Domani 1 luglio, è il giorno di Wine Experience Oschiri 2022

AL VIA DOMANI, VENERDì 1 LUGLIO, LA QUARTA EDIZIONE DELL’EVENTO “WINE EXPERIENCE OSCHIRI 2022”.

Il 1° e 2 luglio Oschiri accoglie i nomi più importanti della viticoltura sarda e nazionale. 120 cantine e professionisti nazionali ed internazionali si incontrano per discutere le tendenze del settore. Da quest’anno, con gli eventi speciali, anche spazio alla creatività e al design.
Il 1 e 2 luglio il Teatro Comunale di Oschiri, borgo nel nord Sardegna tra Olbia e Sassari, ospita il Wine Experience Oschiri, evento in cui le principali cantine sarde e nazionali si confrontano con giornalisti ed esperti sulle ultime tendenze di mercato, le novità tecnologiche in cantina e per far conoscere al pubblico degli appassionati le proprie produzioni.
La novità dell’edizione 2022 è lo sguardo al design e all’arte come componente originale dell’universo del vino. Il territorio e le sue particolarità saranno cornice di numerosi appuntamenti culturali disseminati in diversi angoli del paese: artisti, designer e creativi racconteranno il vino attraverso le loro opere.
Al centro dell’evento, giunto alla sua quarta edizione, il convegno in programma venerdì 1° luglio dalle ore 10, in cui si farà il punto sullo stato attuale del mondo del vino. Il cambiamento climatico, la digitalizzazione in vigna e in cantina e le sfide per lo sviluppo delle imprese vitivinicole sono solo alcuni degli argomenti che produttori, operatori ed esperti del settore affronteranno durante la giornata.
Apriranno i lavori Tigellio Danese, Presidente di Wine Experience APS e Roberto Carta, Sindaco di Oschiri, mentre gli interventi saranno moderati da Giuseppe Carrus, giornalista e curatore della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso. La nuova formula dell’evento aperta anche a creatività e cultura si deve al contributo di Rosella Migliavacca, manager e giornalista.
Così Roberto Carta, Sindaco di Oschiri “In questa quarta edizione, il numero delle cantine raddoppia e non sono solo sarde. Abbiamo ospiti nazionali ed eventi collaterali tutti all’insegna dell’arte, della creatività e della dinamicità fortemente legata al territorio. C’è infatti una grande ricchezza in termini di proposta creativa nell’edizione di quest’anno: il vino è abbinato e accompagnato dall’arte, dal design, dalla bellezza.”
“Al centro della manifestazione c’è il vino, col suo valore economico, culturale, sociale, umano.” sottolinea il presidente dell’associazione Wine Experience Oschiri, Tigellio Danese “Si parlerà delle ultime tendenze di mercato, delle novità tecnologiche in cantina e in vigna”.
“Per quanto riguarda la lista dei partecipanti, non è una lista di cantine” continua Danese “piuttosto di territori, perché il compito che si è dato Wine Experience Oschiri è di rappresentarne il più possibile e, sempre in quest’ottica, abbiamo invitato cantine nazionali in rappresentanza di territori.”
Dopo la prima sessione di interventi, alle ore 13, nella piazzetta antistante il Teatro, ci sarà una pausa gourmet con la cucina di Ivan Bombieri, chef di origini venete.
A fine giornata, nella stessa sede nel cuore del borgo, in sale dedicate, si svolgeranno le degustazioni verticali, solo su prenotazione e con un massimo di 30 posti per ogni verticale.
La giornata si chiude con un wine party riservato a produttori, operatori, giornalisti e opinion leader.
Sabato 2 luglio, l’enologo Mourad Ouada guiderà una interessante degustazione alla cieca, riservata a un massimo di 40 persone: il tema è il vino Merlot di provenienza sarda, internazionale e nazionale, emblema dei territori di appartenenza.
Nel pomeriggio, infine, la piazza di Oschiri si trasformerà in una grande enoteca a cielo aperto: migliaia di persone, attese da tutta l’isola, potranno degustare i vini delle 120 cantine protagoniste del Wine Experience Oschiri.
Il vino oltre il vino, sarà la novità dell’edizione 2022: sei appuntamenti con artisti che esploreranno il mondo del vino attraverso le loro opere.
Introdurrà i lavori la performance Musica e parole con l’attore Stefano Cossu e l’arpista Giuliana Cadoni, seguita dal Live Murale delle artiste emergenti Fiore Cao e Paola Pinna, prima opera di un art district che si arricchirà edizione dopo edizione.
Botti d’Autore rappresenterà lo spazio degli “artisti che saranno”, i giovani allievi del liceo artistico di Olbia “Fabrizio de Andrè”.
L’esposizione Di Gemme e di Vino, curata dalla gemmologa Maura Danese e dal sommelier Andrea Balleri, accosterà come affinità elettive il vino, fatto di
colore ed emozioni, con le gemme preziose, in un intreccio originale di linguaggi ed esperienze.
“Vino fino in fondo” di Luigi Columbu sarà la mostra in anteprima della collezione realizzata dall’artista di Oliena con la tecnica Vinarelli, intingendo il pennello nel Cannonau, iconico vino sardo.
Infine “Charming Weaving”, una selezione di rara preziosità dei tappeti artistici MU di Mariantonia Urru: cuore e mente, tessitura artigianale, temi tradizionali e ricerca nell’opera di questa grande firma nel mondo del design.
Durante le due giornate i visitatori avranno l’occasione di conoscere meglio lo splendido territorio di Oschiri: sono previste visite organizzate all’area archeologica e nuragica del paese, al misterioso Altare Rupestre di Santo Stefano e alle sue chiese Nostra Signora di Castro, Nostra Signora di Otti e San Leonardo.

