OICE: All Energy 2022 (Glasgow 11-12 maggio 2022)

OICE: All Energy 2022

OICE: All Energy 2022 (Glasgow 11 – 12 maggio 2022)

Si è aperta al pubblico ieri la manifestazione fieristica All-Energy 2022 in cui ICE-Agenzia è presente con OICE, confindustriale delle società di ingegneria, architettura e consulenza, con una delegazione di 11 aziende italiane composta da:

3TI Progetti, A.T. Advanced Technologies, Artelia Italia, ETC Engineering, Incico, Opera Engineering, Proger, Rina Consulting, Seingim, T.EN Italy Solutions e VDP.

All Energy è il più grande evento d’Europa sul tema della transizione energetica e della decarbonizzazione.

advertisement

La fiera è alla sua 21esima edizione e questa è la prima post-covid ma soprattutto post COP 26 (la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi proprio a Glasgow dal 31 Ottobre al 12 Novembre 2021).

OICE ed ICE-Agenzia hanno organizzato una conferenza dal titolo “Decarbonisation solutions for transport infrastructure: Italian know-how and expertise” che si è tenuto oggi stesso presso la Sala Congressi della fiera.

Il Console ad Edimburgo, Fabio Monaco, aprendo l’evento ha sottolineato l’importanza di un’attività promozionale di sistema pubblico/privata su un tema particolarmente avanzato e sviluppato nel mercato UK.

Il Direttore dell’ICE Giovanni Sacchi ha affermato che il 2022 è un anno decisivo:

dopo la COP 26, il Regno Unito ha l’opportunità di promuovere la sua nuova missione a livello internazionale, spingendo le aziende, e soprattutto i Governi, a unirsi e acquisire nuovi e più ambiziosi obiettivi nella lotta ai cambiamenti climatici.

Roberto Carpaneto, Vicepresidente OICE per l’Internazionalizzazione, ha detto:

“l’interesse per le attività, i progetti e le capacità delle nostre aziende nel settore delle nuove energie e della decarbonizzazione applicate allo sviluppo industriale e alle infrastrutture dimostra quanto sia importante il ruolo dell’Italia in questo mercato.

Grazie alla collaborazione con Farnesina ed ICE, per la prima volta l’Italia con l’OICE interviene in una vetrina internazionale di primissimo livello come la All Energy di Glasgow”.

Il Sottosegretario Di Stefano intervenendo alla conferenza ha dichiarato come la questione energetica sia un tema di interesse internazionale e lo sviluppo delle rinnovabili un punto prioritario nell’agenda politica del Governo.

L’Italia è il sesto Paese per export di energia rinnovabile ed al secondo posto su scala mondiale per export di prodotti green.

L’esposizione ICE OICE alla All Energy rappresenta per il Paese una preziosissima occasione di confronto internazionale.

Ospite della Conferenza anche il Sindaco di Genova, Marco Bucci, che ha illustrato il programma di trasformazione della mobilità e l’incisiva decarbonizzazione legata al porto e alla mobilità urbana della città ligure.

Quanto al mercato UK, nucleare, idrogeno ed eolico rientrano nella miscela che il Regno Unito vuole impiegare per alimentare i programmi di rilancio economico post pandemia e post Brexit, in quella che viene denominata la “next production revolution” globale (verde e digitale).

Alla luce dell’aumento dei prezzi globali dell’energia, provocato dall’aumento della domanda dopo la pandemia e dall’invasione russa dell’Ucraina, il Primo Ministro ha annunciato ad Aprile 2022 la “British Energy Security Strategy” (BESS).

La BESS dischiude interessanti potenziali opportunità anche per le imprese italiane, sulla scia di quanto già stanno facendo alcune grandi aziende in questo mercato, come ENI, Falck Renewables e Saipem.

Da questo punto di vista, la partnership con UK nella COP 26 potrebbe offrire una preziosa piattaforma per far crescere tali iniziative e aprire la strada a nuovi ingressi.