Studenti trasformati in architetti e costruttori per Skill4life(R)evolution!

Studenti trasformati in architetti e costruttori per Skill4life(R)evolution!

Studenti trasformati in architetti e costruttori per Skill4life(R)evolution!

Iniziate le attività del modulo Ambiente e Costruzione, un percorso di formazione che è partito dalla conoscenza dei materiali naturali e tradizionali al fine di fornire gli strumenti per una progettazione consapevole di manufatti in autocostruzione.

Fase uno conclusa, ora si passa alla fase più coinvolgente con la progettazione di martedì 5 e mercoledì 6 aprile.

E il prossimo fine settimana tutti a Serrenti per un evento dedicato alla costruzione dei manufatti.

 Cagliari, 4 aprile 2022 – Skill4life(R)evolution, il progetto sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri a valere sul Fondo politiche della famiglia che ha come obiettivo quello di rafforzare il recupero degli apprendimenti e della socialità dei minori attraverso lo sviluppo delle life skills, prosegue a ritmo serrato le sue attività con il percorso di formazione dedicato a Ambiente e Costruzione. Organizzata in tre moduli sequenziali, questa interessante proposta formativa è iniziata con un primo momento dedicato alla conoscenza dei materiali; proseguirà il 5 e 6 aprile con un secondo momento dedicato alla progettazione e terminerà il prossimo fine settimana a Serrenti presso il Laboratorio Arti della Terra con un coinvolgente momento incentrato sulla realizzazione di manufatti in autocostruzione.

advertisement

In particolare, la prima fase ha riguardato la conoscenza dei materiali naturali, con una attività che ha previsto lezioni frontali dedicate allo studio teorico-pratico dei materiali naturali e del loro utilizzo storico e contemporaneo in edilizia. Le lezioni sono state tenute dall’Associazione Terras specializzata in valorizzazione e recupero delle architetture in terra cruda, durante le quali gli studenti e le studentesse hanno imparato a conoscere il patrimonio edilizio tradizionale locale costruito in terra cruda, approfondendone le potenzialità e le criticità. Hanno studiato la fisica della materia attraverso esperimenti pratici svolti in aula e imparato a riconoscere le capacità costruttive dei materiali naturali, le tecniche costruttive e le loro combinazioni.

La seconda fase, da tenersi mercoledì e giovedì, sarà dedicata alla progettazione con i materiali naturali. Si basa su due incontri guidati dall’Associazione Terras e da LAN-Laboratorio Architetture Naturali proveniente da Bari, docenti esperti in tecniche di autocostruzione con materiali naturali e la partecipazione attiva degli studenti alla progettazione di due moduli costruttivi. Gli elementi saranno progettati utilizzando materiali naturali come terra, paglia, legno, canne, o materiali di recupero e le studentesse e gli studenti ne sceglieranno la funzione, i materiali e le tecniche costruttive sulla base delle conoscenze apprese durante il primo momento formativo. Parallelamente allo svolgimento delle attività progettuali, dieci ragazzi, guidati dal regista Andrea Mura, si trasformeranno in video maker, il loro compito sarà quello di documentare l’attività di progettazione e costruzione al fine di produrre un breve video racconto delle giornate di lavoro

Dopo le prime due fasi di formazione teorica e progettazione, tenutesi all’Istituto Primo Levi e all’Istituto Comprensivo 3 di Quartu Sant’Elena, la terza fase, forse la più accattivante per i partecipanti, sarà dedicata alla costruzione con i materiali naturali. Si tratta di un workshop finale intensivo della durata di due giornate che si svolgerà il prossimo fine settimana dalle 9 alle 17 a Serrenti, presso il LAT – Laboratorio Arti della Terra, grazie alla collaborazione con l’Associazione Internazionale Città della Terra Cruda e del Comune di Serrenti. Nell’ampia area della corte oltre 100 ragazzi saranno guidati nella costruzione da 8 esperti in autocostruzione con materiali naturali appartenenti all’Associazione Terra, LAN – Laboratorio Architetture Naturali (Bari) e Associazione TerraPia (Romania). Questo laboratorio prevede l’autocostruzione dei moduli progettati con un focus particolare sulla conoscenza e gestione del processo costruttivo sviluppando e sul senso logico, pratico e artistico. Le attività del 10 aprile saranno aperte al pubblico, sarà possibile per chiunque prender parte alla costruzione e ricevere informazioni sulle costruzioni con materiali naturali.

Articolo precedenteMissione in Libano: i Caschi Blu a supporto della popolazione locale
Articolo successivoIl velista Simone Camba a Ran 630, Sardinia Race e Mondiali ORC 
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.