MUSICA E PAROLE

In apertura è prevista una breve performance di musica e lettura di poesie dedicate al vino. Nel led wall nel teatro verranno proiettate immagini del territorio, vigneti, la vendemmia, il lavoro nelle cantine, making of delle varie iniziative creative, novità dell’evento.
STEFANO COSSU Classe 1975, si è buttato nel teatro per passione a soli 17 anni e, da allora, non è più riuscito ad uscirne. Cultore del metodo Stanislavskij, ha studiato con Sante Maurizi e Coco Leonardi. Specializzato in commedie brillanti senza privarsi incursioni nel drammatico, ha collaborato come attore con i migliori nomi del panorama teatrale sardo. Ha diretto per oltre 12 anni l’Associazione Culturale Teatrale “Gabbia di Matti”, riempiendo teatri di provincia con commedie soprattutto di autori contemporanei inglesi e americani.
GIULIANA CADONI Laurea Magistrale in arpa al Conservatorio L. Canepa di Sassari con la votazione di 110 e lode.
Vincitrice del secondo premio del XI International Music Competition AMIGDALA – Edizione speciale online 2022
Tra i suoi concerti più importanti, sono da citare:
– Hospitalis Sancti Antoni, Oristano; arpa sola, brani del repertorio classico, celtico e barocco;
– Stazione ferroviaria, Nuoro; musica da camera, duo arpa e flauto.
– Teatro Verdi di Sassari; Orchestra Sinfonica del Conservatorio L. Canepa, solista.

LIVE MURALE

Due giovani artiste, Fiore Cao e Paola Pinna saranno presentate al pubblico prima di iniziare la loro live performance in cui dipingeranno un murale nel borgo di Oschiri. Il tema è «la cultura del vino», in particolare declinata sul tema donna posta al centro della loro interpretazione. La loro opera costituirà il primo nucleo del futuro art district del borgo.
FIORE CAO è nata in Sardegna a Cagliari. Si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti di Brera in scultura.
PAOLA PINNA con il suo lavoro, esplora il significato dell’essere umano al giorno d’oggi, concentrandosi su diversi aspetti della relazione tra uomo e tecnologia e mostrando particolare interesse per i nuovi modi di concepire la vita, la spiritualità, il metaverso e l’empowerment femminile nell’era del progresso tecnologico.

BOTTI D’AUTORE. GIOVANI ARTISTI PER LA CULTURA DEL VINO

In collaborazione con il Liceo Artistico Fabrizio De Andrè di Olbia, 54 studenti, dai 14 ai 18 anni, hanno sviluppato il tema della cultura del vino, dipingendo 20 botti donate dalle cantine. Ogni botte e’ firmata da uno o piu’ dei giovani artisti.
Al termine della mostra, le botti saranno esposte nelle show-room delle cantine da cui provengono, nel museo del Vino di Berchidda e in altre mostre temporanee.
La pittura stimola la riflessione collettiva, blocca per sempre in un’immagine il pensiero, e lo riconsegna al pubblico come domanda. 20 botti, 18 cantine, 1 museo, 1 evento: Wine Experience. 54 alunni e 20 progetti legati da un unico tema: il Vino.

