Anno nuovo, password nuove: perché è essenziale abbandonare le vecchie password

Anno nuovo

Anno nuovo, password nuove: perché è essenziale abbandonare le vecchie password

 Anche questo Natale è trascorso e siamo giunti nell’anno 2022 con tanti propositi e voglia di fare, di innovare, di cambiare.

La maggior parte delle persone è tornata a lavoro nei propri uffici e chi più e chi meno smanettando con il proprio iPhone o Android col nuovo anno si chiede se effettivamente vale la pena cambiare le password utilizzate finora per gestire le proprie e-mail, il conto online, la password di Facebook ecc.

Con l’utilizzo di internet sicuramente abbiamo consentito che il nostro browser memorizzasse le password in modo da suggerircele ogni volta che si ha bisogno: anche questa abitudine ultimamente è diventata anche pericolosa e andrebbe annoverata tra i nuovi propositi di questo nuovo anno.

advertisement

Volendo non perdersi tanto tra nuove e vecchie password basta dotare i dispositivi connessi di un gestore delle password e la vita online è molto più semplificata.

Attraverso un gestore di password non bisogna inventarsi una password per ogni account utilizzato in internet perché il software è così sicuro e intuitivo che le organizza in un unico posto in tutta sicurezza.

Se si pensa ad una cassaforte con la sua combinazione segreta che custodisce da intrusi i gioielli, un gestore di password è paragonabile   ad essa con il vantaggio in più di criptare e memorizzare le credenziali di accesso automaticamente e renderle disponibili solo a noi al momento del bisogno.

La cassaforte delle password deve essere innanzitutto sicura, ma non deve diventare un contenitore che tiene le password prigioniere; pertanto, un buon programma di gestione delle credenziali dovrebbe avere incorporato le funzioni di importazione ed esportazione, così come sono essenziali quelle di backup sicuri per non rischiare di perdere tutti i dati memorizzati.

Con questo programma in pratica, le password una volta scelte oltre ad essere al sicuro per sempre è possibile sincronizzarle su più dispositivi come tablet, notebook, desktop e smartphone: poi con la funzionalità di compilazione automatica, si risparmia tempo mentre si effettuano acquisti online o si accede agli account online preferiti.

Peraltro, poi se si parte dal presupposto che le persone dimenticano sovente le loro chiavi di accesso una alla volta, è una buona idea tentare di ricordarne una per tutte quelle che si usano regolarmente: ma il suggerimento è sempre quello di cambiare spesso la password.

Oggi, tuttavia, molti utenti hanno imparato a utilizzare diverse password per ognuno dei loro account e il problema di memoria, ovvero di ricordarle tutte all’occorrenza, si presenta sempre e, nonostante moltissimi siti e software continuino a consigliare la composizione di password elaborate che siano difficili da scovare da parte degli hacker, succede che la stragrande maggioranza degli utenti in rete continua a utilizzare delle parole a dir poco facili da scovare.

C’è anche da dire che la percentuale di password che possono essere crackate in meno di un secondo è aumentata considerevolmente passando infatti dal 71% all’84% ragion per cui il buon proposito di questo 2022 è cambiare le password che usiamo su internet.

È opportuno ribadire allora che gli esperti di sicurezza affermano che per la sicurezza dei nostri account non dobbiamo usare una sola password per tutti i siti e servizi e che ciascuna password deve essere sufficientemente robusta.

Oggi, quasi tutte le password di accesso richiedono almeno un numero e solitamente quello aggiunto più comunemente è il numero 1 al termine della parola; il secondo è l’anno di nascita (ad esempio 1998).

Cambiare password e utilizzare un unico gestore

Quando la password che abbiamo inventato può consistere in una parola banale magari con l’aggiunta di una piccola variante, non è difficile da decifrarla per un hacker: questo accade soprattutto per esempio, quando si usa il proprio nome e anno di nascita nel codice o viceversa.

Bisogna ormai sapere per la nostra sicurezza online che un gestore di password è diventato uno strumento utile ed indispensabile che ci aiuta nella gestione quotidiana ad avere una solida politica di sicurezza a 360 gradi.

Basta navigare su internet per scegliere uno dei migliori software che gestisce al sicuro le nostre password per poi dal proprio

account, con un paio di click sincronizzarle su tutti i dispositivi utilizzati anche via cloud o con altri sistemi.