Il Crogiuolo presenta 9 spettacoli per “Il Giardino dei Gelsi”

Ai blocchi di partenza a Cagliari Il giardino dei gelsiVenerdì 27 maggio il cortile fiorito di  Casa Saddi (in via Enrico Toti 24, a Pirri) torna ad ospitare la rassegna di teatro, poesia e musica de Il crogiuolo, con la direzione artistica di Rita Atzeri: nove spettacoli in scena nell’antica casa campidanese fino al 12 agosto.

Il via cartellone di appuntamenti, venerdì 27 maggio alle 20.30, è con Thalassaki, della compagnia Cajka. Lo spettacolo è diretto da Francesco Origo, regista, attore e direttore artistico genovese, al centro della scena del teatro italiano con oltre quarant’anni di carriera, scomparso lo scorso 11 aprile nella sua Sardegna, dove ha vissuto dalla metà degli anni ’90 ed è stato maestro di teatro per generazioni di attori. In scena l’attore Daniel Dwerryhouse accompagna un gruppo di spettatori in un affascinante viaggio letterario in cui svela il diario segreto di una donna unica e leggendaria: Eva. Lo spettacolo è liberamente tratto da “Il diario di Eva” dove il più dissacrante e anticonformista fra gli autori americani, Mark Twain, disegna una storia d’amore umana e divina, la prima storia d’amore, una storia che si svolge nel paradiso terrestre, ma che trascura completamente l’aspetto religioso per scrutare quello umano.

L’indomani, sabato 28, e domenica 29 maggio, alle 20.30, riflettori puntati su Rita Atzeri, interprete di Cassandra VentiVenti, accompagnata da Antonio Pinna alle percussioni. Il nuovo spettacolo prodotto da Il Crogiuolo in collaborazione con la compagnia Botti du schoggiu, è scritto e diretto da Susanna Mannelli su ispirazione al romanzo “Cassandra” di Christa Wolf: un monologo per un’attrice e partitura sonora, che si apre su una donna  addormentata dentro  una gabbia. La donna si sveglia in uno stato di profonda amnesia, non ricorda chi è e perché è prigioniera. Intorno a lei pochi oggetti appesi alle sbarre, a terra una grande e pesante coperta su cui sono tessute immagini che richiamano simboli di società archetipiche. È proprio attraverso la coperta che riesce a ricostruire la sua identità, a rileggere e ricapitolare la sua vita e come nella tragedia sofoclea chiede agli spettatori di esserne i testimoni.  Dopo lo spettacolo su prenotazione degustazione progetto Stazione in Transito a cura di Carovana.

La rassegna prosegue con altri sette spettacoli, tutti in cartellone il venerdì fino al 12 agosto.

advertisement

Il 10 giugno alle 20.30 la compagnia di Iglesias Le quinte emotive è di scena con Assenze ingiustificate in rock. Diretti da Giulio Landis, nello spettacolo dai ritmi intensi e comici Cristina Pillola, Giusy Fogu, Efisio Deiola, Matteo Guidarini  e Fabrizio Carta.

II 17 giugno alle 20.30 Bombolo di Babbo, un altro pezzo di teatro comico, stavolta della compagnia Ilos di Lula. Qui l’attore Mauro Salis  porta lo spettatore in un mondo conosciuto, quello della coppia alle prese con la gestazione e la nascita di un figlio, facendolo osservare con occhi diversi e divertiti.

            Il 24 giugno alle 20.30 è la volta di Bojcoesìa, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Cristiana Cocco e Giuseppe Boy, con il testo composto per intero da loro poesie, che in scena prendono una forma più ampia di quella scritta, per diventare immagini teatrali a tutto tondo.

Tante storie da cantare è il titolo del successivo spettacolo in cartellone il Primo luglio alle 21. Protagonisti del recital musicale Laura Pisano alla chitarra e voce, accompagnata dal Duo Blue Gardenia: Sergio Matta e Marcella Linoti, alla chitarra e voce.

L’8 luglio alle 21 spazio a Viamentana Teatro nello spettacolo Gino il pazzo, un adattamento teatrale del regista Giuliano Pornasio da un racconto di Marco D’Amico: percorso nella mente di una persona che non si è sentita mai inserita nella società e nel finale dello spettacolo potrà ritrovare l’applauso sincero  che non ha mai avuto dalle altre persone. Con Carlo Soro Marcello Armellino, Marco D’Amico, Carla Cocco, Irene Pala.

Il 5 agosto alle  21 debutta un’altra nuova produzione de Il crogiuolo. Si tratta di Logos de Arena: un lavoro in lingua sardo campidanese nato nell’ambito di una trasmissione radiofonica curata per Rai radio Sardegna da Serena Schiffini: tre amici, interpretati da Rita AtzeriGisella Vacca e Franco Baire che non riescono mai ad andare in vacanza, passano il tempo a progettare le loro vacanze in giro per le spiagge più belle della nostra isola

Chiude la rassegna il Teatro delle Temperie il 12 agosto alle 21. La compagnia emiliana presenta Vuoti a perdere, di e con Andrea Lupo. La cornice dello spettacolo, diretto da Guido Sodo e Andrea Lupo, è un cimitero di oltre 300 bottiglie, di messaggi depositati sul fondo di un surreale oceano, inferi in cui discendere accompagnati da uno strambo e mutevole Ade, col suo aiutante musicale. Le storie estratte dalle bottiglie – commoventi, amare, tragiche, comiche – possiedono il protagonista, che le restituisce al pubblico sotto forma di parole o di canzoni, rendendosi un tramite di pura emozione.

L’ingresso allo spettacolo Talassaki, il 27 maggio, è gratuito. L’ingresso agli altri spettacoli è di 10 euro. Il 28 e 28 maggio, per lo spettacolo Cassandra VentiVenti, ingresso a 15 euro (spettacolo più degustazione).  Info e prenotazioni 334 882 1892.

La rassegna Giardino dei gelsi è organizzata col contributo dell’assessorato regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Sport e Spettacolo.