Lu Carrasciali Timpiesu: ironia e satira nella sfilata mascherata 2022

Via all'edizione 2022 del Carrasciali Timpiesu, il tipico Carnevale di Tempio Pausania, in cui quest'anno sfilano ben cinque carri tra gruppi e tante maschere.

Carrasciali Timpiesu

Graziata dal sole, è partita a Tempio Pausania la prima sfilata ufficiale del Carrasciali Timpiesu 2022.

“Giù la maschera”, questo è il tema allegorico dell’edizione 2022 del noto Carnevale Tempiese che ha visto sfilare i cinque carri a concorso, i gruppi e le tante maschere estemporanee.

La giuria ha visionato la sfilata esprimendo in gran segreto il proprio voto in attesa del gran finale del Carrasciali Timpiesu, sabato 14 maggio.

Un corteo ricco e colorato, con figuranti di tutte le età, ha saputo rendere onore al matrimonio fra Re Giorgio e la sua Mannena, visibilmente in dolce attesa.

Sul palco centrale un fantastico show ha saputo dettare i tempi di tutto il pomeriggio. Alessandro Achenza, direttore artistico, conduttore, attore e per l’occasione anche ballerino, ha aperto la prima edizione post Covid del Carnevale. Satira, ironia e buongusto: queste le parole chiave della giornata.

advertisement

Il sindaco di Tempio, Gianni Addis, ha ringraziato il pubblico, sia quello presente sia quello in diretta televisiva e web. Addis ha dimostrato grande divertimento e ironia nel seguire le scene di satira pungente che hanno visto il suo alter ego protagonista sul palco. 

Le Carrascialine, ovvero il corpo di ballo diretto da Korin Podesva, formato da Luana Avellino, Gianna Franchi, Silvia Mele e Michela Putzolu, hanno dato forza alle parole e alla bravura di Fausto Pischedda, ironico sosia ufficiale del primo cittadino tempiese.

I due protagonisti di questo Carrasciali Timpiesu, Re Giorgio e Mannena, hanno assistito alla proiezione del video realizzato lo scorso marzo, durante la celebrazione del matrimonio reale. Un video capace di mostrare il lato romantico dei due sposi. Il corteo ha visto la presenza della Corte del Re e della Regina, ossia spose e sposi che hanno danzato con le coreografie di Podesva. I ballerini hanno indossato abiti di raffinata fattura, per festeggiare gli sposi sulle note della canzone di questa edizione, proposta da Susanna Fanti. Quest’ultima è interprete della colonna sonora del Carnevale per il terzo anno, per la quale ha collaborato insieme a Cecilia Fenu. Entrambe hanno indossato una spettacolare versione 3.0 dello storico Domino tempiese.

La Corte del Re, che ha accompagnato i sovrani, per la prima volta ha visto protagonisti anche i musicisti della Banda di Tempio, che hanno danzato leggiadri.

Giovedì 12 Maggio

Il prossimo appuntamento è per giovedì 12 maggio alle ore 16.00, quando a fare da protagonisti saranno i bambini con la sfilata dedicata all’antica tradizione ” A fora Friaggju… e puru Maggju”. Scolari delle scuole materne, elementari e medie che, seguiti dalle insegnanti e con le coreografie di Podesva e Daniela Tamponi, racconteranno il carnevale. I piccoli saranno accompagnati da Re Giorgio, Mannena e dalle Majorettes Noise.

Venerdì 13 Maggio

Venerdì 13 Maggio, invece, l’appuntamento è al Teatro del Carmine per lo spettacolo “Coriandoli Svizzeri “, di e con Roberto Acciaro. Un live che racconta la bellezza dei testi delle canzoni tipiche del Carrasciali Timpiesu e che, attraverso ricordi e aneddoti, ne ripercorre le tappe. Lo spettacolo prevede la presenza di Alessandro Achenza e Fausto Pischedda, artefici d’indimenticabili momenti di spettacolo. Partecipa anche Podesva che cura le coreografie e danza con Gianna Franchi e Michela Putzolu.

Inoltre, fino al 14 Maggio è possibile visitare anche il Museo del Carnevale presso lo Spazio Faber in Piazza Mercato, nel cuore della città di pietra.

All’opera durante questa originale settimana carnevalesca  anche i ragazzi delle Classi 1977 e la “73”,  impegnati sia nella gestione delle tribune centrali sia nella preparazione di panini e frittelle. 

Gloria Cadeddu