Cagliari – Prosegue la poesia!

Cagliari - Prosegue la poesia! - Prosegue a Cagliari nel segno della poesia e della musica la stagione estiva de Il crogiuolo Il giardino dei gelsi. Domani, venerdì 24 giugno, alle 20.30 a Casa Saddi (in via Toti 24 a Pirri), riflettori puntati su Cristiana Cocco e Giuseppe Boy con Bojcoesia, spettacolo composto per intero da loro poesie, che in scena prendono una forma più ampia di quella scritta per diventare immagini teatrali a tutto tondo.

Cagliari - Prosegue la poesia!

Cagliari – Prosegue la poesia!

Cagliari – Prosegue la poesia! – Prosegue a Cagliari nel segno della poesia e della musica la stagione estiva de Il crogiuolo Il giardino dei gelsi. Domani, venerdì 24 giugno, alle 20.30 a Casa Saddi (in via Toti 24 a Pirri), riflettori puntati su Cristiana Cocco e Giuseppe Boy con Bojcoesia, spettacolo composto per intero da loro poesie, che in scena prendono una forma più ampia di quella scritta per diventare immagini teatrali a tutto tondo.

Cagliari – Prosegue la poesia! – La forza delle poesie è alternata a quella delle canzoni suonate con la chitarra da Giuseppe Boy e cantate da Cristiana Cocco.

I due attori-poeti condividono uno spazio scenico diviso in due, separato a metà da un’invisibile barriera che relega ognuno dei due nel suo piccolo mondo domestico, nella propria solitudine.

I poeti, però, conoscono da tutta la vita quella condizione di isolamento, che tutti noi abbiamo scoperto nel periodo del lockdown, vivendola come condizione necessaria per la loro stessa esistenza.

advertisement

“Per essere poeti bisogna avere molto tempo, ore e ore di solitudine sono il solo modo perché si formi qualcosa che è forza, abbandono, vizio, libertà per dare stile al caos”.

Così recitano i versi della poesia di Pierpaolo Pasolini “Al principe”, che ha ispirato non solo una delle poesie che lo compongono, ma che può essere considerata come principio ispiratore dell’intero spettacolo.

I due attori-poeti, legati l’uno all’altra dall’invisibile filo attraverso cui corrono le emozioni e i pensieri, offrono al pubblico l’intera gamma della loro forza, del loro abbandono, dei loro vizi, della loro libertà così come le hanno vissute nella loro quotidianità solitaria per condurre gli animi degli spettatori verso il riconoscimento della forza creativa e persino catartica della solitudine.

L’ingresso allo spettacolo è di 10 euro. Info e prenotazioni 334 882 1892.

Articolo precedenteGallura – Li Gioi (M5S)
Articolo successivoEstate fa rima con zanzare, oltre 70 specie in Italia
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.