Sassari – Ambulanze del 118: costi di sanificazione ultima mazzata

Sassari - Ambulanze del 118: costi di sanificazione ultima mazzata

Sassari – Ambulanze del 118: costi di sanificazione ultima mazzata

Desirè Manca (M5S) presenta una mozione.

“Nonostante la fine del decreto di emergenza, il bollettino dei contagi da Covid e dei morti presenta numeri ancora molto alti. In un periodo come quello attuale, inoltre, caratterizzato dall’aumento dei prezzi del carburante e delle materie prime, è oltremodo necessario considerare che le associazioni di soccorso si stanno già facendo carico di un ingente ed imprevisto esborso extra.

Pertanto è ancor più necessario attivarsi per far sì che al caro prezzi e al caro carburanti non si sommino ulteriori spese che potrebbero essere coperte dal Servizio sanitario regionale, come i costi di sanificazione delle ambulanze”.

“AREUS deve necessariamente continuare a garantire agli operatori del soccorso convenzionati con il 118 il rimborso delle spese di sanificazione dei mezzi, fondamentale per poter operare in condizioni di sicurezza”.

advertisement

Così la consigliera regionale del M5s Desirè Manca ha presentato una mozione che impegna il Presidente Solinas, la Giunta e l’assessore alla Sanità ad attivarsi tempestivamente affinché l’Azienda Regionale dell’Emergenza e Urgenza della Sardegna (AREUS) provveda a farsi carico delle    spese di sanificazione dei mezzi di soccorso convenzionati con il 118.

“Dopo la fine dello stato di emergenza, l’Azienda Regionale dell’Emergenza e Urgenza della Sardegna, AREUS ha comunicato che non potrà più farsi carico dei costi relativi al servizio di sanificazione delle ambulanze in servizio sul territorio regionale.

Una decisione che ha suscitato il legittimo malcontento degli operatori del soccorso del Nord Sardegna e della città di Sassari in particolare, i quali hanno denunciato pubblicamente tale situazione. Le associazioni non possono farsi carico interamente delle spese, ma soprattutto non possono rinunciare ad effettuare il trasporto dei malati per evitare di esporsi al contagio”.

Articolo precedenteTerremoto de l’Aquila: a distanza di 13 anni tutti insieme gli studenti vincitori del Premio Avus 2009
Articolo successivoMario Grande – il nuovo video “Alla pioggia e al sole” celebra l’amore senza tempo
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.