Correre in paradiso: al via domani il 9° Sardinia Trail

Correre in paradiso: al via domani il 9° Sardinia Trail

Correre in paradiso: al via domani il 9° Sardinia Trail

Correre in paradiso:

Da venerdì 13 a domenica 15 maggio la nona edizione dell’evento.

Tre le tappe in programma nel cuore della Sardegna, fra Supramonte, Gennargentu e Ogliastra: 9 le Nazioni rappresentate    ­             ­

advertisement

Arbatax (NU), 12 Maggio 2022 – Paesaggi affascinanti e misteriosi, tracciati impegnativi e impervi, spettacolo assicurato.

Countdown praticamente terminato per il ritorno del Sardinia Trail che da domani, venerdì 13, a domenica 15 maggio porterà decine di runner provenienti da nove Paesi (Italia compresa) nel cuore della Sardegna.

“Correre in paradiso” è il claim dell’evento, la cui nona edizione si disputerà in tre tappe nel cuore della Sardegna, fra Supramonte, Gennargentu e Ogliastra, con partenza da Urzulei e arrivo a Cardedu.

Organizzato da Wild Track ASD e inserito nel progetto Sardinia Outdoor, l’evento ha il sostegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna e del resto unisce sport e promozione del territorio.

 

IL PERCORSO: OLTRE 100 KM TRA MONTAGNA E MARE IN LUOGHI MOZZAFIATO

I percorsi mozzafiato del Sardinia Trail esaltano l’abbraccio fra mare e montagna, fra natura e storia, luoghi incontaminati e ricchi di mistero.

Le tre tappe, per 102 km di lunghezza e 4200 metri totali di dislivello positivo, attraversano il paesaggio aspro e selvaggio del Supramonte di Urzulei, le cime del Gennargentu con passaggio dal tetto dell’Isola, Punta La Marmora, per arrivare a tuffarsi nelle acque cristalline delle calette dell’Ogliastra.

 

AL VIA IL PRIMO VINCITORE E IL CAMPIONE USCENTE DEL SARDINIA TRAIL

Alla partenza del Sardinia Trail 2022 ci saranno ospiti storici della manifestazione.

Fra questi, il vincitore della prima edizione, ovvero il francese Aurelien Collet del Team Hoka Hoka One, e il polacco Bartosz Gorczyca, campione uscente dell’evento:

è stato lui, tre anni fa, a conquistare il successo nell’ultimo Sardinia Trail pre-Covid.

Ci sarà anche la campionessa uscente, la polacca Ewa Majer, in una starting list femminile che annovera fra le altre la francese Tiphaine Germain, già settima all’Ecotrail de Paris, e l’italo-polacca Patrycja Mokrzycka, atleta della Impossibile Target.

Oltre la metà degli iscritti proviene dall’estero, con la Svizzera a fare la parte del leone (11 atleti) ma con buone rappresentanze anche per Belgio, Polonia, Francia, Germania, Ungheria, Argentina e Spagna.

­

­L’ASSESSORE REGIONALE CHESSA: “UN EVENTO DI GRANDE POTENZIALE”

Nato nel 2012, il Sardinia Trail torna dopo due anni di stop a causa dell’emergenza pandemica con rinnovate motivazioni grazie al supporto dell’Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna.

“Riteniamo che il Sardinia Trail sia una realtà con molto potenziale: dopotutto si svolge in uno scenario meraviglioso, toccando zone incontaminate di montagna e alcune delle spiagge più belle della nostra Isola”,

ha dichiarato l’Assessore Regionale al Turismo Gianni Chessa.

“Crediamo in questo evento che torna in auge dopo due anni, e vogliamo farne nei prossimi anni uno dei punti di riferimento nella primavera sportiva sarda”.

 

LA TAPPA DI DOMANI: DA URZULEI A URZULEI (32,7 km)

Il Sardinia Trail 2022 prenderà il via domani, venerdì 13 maggio, con la prima tappa lunga 32,7 Km con sede di partenza e arrivo a Urzulei.

Gli atleti si daranno battaglia su un territorio caratterizzato dall’alternanza tra pareti calcaree scoscese, boschi di lecci e macchia mediterranea.

Il dislivello della frazione è di soli 1.225 metri da superare in un percorso che si snoda nel Supramonte, fra aspri sentieri e altopiani.

 

LE ALTRE DUE TAPPE DEL SARDINIA TRAIL 2022

La seconda frazione del Sardinia Trail 2022 è nei fatti un giro del Gennargentu:

un anello che da Nuraghe Ruinas ad Arzana conduce al territorio di Desulo, al passaggio a Punta La Marmora e a una successiva discesa dal versante arzanese che piomba sul complesso nuragico di Ruinas, uno dei più alti della Sardegna.

I km da affrontare sono 42, per 1652 metri di dislivello positivo.

Domenica 15 maggio il mare sarà il protagonista della terza e ultima tappa, 27,3 Km e 1347 metri di dislivello dalla spiaggia Foxi di Tertenia al quella di Museddu nel territorio di Cardedu.

Sarà tuttavia una frazione selettiva, sin dalle prime asperità del territorio di Gairo che conducono alla panoramica cima del Monte Ferru.

Dopo la discesa finale verso Cardedu, le acque cristalline del mare dell’Ogliastra saluteranno i vincitori del Sardinia Trail 2022.