Biblioteca una risorsa per la comunità – Al via il laboratorio di formazione per educatori ludici

Biblioteca una risorsa per la comunità - Al via il laboratorio di formazione per educatori ludici

LaboratoriLudici

Biblioteca una risorsa per la comunità – Al via il laboratorio di formazione per educatori ludici

Con un laboratorio di formazione per educatori ludici riprendono le attività del progetto “Biblioteca una risorsa per la comunità”, iniziativa finanziata dalla Fondazione con il Sud, in collaborazione con il Centro per il Libro e la lettura, la Cooperativa Studio e Progetto 2 come capofila, i comuni di Oristano e Santa Giusta e la Fondazione Oristano come partner.

Il laboratorio sarà un’esperienza di Formazione Online per insegnare a utilizzare il gioco strutturato come strumento educativo. Pensato per quelle figure professionali (educatori, insegnanti, bibliotecari, animatori) che vogliano utilizzare all’interno dei propri contesti educativi un approccio ludico che utilizza forme strutturate di gioco tipiche dei giochi da tavolo e dei giochi di ruolo.

I moduli didattici saranno dedicati all’analisi delle caratteristiche di questo tipo di giochi, alle abilità cognitive e relazionali connesse, alle pratiche di utilizzo e di modifica, al fine di acquisire la consapevolezza dello strumento e la competenza necessaria per impostare un programma educativo personalizzato e concreto.
Le lezioni saranno tenute dal docente Gabriele Mari, educatore La Pieve, formatore GameTrainer Centro Studi Erickson, game designer Cobblepot Games e formatore Operatore Ludico CSI. Il corso sarà di 6 ore suddivise in 3 incontri, una parte come lezione frontale classica e l’altra dedicata a sessioni dimostrative di gioco online. Ogni modulo prevede indicativamente un’ora di lezione frontale e un’ora di gioco guidato e strutturato.
Il primo modulo è intitolato “A che gioco giochiamo” e sarà dedicato al gioco strutturato: definizione, caratteristiche e peculiarità, dalla teoria alla pratica. Definizione e concetti; tipologie e atteggiamenti; caratteristiche del gioco strutturato; i contesti educativi in cui utilizzare il gioco.

Il secondo modulo, intitolato “C’è gioco e gioco”, si occuperà del gioco strutturato nella prospettiva educativa: i concetti chiave, i principi metodologici e la molteplicità dei contesti di applicazione. Concetti educativi: gioco come palestra, gioco come regole, gioco come aggregazione; la cornice: divertimento, flusso, motivazione.
“Ad ognuno il suo gioco”, il titolo del terzo modulo dedicato agli obiettivi e all’adattamento al contesto: scegliere, modificare, facilitare, coinvolgere. Obiettivi e valutazione (assessment); abilità acquisite ed emergenti; individuazione del gioco giusto; come costruirsi un repertorio ludico; playtest, individuazione delle problematiche e processo di modifica, progettazione di interventi personalizzati.

advertisement

Gli incontri si svolgeranno a cadenza settimanale, in una giornata a scelta tra lunedì o martedì, nella fascia oraria 18-20. Giorni e orari saranno concordati con i partecipanti e rimarranno fissi per tutti gli incontri. Il numero massimo di adesioni disponibili è trenta persone e sarà realizzata in collaborazione con la Soc. Coop. Demoela.

Per maggiori informazioni è possibile contattare gli organizzatori via mail a HYPERLINK “mailto:info@studioprogetto2.it” info@studioprogetto2.it o chiamare il numero 078553696.

Articolo precedenteIl forte vento compromette il regolare svolgimento della regionale di canottaggio ad Olbia
Articolo successivoSanità Nursing Up: «Infermiere di famiglia, storia di un Disegno di Legge presentato oltre due anni fa e oggi ancora fermo al Senato»
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.