DI GEMME E DI VINO

Nel teatro sede del convegno sara’ allestita una mostra in cui 3 bottiglie di vino scelte saranno abbinate ad altrettante gemme tra loro legate da “affinità elettive” per caratteristiche peculiari identificate dalla gemmologa Maura Danese e dal sommelier Andrea Balleri. Le didascalie spiegheranno ai visitatori le affinità vino/gemma attraverso i due linguaggi tecnici comparati.
MAURA DANESE Laureata con lode in Economia Manageriale, ha successivamente ottenuto un Graduate Gemologist G.I.A. presso il Gemological Institute of America di Firenze.
ANDREA BALLERI È stato Miglior Sommelier d’Italia nel 2013 e finalista per Miglior Sommelier del Mondo WSA.

VINO FINO IN FONDO: MOSTRA DEL PITTORE LUIGI COLUMBU

Esposizione in anteprima della collezione di 18 opere del pittore Luigi Columbu di Oliena ispirate in chiave originale al mondo del vino e, in particolare, al Cannonau.
Il suo lavoro al Wine Experience si intitola “Vino fino in fondo” ed è eseguito con la tecnica dei vinarelli.
“L’idea di prestare la mia mano, e quel che produce, al mondo del vino, patrimonio del mio paese e dell’intera isola, mi ha sempre appassionato. Il primo lavoro sul tema risale al 2008, quando realizzai un intero presepio utilizzando bottiglie di vino riciclate dipinte con lo smalto, raffiguranti, oltre alla sacra famiglia, scene iconiche del popolo sardo e del nostro costume, scorci di paese e decorazioni ispirate dall’artigianato sardo.
Nel 2017, è nato in me il desiderio di creare nuove opere, utilizzando esclusivamente il vino come materia prima: ho pensato in particolare a quei vini, di annate eccellenti, che oltre ad essere degustati, meritavano di essere ricordati diventando arte visiva.”

CHARMING WEAVING

In collaborazione con l’azienda MU la location dell’evento sarà valorizzata dall’esposizione di una collezione di tappeti di eccellenza, firmati da Mariantonia Urru, frutto della collaborazione con artisti, designer e architetti di fama internazionale.
Mariantonia Urru dà alla tessitura molteplici significati: legare passato e presente, innovazione e tradizione, intesa come tradizione del fare. Guarda al futuro, mantenendo una qualità di prodotto e di artigianato che appartiene al passato e che costituisce un grande patrimonio dal valore tecnico e culturale.
Ha aperto le porte alla collaborazione con designer internazionali, affiancandoli nella ricerca di soluzioni tecniche e sostenendone i diversi risultati formali. Mariantonia Urru intende promuovere il territorio facendo della condivisione delle conoscenze e della comunicazione la base del proprio percorso innovativo.

Programma

VENERDÌ 1 LUGLIO
ore 9:30 | Accredito
ore 10:00 | Teatro Comunale di Oschiri (SS). Inaugurazione della quarta edizione Wine Experience Oschiri 2022. La manifestazione è dedicata al pubblico dei protagonisti del mondo vinicolo sardo e nazionale.
[ Performance Musica e Parole ]
 
