Pnrr: gara per efficientamento energetico Tribunale minori di Cagliari

Pnrr: Mims, al via la gara per l’affidamento dei lavori di efficientamento energetico al Tribunale dei minorenni di Cagliari. Il Provveditorato delle Opere Pubbliche per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna ha avviato la procedura per aggiudicare l’intervento.

Roma, 28 marzo 2022 – Il Provveditorato alle Opere Pubbliche per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna, braccio operativo del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), ha avviato la prima procedura di gara per l’aggiudicazione dei lavori finanziati dal PNRR a beneficio del Ministero della Giustizia.

L’intervento, per un importo di oltre 3,6 milioni di euro, riguarda l’efficientamento energetico del Tribunale dei minorenni di Cagliari, ed è gestito dal Provveditorato alle Opere Pubbliche in qualità di Soggetto Attuatore per conto della Amministrazione della Giustizia, titolare del finanziamento.

advertisement

Il celere espletamento della gara europea per il servizio di progettazione, della verifica progettuale e della procedura di approvazione del progetto, ha consentito di avviare il procedimento di scelta del contraente in largo anticipo sul cronoprogramma previsto. Ciò permetterà di arrivare alla stipula dell’obbligazione giuridicamente vincolante (OGV) entro settembre del corrente anno, ben prima della milestone prevista dal PNRR che è entro il 31 dicembre 2023.

Il Mims, mediante l’Ufficio Regionale (sede Coordinata di Cagliari) del Provveditorato alle OO.PP. per Lazio, Abruzzo e Sardegna, nel rispetto del principio cardine di Next Generation Eu “Do No Significant Harm” (DNSH), si è posto l’obiettivo progettuale di garantire un’alta efficienza energetica dei sistemi impiantistici ed una bassa dispersione termica dell’involucro edilizio al fine di ridurre i costi gestionali, consentendo un risparmio di energia primaria, in armonia con il principio NZEB “Near Zero Energy Building” (edificio a energia quasi zero, secondo le direttive nazionali), ed avere almeno il 70% di riutilizzo/riciclo/recupero dei rifiuti di demolizione e di rimozione.