Inaugurazione Centro Culturale Move the Box

Inaugurazione Centro Culturale Move the Box

Inaugurazione Centro Culturale Move the Box

Domenica 24 Aprile 2022 a partire dalle ore 18.00 l’Associazione Culturale Palazzo d’Inverno inaugura la nuova sede operativa  “Move The Box” – Centro di Produzione Culturale presso il comune di Villa Verde (OR) in Via Indipendenza, 1,  alla presenza del Consorzio Turistico Due Giare con il suo Presidente Lino Zedda e i sindaci dei tredici comuni aderenti.

Così, dopo anni di lavoro itinerante in Italia e all’estero, l’Associazione  si radica nuovamente nel territorio in modo strutturale e logistico, attraverso una base  di gran prestigio che si colloca a livello regionale, come vera e propria pista di decollo per progetti culturali e artistici a tutto tondo.

Un traguardo importante che segna gloriosamente l’esito della stretta collaborazione e condivisione di intenti tra Palazzo d’Inverno, il Consorzio Turistico Due Giare e i primi cittadini dei ben tredici comuni connessi  al Consorzio. Nel 2021 infatti, tali sinergie hanno generato una molteplicità di attività, tra eventi e rassegne,  in tutta la Marmilla, rivitalizzando quest’area nell’ottica dell’attrattiva culturale, artistica ed imprenditoriale. Attraverso un profondo senso di fiducia, stima, impiego di risorse e obiettivi comuni, l’Associazione Culturale Palazzo d’Inverno e il Consorzio Turistico Due Giare hanno quindi scommesso in modo fortemente dinamico, sulla possibilità di fare cultura in una declinazione decentrata  che ha coinvolto l’arte ma anche l’accrescimento del benessere e la qualità della vita della popolazione.

Un entusiasmante esperimento che quest’anno si  consolida e si valorizza ulteriormente, attraverso la gestione diretta dello spazio “Move The Box” da parte di Palazzo d’Inverno con il suo nutrito staff artistico e tecnico.  Il Centro di Produzione Culturale Move The Box nasce dalla riconversione di un’imponente struttura dismessa, l’ex-colonia di Villa Verde, acquisita dal Consorzio Due Giare intorno al 2008, con precedente destinazione d’uso a struttura ricettiva.

advertisement

Da quest’anno, con il management dell’Associazione Culturale Palazzo d’Inverno, il complesso sarà un luogo di lavoro, creazione e ricerca, versatile, attrezzato e polivalente, per la realizzazione di spettacoli e di attività formative con annessa area foresteria. Altresì decolleranno  i progetti impliciti alla sua riconversione che vedono  “Move The Box” come elemento propulsore per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio. In particolare si lavorerà per  promuovere e favorire l’accesso alla cultura da parte della comunità, contribuendo a trattenere e attrarre giovani talenti, offrendo, in sinergia con altri soggetti attivi sul campo regionale e attraverso l’attivazione di collaborazioni nazionali e internazionali, l’opportunità di realizzare le proprie idee, all’interno di un sistema integrato trasversale a tutti i settori.

La conduzione del Centro “Move The Box” sarà realizzata in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna Assessorato Pubblica Istruzione  Beni Culturali Informazione Spettacolo Sport.

Articolo precedenteA Sabrina Ferilli il David speciale 2022
Articolo successivoPiu (Progressisti): “Basta amministrare Sassari come città dormitorio”
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.