Fondazione Neuroblastoma, addio a Gian Paolo Tonini. Il ricordo di Sara Costa, presidente Anb

“Gian Paolo Tonini, scienziato e biologo di importanza internazionale ci ha lasciati". 

tonini

Fondazione Neuroblastoma, addio a Gian Paolo Tonini. Il ricordo di Sara Costa, presidente Anb

“Gian Paolo Tonini, scienziato e biologo di importanza internazionale ci ha lasciati”.

“Un altro pezzo della storia della ricerca sul Neuroblastoma se ne va lottando fino alla fine con la lucidità di uno scienziato che non molla mai, la cui mente brillante riconosciuta in tutto il mondo ha sempre visto oltre la siepe e ha fatto della ricerca scientifica sul Neuroblastoma la sua missione di vita. A qualunque costo”.

A ricordare Gian Paolo Tonini, già vicepresidente della Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma, morto nei giorni scorsi, è Sara Costa, presidente dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma (Anb), organizzazione legata per storia e finalità alla fondazione in nome del sostegno alla ricerca scientifica.

“Gian Paolo Tonini – prosegue Sara Costa – lascia una eredità scientifica di alto livello che ora tutti i giovani ricercatori impegnati sul Neuroblastoma e sui tumori solidi pediatrici possono far vivere continuandone gli studi. Ricordo ancora quando nel 1994 ci siamo conosciuti e mi ha detto dobbiamo costituire il Laboratorio della Associazione, un laboratorio che diventerà il punto di riferimento internazionale della ricerca sul Neuroblastoma. E così è stato da Genova a Padova e ovunque”.

advertisement

“La storia di questi ventotto anni – sono ancora le parole della presidente Costa – è scritta nelle sue infinite pubblicazioni e nel cuore di chi ha avuto l’onore di conoscerlo come uomo, in modo indelebile. La sua mente, straordinaria come scienziato, vicepresidente della Fondazione, leader dei suoi giovani ricercatori, nonché scrittore e narratore è stata un punto di riferimento irrinunciabile per condividere contenuti di scienza e coscienza”.

Genova – 28\01\2022

Articolo precedenteTime in Jazz cerca foto e filmati sul festival di Berchidda
Articolo successivoOristano – Sartiglia 2022 – Si lavora per una edizione con vestizione, sfilata dei cavalieri, benedizione e incrocio delle spade
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.