Policlinico Duilio Casula Sit-In di protesta del lavoratori ospedalieri

Policlinico Duilio Casula

Policlinico Duilio Casula Sit-In di protesta del lavoratori ospedalieri

Policlinico Duilio Casula:Sit-in di protesta dei lavoratori ospedalieri: “sovraffollamento stanze e corridoi, decadimento assistenziale, caos del pronto soccorso”

Monserrato, 20 gennaio 2022 – Il NurSind, sindacato delle professioni infermieristiche, ha organizzato un sit-in che ha coinvolto tutti i lavoratori per protestare contro il decadimento assistenziale causato dal sovraffollamento delle corsie, il ricovero dei degenti nei corridoi, medicherie, e il terzo letto in stanza.

Questa mattina, i lavoratori dell’Aou di Cagliari si sono ritrovati davanti al presidio ospedaliero per chiedere ai vertici dell’Azienda di risolvere le numerose e annose problematiche che “non consentono un sereno svolgimento del lavoro – dicono dal Sindacato- e mettono a repentaglio la salute dei pazienti”.

I motivi della protesta. Nel manifesto di protesta firmato dal NurSind – USB (Unione sindacale di base) si leggono i motivi che hanno portato al sit in di questa mattina: sovraccarico del Pronto Soccorso e lo stazionamento dei pazienti Covid positivi al suo interno, la contrazione di infermieri e operatori socio sanitari nelle dotazioni organiche, assenza condizioni di sicurezza per degenti e lavoratori e l’incremento esponenziale dei positivi al Covid.

advertisement

L’immobilismo e il disinteresse della RSU e delle altre sigle sindacali compiacenti delle politiche aziendali, la sottoscrizione da parte della RSU e delle OOSS, degli accordi inerenti gli incarichi di funzione, e gli incentivi COVID, che penalizzano il personale sanitario e gli operatori maggiormente esposti al COVID, l’esecuzione screenig covid 19 e accertamenti sanitario al di fuori dell’orario di servizio. La mancata fruizione di ferie, eccedenza orario di lavoro e formazione obbligatoria nell’orario di servizio.

Il mancato avvio delle trattative per l’attribuzione delle PEO (fasce) al contrario di quanto avvenuto in ATS e Arnas Brotzu, e il mancato riconoscimento della maggiorazione in straordinario per le festività lavorate dal personale turnista. La mancata fruizione del servizio mensa, e mancata attribuzione dell’indennità infettiva al personale sanitario impiegato nelle aree Covid nel corso della pandemia.

Policlinico Duilio Casula

Christian Cugusi, dirigente NurSind Aou Cagliari. “Siamo qui a protestare davanti al presidio ospedaliero Duilio Casula, a causa del decadimento assistenziale che sta avvenendo all’interno di questa azienda. Tra i tanti motivi sopra elencati, vorrei sottolineare lo stanziamento dei pazienti Covid, abbiamo all’interno delle corsie anche 20 pazienti positivi: questo perché i presidi Covid sono saturi. Con l’aumento dei pazienti positivi e dei contagi gli ospedali no-Covid soffrono di questo affollamento.

Il Pronto Soccorso, idem come sopra, deve gestire 18-20 pazienti Covid contemporaneamente e il tutto senza aree adeguate di bio contenimento. Così avviene il contagio. Chiediamo all’Azienda che non aspetti le azioni della Regione, dato che in due anni non abbiamo visto nessuna misura messa in campo per migliorare la situazione. L’Azienda dovrebbe creare un’area Covid o di bio contenimento per gestire a parte i pazienti positivi in maniera separata dagli altri”.