Debutta la coproduzione del Teatro Instabile-Teatrop

Debutta la coproduzione del Teatro Instabile-Teatrop

Debutta la nuova coproduzione del Teatro Instabile-Teatrop IL BOSCO DI CARTA

Debutta la coproduzione del Teatro Instabile-Teatrop

Giovedì 12 maggio 2022 debutta al Teatro Grazia Deledda lo spettacolo “Il bosco di carta”, una coproduzione Teatro Instabile e Teatrop.

Ispirato al dramma degli incendi boschivi che hanno devastato il Montiferru nel luglio 2021, la fiaba racconta dell’incontro, proprio in quei boschi, tra un pastore e una giovane turista.

advertisement

Ben presto le domande curiose della ragazza realizzeranno il prodigio: la trasformazione del pastore nel folletto delle foreste Wolik; il risveglio del bosco e il ritorno degli animali.

Lo spettacolo è scritto e diretto da Aldo Sicurella.

Gli alberi e gli animali sono di Pietro Bonaccurso del Teatrop di Lamezia Terme, le musiche originali del M° Cristina Greco.

Il pastore-folletto è interpretato da Noà Giobbe mentre la giovane turista sarà Marianna Pinna.

Dedicata ai bambini dai 2 ai 5 anni, la messinscena prevede la presenza del pubblico sullo stesso piano dell’azione scenica.

Si debutta alle 18.30 di giovedì 12 e si replica il 13 e il 14 sempre alla stessa ora.

Lo spettacolo sarà subito in tour nelle scuole dell’infanzia di:

Santu Lussurgiu, Oristano, Ghilarza, Riola Sardo, Samugheo, Fordongianus, San Nicolò d’Arcidano, Nughedu Santa Vittoria e Cabras.

 

Giovedì 12, Venerdì 13, Sabato 14 Maggio 2022 -Ore 18:30

Teatro Grazia Deledda, Paulilatino (OR)

Teatro Instabile – Taetrop

in

IL BOSCO DI CARTA

di Aldo Sicurella

con

 Noà Giobbe e Marianna Pinna

Regia di Aldo Sicurella

scene di Pietro Bonaccurso

musiche originale di Cristina Greco

Con il sostegno di: Ministero della Cultura, Regione Autonoma della Sardegna, Sardegna Teatro

 

LO SPETTACOLO

Sardegna, estate 2021.

Gli incendi nel Montiferru sono arrivati fino al mare e centinaia e centinaia di ettari di bosco sono andati distrutti come se fosse un “bosco di carta”.

Questo evento è stato il volano di uno spettacolo fortemente e volutamente ecologista.

Tra fantasia e realtà la storia è quella della giovane turista Samuela, che dalle spiagge del Sinis, in Sardegna, zaino in spalla decide di allontanarsi dal mare e avventurarsi nelle montagne del Montiferru.

Samuela giunge in un ovile dove conosce un vecchio pastore, Tziu Antoni, che oltre a pascolare le pecore, dimesso e sorridente, passa le giornate nei boschi a far buchi per terra per seminare ghiande.

Tziu Antoni, nello spettacolo, assumerà le sue vere sembianze di folletto e le ghiande diventeranno i nuovi alberi del bosco.

Wolik, venuto apposta dal nord del mondo per salvare i nostri boschi, insegnerà a Samuela e a tutti noi a conoscere e prendersi cura della natura e di tutti gli animali.

Samuela conoscerà piante e cespugli, ascolterà i racconti degli animali, imparerà il loro linguaggio e diventerà la regina del bosco.

Solo lei, potrà salvare la natura dall’inciviltà di tutti quelli che continuano a sporcare i boschi e, peggio ancora a dargli fuoco.

Wolik, l’essere soprannaturale dei boschi, potrà solo insegnarci a vivere in simbiosi con la natura ma sarà l’uomo che con il suo arbitrio, dovrà apprezzare, rispettare e tutelare l’ambiente che ci circonda.

 

Ingresso unico € 3,00

Nei giorni di spettacolo la biglietteria è aperta dalle 17:30 fino ad inizio spettacolo.

Tel. 0785.55087 tasto 1 – info@teatroinstabile.it

www.teatroinstabile.it