Lega Antivivisezionista: “sulle sostanze d’abuso vergognosa proproga, altri tre anni di test sugli animali”

Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera hanno approvato ieri 17 febbraio una serie di emendamenti identici al DL Milleproroghe che sospendono per altri tre anni i divieti nazionali ad alcuni impieghi di animali a scopo di ricerca scientifica: sostanze d’abuso e xenotrapianti. La proroga riguarda l’articolo 42 del Decreto Legislativo 4 marzo 2014, n.26, e sospende per l’ennesima volta i divieti fino al 1 luglio 2025 come richiesto dai ricercatori. Questo significa che oltre 700 mila tra primati, cani e gatti saranno torturati per effettuare dei test su varie sostanze d’abuso come alcol, droghe, tabacco e xenotrapianti. Se da un lato stanno rallentando il percorso di abbandono dei discutibili esperimenti sugli animali che comportano sofferenza e morte, dall’altro pongono dei problemi di tipo scientifico e di sicurezza.

Una decisione che vogliamo definire criminale e che ha scosso profondamente il mondo dell’antivivisezionismo che fa della lotta per l’abolizione della sperimentazione animale una vera missione. Gian Marco Prampolini, Presidente LEAL, evidenzia la gravità di questa ennesima proroga: “Da anni denunciamo la mancanza di fondi stanziati per la ricerca con metodi sostitutivi e come associazione da oltre quarant’anni finanziamo borse di studio per una ricerca senza animali. Non ci siamo mai fatti illusioni sul fatto che, più che la sorte degli animali, a troppi politici in Parlamento sempre importino i consensi delle lobby delle multinazionali del farmaco. Anche oggi con questa ennesima proroga abbiamo avuto conferma che una avanzata ricerca che faccia uso delle sofisticate tecnologie già esistenti e miri a implementarle, non è evidentemente così importante come l’asservimento a un baronato che fa della ricerca un mercato. LEAL rimarrà sempre tra i pochi a difendere gli animali e a battersi per una ricerca etica e all’avanguardia”.