“La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi”, in scena a Cagliari

Via libera al progetto da due milioni per la riqualificazione della rete idrica del comune di Selargius-

la grande guerra degli orsetti gommosi

A Cagliari va in scena “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi”.

Tragedia epica da tavolo per adulti a cura della Compagnia Batisfera. Gli attori Valentina Fadda e Leonardo Tomasi. La regia e drammaturgia di Angelo Trofa, le musiche di Chiara Effe e la voce fuori campo dell’attore Tino Petilli.

Uno spettacolo teatrale che si realizza su un tavolo. Diviene il campo di battaglia di un piccolo colossal nel quale ogni aspetto è minuziosamente studiato. Si compirà il destino di un popolo. La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi è una metafora della storia contemporanea.

advertisement

 L’opera debutta finalmente a Cagliari, dopo l’esordio nel 2019 al Festival Strabismi di Cannara che da subito ha raccolto una straordinaria accoglienza”, racconta Angelo Trofa, direttore della Compagnia Batisfera.

Sembrava impossibile e utopica l’impresa di trasformare delle semplici caramelle in eroi tragici, ma per noi era importante che in scena ci fossero proprio loro.”

Nei giorni della rappresentazione, i partecipanti saranno accolti da uno speciale allestimento ideato da Filippo Grandulli con le grafiche di Daniele Coppi.

Nei giorni di spettacolo sarà presentato, inoltre, il libro “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi” edito da Hortus Libri nella collana Parole Mai Scritte. Il trailer dello spettacolo è a cura di Leonardo Tomasi. Mentre le foto sono a cura di Sabrina Murru, le elaborazioni audio di Quarantacinque Audiolibri e Doppiaggio, gli elementi illuminotecnici di Luca Carta.

Il costo del biglietto è di 12 euro.

Leggi anche: La grande guerra degli Orsetti Gommosi, un bizzarro spettacolo da tavolo

L’opera 

Racconta la storia degli Orsetti Gommosi, la cui nazione racconta una guerra senza speranza contro la confinante nazione dei Dinosauri.

I protagonisti, nello spazio limitato del piano del tavolo, assumono la proporzione adatta alla loro storia tragica. Si tratta di un lavoro teatrale bizzarro ed audace. L’obiettivo della messa in scena è costruire la mitologia di un prodotto industriale.

Il tema di questo lavoro teatrale è l’indagine sull’elemento incomprensibile dell’animo umano, quello che spinge alle azioni a dispetto del buon senso.