Camera Commericio di Olbia: presentato ai partner il progetto Community welfare@Olbia

Camera di Commercio di Olbia

Camera Commericio di Olbia: presentato ai partner il progetto Community welfare@Olbia

Martedì 10 maggio, presso la sede della Camera di Commercio di Olbia, è stato presentato il progetto “Community welfare @Olbia”.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto Welfare di Prossimità, promosso da Fondazione Èbbene, Fondazione di Comunità San Gennaro, Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico e Finanziato dal Ministero del Lavoro.

Hanno partecipato all’incontro i partner del progetto, tra cui la Camera di Commercio di Olbia, con la Vice Presidente nonché presidente regionale di Confartigianato Maria Amelia Lai e il segretario Pietro Esposito, il Comune di Olbia con l’Assessore ai servizi sociali Simonetta Lai, oltre ad associazioni di categoria, imprese e liberi professionisti.

L’incontro si è aperto con i saluti di Edoardo Barbarossa, presidente della Fondazione Ebbene, che ha presentato le azioni della fondazione sul welfare di prossimità.

advertisement

Ha coordinato i lavori il presidente di Fradi, Francesco Sanna, che ha presentato l’impresa sociale Fradi, che si occupa di welfare, sviluppo locale e innovazione sociale. Con il progetto Community Welfare @ Olbia si vuole creare nella città un sistema di welfare territoriale e condiviso, afferma Sanna.

Il progetto mette in campo il welfare aziendale come leva per la crescita delle aziende e del territorio, continua Michele Salis, responsabile del progetto, che ha esposto ai presenti le tappe del percorso che accompagnerà aziende, lavoratrici, lavoratori ed erogatori di welfare nei prossimi sei mesi nella città di Olbia.

Il direttore Dimitri Pibiri, ha illustrato le principali caratteristiche e vantaggi del welfare aziendale.

Ha partecipato alla presentazione del progetto anche Flavio di Stasio, responsabile di Tre Cuori, società benefit che attraverso la propria piattaforma permetterà alle aziende partecipanti di includere gli erogatori di servizi di welfare territoriali nei propri piani.

I partecipanti al dibattito, tra cui Gavino Soggia, presidente di Confcooperative Gallura, Michele Fiori di AGCI Gallura, Nino Seui di Confcommercio e Benedetto Sechi presidente del FLAG Nord Sardegna, si sono soffermati sulle opportunità di questo strumento applicato al contesto economico olbiese, in particolare nel settore della pesca, del turismo e del commercio.

I partecipanti hanno convenuto in particolare sull’importanza del welfare aziendale come strumento per aumentare il potere di acquisto delle famiglie, calato particolarmente negli ultimi anni.

Uno dei vantaggi del welfare aziendale risiede infatti nell’abbattimento del cuneo fiscale, che consente alle aziende di elargire l’intero investimento in servizi di welfare ai propri dipendenti, in quanto non soggetto a tassazione, grazie alla Legge di Stabilità del 2016.

L’altro tema toccato durante la presentazione del progetto è stato quello legato alla difficoltà per le aziende olbiesi nel reperire ogni anno i dipendenti stagionali.

Community welfare @Olbia

Anche per questo Fradi ha lanciato un prodotto di welfare aziendale rivolto al comparto turistico, che potrebbe agire da strumento di fidelizzazione dei dipendenti del sistema alberghiero e della ristorazione.

Il progetto Community Welfare @Olbia prevede anche attività volte all’inclusione lavorativa di persone con disabilità, attraverso l’applicazione dell’articolo 14 della Legge Biagi.

Si tratta di uno strumento alternativo di collocamento che prevede la collaborazione tra imprese profit e no profit attraverso un accordo quadro con il centro per l’impiego e gli altri stakeholders interessati.

Camera Commericio di Olbia: presentato ai partner il progetto Community welfare@Olbia

Camera di Commercio di Olbia

Particolarmente interessati a questo tema il rappresentante dell’ASPAL locale, Matteo Valdes e del Centro per l’impiego cittadino, Sergio Arnò.

I presenti si sono dati infine appuntamento per le prossime attività che vedranno protagoniste le imprese del territorio, che saranno coinvolte con seminari dedicati, attività formative e consulenze personalizzate.

Articolo precedenteGli studenti del Liceo Azuni “Ciceroni” a “Monumenti Aperti”
Articolo successivoSea Nature Race – Conclusa Domenica 15 Maggio
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.