“Disterrados” domenica fa tappa ad Alessandria

Il 17 aprile alle 9.30 su Rai Tre Sardegna con Maria Giovanna Cherchi prosegue il viaggio nel mondo dell’emigrazione

Circolo Sardi Alessandria

Dopo il successo della puntata d’esordio, il programma “Disterrados” condotto da Maria Giovanna Cherchi ritorna domenica 17 aprile alle 9.30 sugli schermi di Rai Tre Sardegna, con tante curiosità sulla vita dei sardi presenti nella città di Alessandria.

Muovendosi tra i luoghi più significativi del centro piemontese attraversato dal Tanaro, la presentatrice incontrerà uomini e donne che non hanno mai dimenticato il legame con la terra e con la lingua di provenienza.

Saranno raccontate storie come quella di Sebastiano Tettei di Burgos, carabiniere in pensione, ora presidente dei Circolo dei Sardi della città. Nel ‘74 è stato tra i sopravvissuti della rivolta dei detenuti del penitenziario di Alessandria, tragici avvenimenti dopo i quali il generale Dalla Chiesa propose l’istituzione delle carceri speciali.

advertisement

Poi la storia del giovane Emanuele Locci, emigrato di seconda generazione di San Giovanni Suergiu, che ricopre la carica di presidente del Consiglio comunale di Alessandria. Quindi le vicende di Francesco Chicco Pinna, noto Che Guevara, e sua moglie Antonia Salis, entrambi di Bonarcado, da trentanove anni a servizio nella villa della famiglia “Borsalino”, famosa in tutto il mondo per la produzione di pregiati cappelli.

Ci saranno anche Gesuino Podda di Thiesi e Aurora Chessa di Cossoine, due coniugi che dopo aver superato i terribili momenti dell’alluvione del ’94, si sono fatti onore nel ramo della gastronomia, per poi passare il testimone ai figli.

Tra i luoghi visitati ci sono il Ponte Meier, la Cittadella fortificata dove sventolò il primo tricolore d’Italia, la Villa Borsalino, la cattedrale dei Santi Pietro e Marco e il Circolo sardo.

Il progetto è una produzione DB Video Management, la produzione esecutiva Rai è a cura di Donatella Meazza, con Mauro Fancello alla regia e Salvatore Taras nel ruolo di autore. La trasmissione può essere seguita anche fuori dall’isola grazie al sistema digitale terrestre, che permette ovunque di sintonizzarsi sull’edizione regionale – Rai Sardegna.