Adinolfi: Gravi parole amato su Referendum

Adinolfi: Gravi parole amato su Referendum

Adinolfi: Gravi parole amato su Referendum

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, critica duramente le
parole del presidente della Corte Costituzionale, Giuliano Amato, sul non cercare “il
pelo nell’uovo” nei quesiti referendari che saranno sottoposti a validazione della
Consulta il 15 febbraio prossimo, tra cui il referendum Cappato: “Giuliano Amato è
chiamato il dottor Sottile non per caso.

Sa bene che il referendum Cappato va rigettato perché è palesemente viziato, la precedente giurisprudenza della Corte Costituzionale non gli lascia scampo.

Amato sa che abbiamo messo per iscritto come Popolo della Famiglia in una lettera aperta argomenti giuridici che sono inoppugnabili.

advertisement

Ora da presidente della Consulta vuole forzare la mano aiutato da media compiacenti. Le sue sono parole gravissime e pericolose, totalmente inopportune alla vigilia di un
pronunciamento decisivo come quello del 15 febbraio sul quesito.

Dimostrano che la Corte Costituzionale è strumento giuridico di parte e non organo di garanzia per i cittadini. Fossimo in un Paese normale interverrebbe il Capo dello Stato, supremo garante. Ma Mattarella ha già dimostrato mutevolezza nelle granitiche certezze che voleva offrire al Paese, ora sarà distratto dal dover riaprire gli scatoloni”.

Articolo precedenteIniziative per il 32° Anniversario della scomparsa di Keith Haring
Articolo successivoRubrica: Storie di Sicilia – Il primo café di Parigi e l’invenzione del sorbetto, una storia tutta siciliana…
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.