Cagliari, studentessa vince borsa di studio per gli USA

Alice Marilena Bertacche, studentessa diciassettenne del dell’IIS De Sanctis – Grazia Deledda di Cagliari, ha vinto una delle borse di studio, del valore di 1.000 euro, messe a disposizione da WEP per trascorrere un anno scolastico all’estero. Un contributo che Alice sfrutterà per andare negli Stati Uniti.

Anche quest’anno WEP – organizzazione internazionale che promuove scambi culturali e linguistici nel mondo – offre agli studenti più brillanti e meritevoli una borsa di studio per il programma scolastico all’estero. Il contributo è pensato per premiarli del lavoro svolto durante l’anno e per agevolarli nell’accesso ai programmi scolastici.

La ragazza è stata scelta in base all’esito del colloquio di selezione, per le motivazioni e la predisposizione che ha mostrato verso l’esperienza, l’accuratezza, la puntualità della compilazione del dossier di partecipazione e la competenza linguistica. La borsa di studio vuole infatti premiare gli studenti migliori, riducendo per loro il costo del programma.

advertisement

Leggi anche: CIRCE: borsa di studio in memoria di Anna De Sio

Il racconto di Alice

“Quest’idea è nata da me, ma in seguito ho scoperto che in realtà era anche un grande sogno d’infanzia di mia mamma e, fortunatamente, i miei genitori mi hanno subito supportata”  racconta Alice.

“Ho scelto questa meta perché sin da quando ero piccola ho sempre avuto il sogno di andare negli Stati Uniti. Sicuramente anche grazie alla mia passione per il cinema americano. Ad oggi, oltre che portarmi negli USA, mi ha spinto anche a studiare recitazione. Ora che la partenza si avvicina mi sento sempre più emozionata e felice. Ma soprattutto incredula perché è un sogno che si sta per avverare. Mi chiedo se sia reale, se stia veramente accadendo a me. Il mio obbiettivo è vivere quest’esperienza al meglio, cercando di trarne tanti insegnamenti di vita. Imparare l’inglese, incontrare tante persone, conoscere nuove idee, cibi, tradizioni, posti ed arricchirmi culturalmente. È una sfida grazie alla quale conoscerò meglio anche me stessa”.

Come lei, ogni anno oltre 1200 ragazzi vivono l’esperienza dello scambio culturale con WEP. Con l’Anno all’estero gli studenti hanno l’opportunità di migliorare la conoscenza di una lingua straniera, sviluppare le proprie soft skills e vivere per un anno, un semestre o un trimestre all’estero, a stretto contatto con una cultura diversa dalla loro.

Per tutta la durata del soggiorno, infatti, i ragazzi vengono ospitati da una famiglia e seguono i corsi in una scuola locale. I programmi High School diventano l’occasione perfetta per conoscere gli usi, i costumi e le abitudini di un paese diverso dal proprio. Studiare un periodo all’estero per i ragazzi è una vera e propria sfida. Richiede adattamento e rispetto per il paese ospitante. E permette una crescita a 360°: personale, linguistica e culturale.