Ritorna al Comunale la grande classica

Ritorna sul palco l'Orchestra Sinfonica del Conservatorio direttore Andrea Raffanini.

Ritorna

Ritorna al Comunale la grande classica

Ritorna sul palco l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio direttore Andrea Raffanini.

Il tradizionale concerto di fine maggio ritorna al Teatro Comunale venerdì 27 alle 20,30.

L’appuntamento con la grande classica avrà come protagonista anche in questa edizione l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Canepa diretta da Andrea Raffanini.

Composta da una compagine di circa sessanta elementi l’orchestra è formata da studenti, ex studenti e docenti del Conservatorio ed è una delle poche realtà artistiche del territorio che in diversi momenti dell’anno regala alla città concerti sinfonici e sinfonico-corali.

advertisement

Ad aprire l’attesa serata, dopo i saluti del presidente del conservatorio Ivano Iai al pubblico e alle istituzioni sarà il concerto n. 1 op. 26 in sol minore per violino e orchestra di Max Bruch.

Come ormai tradizione il concerto di maggio vedrà la partecipazione di un giovane allievo del Canepa.

Il violino solista del concerto di Bruch sarà Antonio Molle della classe del maestro Guglielmo De Stasio.

Lo studente è vincitore della selezione che ogni anno il conservatorio bandisce per individuare i solisti che parteciperanno al concerto di maggio.

“Il concerto di Bruch è un’opera imperniata su una fluente discorsività melodica – dice il direttore del conservatorio Mariano Meloni – dove il solista si cimenta in passi eminentemente cantabili alternati a quelli elegantemente virtuosistici.

Nei tre movimenti e in particolare nel terzo il solista ha modo di mettere in mostra le proprie qualità di suono, di tecnica dell’arco e di agilità”.

La serata proseguirà con L’Ouverture “Le Ebridi” op. 26 in si minore nota anche come “La grotta di Fingal” di Felix Mendelsshon Bartholdy.

L’opera fu composta nel 1826 dopo un viaggio in Scozia durante il quale l’autore aveva visitato una grotta di colonne basaltiche e stalattiti.

Mendelssohn, all’epoca ventenne, ne fu talmente colpito da fissare subito l’atmosfera vissuta in un tema che sviluppò in questo brano.

“Le Ebridi” è una delle più significative composizioni del romanticismo tedesco.

A chiudere il programma sarà la sinfonia n. 8 in si minore “Incompiuta” Franz Schubert scritta nel 1822.

La partitura di quest’opera fu ritrovata solo 37 anni dopo la morte del compositore e divenne ben presto la sua composizione più popolare e più eseguita.

L’orchestra del Conservatorio che quest’anno festeggia i 20 anni di attività è stata diretta da prestigiosi direttori come: Umberto Benedetti Michelangeli, Massimo Pradella, Pietro Borgonovo, Augusto Vismara, Ernesto Gordini, Michele Nitti.

Il suo vasto repertorio spazia dalla musica barocca al novecento.

Alla guida dell’ensemble da 8 anni è il maestro Andrea Raffanini, docente di esercitazioni orchestrali del Canepa, dirige nel repertorio operistico, sinfonico e da camera, numerose orchestre in diversi importanti teatri internazionali.

Articolo precedente“Il Maggio dei libri” in Marmilla
Articolo successivoS.O.N.O. – Satellite Opere Nell’Opera
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore, poeta e giornalista. Si è diplomato nel 2022 presso l'Accademia d'arte di Cagliari. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, nel quale è socio Senior, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online. Nell'Ottobre 2022 esce il suo terzo cortometraggio: "The Overseers". A Febbraio 2023 uscirà il suo prossimo libro: "Il multiverso negli occhi".