[ Presentazione artisti Botti d’Autore, Di Gemme e di Vino, MU Charming Weaving, Vino fino in fondo e Live Murale ]
ore 10:20 | Tigellio Danese, Presidente Wine Experience APS
ore 10:25 | Roberto Carta, Sindaco di Oschiri
ore 10:30 | Apertura lavori congressuali con intervento del moderatore Giuseppe Carrus, maître-sommelier, giornalista del Gambero Rosso e curatore Guida ai Vini d’Italia
ore 10:40 | Giovanni Bigot, Dottore Agronomo, creatore app 4Grapes “L’uomo al centro del vigneto per affrontare i cambiamenti.”
ore 11:00 | Mourad Ouada, Enologo “Il cambiamento climatico ha avuto influenza sulle caratteristiche dei vini, sui gusti e sui giudizi dei consumatori?”
ore 11:25 | Rosanna Zari, Dottore Agronomo, Accademico dei Fisiocritici e Georgofili, componente Comitato Nazionale Vino DOP e IGP, componente CdA Universita’ di Siena “Vitigni resistenti per una viticoltura sostenibile.”
ore 11:40 | Marcello Onorato, Dottore Agronomo, già direttore generale Agenzia Regionale Laore e Agenzia Regionale Argea “L’esperienza dell’Agenzia Laore in viticoltura.”
ore 11:55 | Mariano Murru, Enologo, Presidente regionale Assoenologi, “La Sardegna autoctona, la riscoperta del nostro patrimonio-1”
ore 12:10 | Andrea Pala, Enologo e “Miglior Giovane Enologo 2021” “La Sardegna autoctona, la riscoperta del nostro patrimonio-2”
ore 12:25 | Gian Matteo Baldi, Ceo Stella Wines “Fare impresa con un punto di vista diverso.”
ore 12:35 | Elisabetta Pala, Delegata Associazione Donne del Vino Sardegna. Denise Dessena, Vice Delegata Associazione Donne del Vino Sardegna “Donne, vino e futuro.”
ore 12:40 | Domande e chiusura sessione mattina
ore 13:00 | Premio Franz Haas
ore 13:15 | Nella piazzetta antistante il Teatro ci sarà una pausa di qualità, grazie alla proposta dello chef Ivan Bombieri che si prenderà cura degli ospiti con la freschezza e l’originalità della sua cucina d’autore.
ore 15:30 | Apertura sessione pomeridiana
ore 15:35 | Raimondo Mandis. Coordinatore Slow Food Sardegna “Terra, Terroir e Territorio unione vincente grazie ai vini.”
ore 15:40 | Sabrina Diamanti, Dottore Forestale, Presidente CONAF (Consiglio Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali) “I paesaggi viticoli tra tradizione, eroismo e storia.”
ore 15:55 | Alessandro Brizi, Direttore responsabile della rivista Vino e Arte che passione Magazine; Direttore responsabile della rivista di enogastronomia Facile con Gusto; Caporedattore della rivista L’Assaggiatore, organo ufficiale dell’ONAV “La protoviticoltura in Sardegna quale centro secondario di domesticazione della vite nel Mediterraneo.”
ore 16:15 | Andrea Balleri, Sommelier. Brand Ambassador Contini “Vernaccia, la sfida per il futuro.”
ore 16:30 | Francesco Monchiero, Presidente Consorzio Tutela Roero e titolare Cantina Monchiero-Carbone “L’importanza dei consorzi di tutela e lo sviluppo del territorio tramite i loro vini.”
ore 16:50 | Antonio Rossi, Servizio Giuridico di Unione Italiana Vini e docente di Legislazione vitivinicola. “Realtà e futuro dei vini DOP e IGP della Sardegna.”
ore 17:15 | Daniela Pinna, Presidente Consorzio Tutela del Vermentino di Gallura D.O.C.G. e titolare Tenute Olbios “Vermentino di Gallura D.O.C.G. brand territoriale, occasione per far conoscere e valorizzare un territorio e favorirne lo sviluppo.”
ore 17:30 | Gruppo Saida “Il futuro sostenibile prende forma.”
ore 17:45 | Vasco Ciuti, Consigliere nazionale ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori del Vino) “Il suolo fonte di vita.”
ore 18:00 | Claudio Carretta, Amministratore delegato Gruppo Sumitono Chemical Italia “La ricerca chimica per uno sviluppo sostenibile.”
ore 18:15 | domande e conclusione. Giuseppe Carrus
ore 18:30 | chiusura convegno Tigellio Danese, presidente WEO
ore 19:15 | Il borgo di Oschiri ospita anche, in sale dedicate, le degustazioni verticali: sei diversi percorsi guidati da prestigiose cantine ( su prenotazione e con 30 posti disponibili ogni verticale).
Chiude la giornata, presso la corte del teatro, il Wine Party riservato a produttori, operatori e opinion leader del mercato del vino sardo, insieme alle istituzioni e agli appassionati di enologia.
SABATO 2 LUGLIO
ore 12:00 | negli spazi appositamente allestiti all’interno della sede dell’evento, l’enologo Mourad Ouada guiderà una esclusiva “degustazione alla cieca” con Merlot di provenienza internazionale e nazionale, emblema dei territori di appartenenza. Posti disponibili su prenotazione e per un massimo di 40 persone.
ore 18:00 | inizierà la grande festa nella piazza e nelle vie del borgo, oltre cento top cantine – alcune scelte nel territorio che ospita l’evento, altre rappresentative dell’enologia sarda e italiana – che porteranno al pubblico le loro migliori proposte. Si potranno assaggiare tipicità gastronomiche di varie aziende locali nelle varie isole food come: le panadas di Oschiri, i formaggi e i salumi.