Positiva al Covid in fin di vita rifiutato il ricovero

Positiva al Covid - La denuncia di Desirè Manca (M5S) "fatto gravissimo accaduto ieri"!

Positiva al Covid in fin di vita rifiutato il ricovero

Positiva al Covid – La denuncia di Desirè Manca (M5S) “fatto gravissimo accaduto ieri”!

“L’episodio è di una gravità inaudita: il centro trapianti regionale presso l’Ospedale Brotzu di Cagliari ha rifiutato di ricoverare una paziente malata di covid con gravissimi problemi cardiaci dovuti al virus, che, con grande probabilità potrebbe aver bisogno di un trapianto di cuore urgente.

Dopo essere stata rifiutata dall’ospedale Brotzu di Cagliari, poiché positiva al Covid, la donna, una 42enne dell’Ogliastra, ha dovuto attraversare mezza Sardegna prima di essere ricoverata a Sassari: prima in ambulanza da Lanusei a Tortolì, poi in elicottero fino ad Alghero e infine in ambulanza fino all’ospedale sassarese”.

“È un episodio gravissimo quello accaduto ieri – fa sapere Desirè Manca – il centro trapianti regionale ha rifiutato il ricovero alla paziente con la motivazione di non poter prendere in carico pazienti Covid in quanto non si tratta di un Covid hospital. Così, i medici sassaresi, hanno fatto il possibile per stabilizzarla e tenerla in reparto dove attualmente sta lottando contro il virus che ha intaccato il suo cuore”.

advertisement

“Ma se oggi la paziente dovesse aggravarsi improvvisamente potrebbe rischiare di non riuscire ad affrontare il viaggio in elicottero per raggiungere l’ospedale Brotzu”.

“Questo fatto gravissimo – sottolinea la consigliera regionale del M5s Desirè Manca – è chiara dimostrazione dello stato in cui versa la sanità nella nostra regione, dove il sistema non funziona neanche davanti al rischio che una persona possa perdere la vita: la paziente è stata rifiutata dal centro trapianti della Sardegna”.

“Lo scorso 14 novembre – ricorda Desirè Manca – in occasione del convegno “La donazione degli organi e il follow up dei trapiantati del Nord Sardegna”, si sottolineava il fatto che oltre il 50 per cento delle donazioni in Sardegna provenissero da Sassari.

Purtroppo, l’efficienza della sanità non va di pari passo alla sensibilità di cittadini, e se in Sardegna ci si ammala, bisogna sperare nel soccorso di altre regioni d’Italia”.

Articolo precedenteLoiri – Nuove luci led 
Articolo successivoDistretto del Turismo Naturista della Sardegna
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.