i più lussuosi comfort.

Per queste case top class i prezzi sono in costante aumento, continuando a rappresentare un record rispetto al mercato immobiliare italiano.

Articolo precedenteAOU Sassari – Terapie innovative
Articolo successivoArchiparty all’ExMa
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.