Giacomo Balla a Roma. Committenze e luoghi

Roma Racconta – 20/01/2022 – Museo di Roma

Incontro in presenza e online a cura di Elena Gigli nell’ambito di
Roma racconta… Educare alle mostre educare alla città.

Il tema della conferenza – Giacomo Balla a Roma: committenze e luoghi
– parte dall’idea di promuovere un omaggio alla città di Roma da parte
del grande artista italiano, nel 150enario dalla nascita avvenuta a
Torino nel 1871.
Lo sguardo dell’artista (trasferitosi nella Capitale nel 1895) sempre
interessato alla realtà che lo circonda, sia che dipinga opere
futuriste che divisioniste, sia che si cimenti negli amorevoli e
sognanti ritratti delle figlie Luce e Elica, consente di creare un
tracciato inedito, dettato dall’amore di Balla per alcuni luoghi di
Roma: Villa Borghese, il Pincio, Via Po, l’atrio del Palazzo Doria
Pamphilj o Valle Giulia, il quartiere Della Vittoria con i giardini di
Viale Mazzini…
Per restituire anche la traccia dei rapporti intessuti con diverse
personalità romane che hanno nel tempo sostenuto l’artista si
esaminano alcuni interessanti ritratti, tra i quali quelli del primo
mecenate Osvaldo Pardo o dell’Adelaide Ristori, delle figure politiche
quali Alessandro Fortis e Ernesto Nathan, degli amici Giovanni Cena e
Giovanni Prini, della Marchesa Casati per gli anni Dieci e del Barone
Fassini per gli anni Venti. Particolare risalto viene dato, infine, ai
luoghi in cui il pittore ha abitato; luoghi che hanno fornito
all’artista lo spunto narrativo per la sua produzione artistica: il
quartiere Parioli dove si trovava la sua prima abitazione, Villa
Borghese, la Montaigne St. Victoire, e il quartiere delle Vittorie, in
via Oslavia, dove ancora oggi esiste la “Casa Balla”, coloratissimo
scenario di vita della famiglia dal 1929 al 1958, anno della morte di
Giacomo.

advertisement

Elena Gigli, frequentando “Casa Balla” dal 1989, si è laureata a Roma
con una tesi su Giacomo Balla e si è specializzata a Pisa nel 2000.
Dal 1993 al 2000 ha collaborato con Maurizio Fagiolo dell’Arco a
numerose pubblicazioni su Balla e alle prime schedature delle sue
opere. Dal 1996 continua questo lavoro in vista della pubblicazione
del Catalogo Ragionato dell’arte di Balla. Oltre allo studio dell’Arte
Contemporanea, si è occupata anche di Bernini e del Seicento Romano.
Dal 2002 si dedica all’opera di Giacomo Balla in modo autonomo e con
diverse collaborazioni. Ha curato e collaborato a diverse mostre su
Giacomo Balla nelle più importanti città italiane. Collabora con Case
d’Asta Internazionali e con la Tutela del Patrimonio Artistico come
esperta dell’arte di Giacomo Balla. È responsabile dell’Archivio Gigli
per l’opera di Giacomo Balla e del sito archiviogigli.it.

INFORMAZIONI

Luogo Museo di Roma

Orario

Giovedì 20 gennaio 2022 ore 16.30

Biglietto d’ingresso

Incontro gratuito e entrata gratuita solo nell’area prevista per l’incontro.

CONSULTA SEMPRE LA PAGINA AVVISI prima di programmare la tua visita al museo.

Informazioni

Info e prenotazioni allo 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

IN PRESENZA la prenotazione è consigliata fino ad esaurimento posti disponibili.
Numero massimo di partecipanti in presenza: 40
Entrata gratuita solo nell’area prevista per l’incontro.
L’ingresso alla conferenza è possibile previa presentazione di un
TITOLO DI ACCESSO da esibire all’entrata dove verrà consegnato un
bollino per l’ingresso al Museo.
TITOLI DI ACCESSO validi:
– Locandina conferenza
– Roma racconta. Programma gennaio-febbraio 2022 2021
– Ricevuta di prenotazione effettuata allo 060608
N.B.
La collezione permanente del museo è visitabile previa esibizione di
MIC Card o biglietto di ingresso al Museo.
La mostra Klimt. La Secessione e l’Italia è visitabile con biglietto
di ingresso alla mostra.

PER PARTECIPARE ONLINE la prenotazione è obbligatoria.
A conferma della prenotazione verrà inviata una mail con il link di accesso.
Per chi desidera partecipare on line SU PIATTAFORMA GOOGLE SUITE si
suggerisce di entrare con il browser Google Chrome.
Qualora si partecipi online e si desideri ricevere l’attestazione ai
fini del riconoscimento dei CFU e per l’aggiornamento docenti è
necessario entrare nell’aula virtuale presentandosi con il proprio
nome e cognome completo. A conclusione dell’appuntamento l’attestato
può essere richiesto all’indirizzo
info_didatticasovraintendenza@comune.roma.it indicando i propri dati
anagrafici e i riferimenti del corso di studi intrapreso.
Senza queste informazioni non sarà possibile rilasciare gli attestati.

CREDITI FORMATIVI

PER DOCENTI DI SCUOLA
Il programma è valido per la formazione e l’aggiornamento del
personale della scuola sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR.
Le iniziative formative saranno attivate nel Catalogo della
piattaforma (soggetto erogatore dell’iniziativa: Sovraintendenza
Capitolina ai Beni Culturali).
É previsto il rilascio di un attestato di partecipazione valido per la
formazione e l’aggiornamento docenti

PER STUDENTI UNIVERSITARI
– SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a 5 incontri, attestata, dà diritto al
riconoscimento di 2 CFU agli studenti dei Corsi di: Studi
storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale).
La partecipazione a 5 incontri, attestata, dà diritto agli studenti
dei Corsi di Scienze Storiche (Medioevo – Età Moderna – Età
contemporanea/magistrale) al riconoscimento di 2 CFU previa
presentazione ai docenti di una relazione di 2-3 cartelle per ciascun
incontro.
La partecipazione a 3/6/9/ecc. incontri, attestata, con relazione dà
diritto al riconoscimento di 2/4/6/ ecc. CFU agli studenti dei Corsi
di: Letteratura, Musica e Spettacolo (triennale); Lettere Moderne
(triennale).
La partecipazione a 6/12/18 incontri, attestata, con tesina dà diritto
al riconoscimento di 2/4/6 CFU agli studenti del Corso di Filologia
Moderna (magistrale).
– UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA
La partecipazione a 9 incontri, attestata, dà diritto agli studenti
del Corso triennale in Beni Culturali (Archeologici, Artistici,
Musicali e dello Spettacolo) al riconoscimento di 3 CFU.
Gli studenti possono partecipare anche soltanto a 3 o 6 incontri con
il riconoscimento rispettivamente di 1 o 2 CFU.
– UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a 6 incontri, attestata, dà diritto al
riconoscimento di 2 CFU agli studenti dei Corsi di: Scienze
dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione
architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana
(magistrale); Architettura-Restauro (magistrale).
– ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad 8 incontri, attestata, dà diritto agli studenti
al riconoscimento di 2 CFU

LINK : http://www.museodiroma.it/it/didattica/giacomo-balla-roma-committenze-e-luoghi

fonte news : Christian FLAMMIA