Centro intermodale di Oristano, Lutzu: “I lavori procedono”

Il Sindaco Andrea Lutzu e l’Assessore ai Lavori pubblici Francesco Pinna questa mattina hanno effettuato un sopralluogo in via Ghilarza nel cantiere del Centro intermodale di Oristano per verificare lo stato di avanzamento dei lavori.

Al sopralluogo erano presenti anche l’Assessore al Bilancio Angelo Angioi e diversi consiglieri comunali, il dirigente tecnico Giuseppe Pinna insieme ad alcuni funzionari tecnici comunali.

La stazione passeggeri, il tunnel di collegamento con la stazione ferroviaria e il piazzale con le aree di arrivo e partenza degli autobus sono sostanzialmente conclusi, rimangono da completare le opere di viabilità a contorno della struttura e altre opere accessorie – spiegano il Sindaco Lutzu e l’Assessore Pinna. Si tratta di un’opera lungamente attesa dalla città. Quando entrerà in funzione consentirà di ottimizzare il sistema del traporto pubblico in città alleggerendo i carichi di traffico che quotidianamente gravano sulla rete viaria cittadina”.

Riqualificazione urbana

Il Centro intermodale sta sorgendo nell’area della stazione ferroviaria attraverso la riqualificazione urbanistica dell’area. È un’opera strategica per la città e il territorio: nasce con l’obiettivo di realizzare un polo di interscambio modale tra gomma e ferro, integrando il trasporto pubblico su treno con quello sugli autobus.

advertisement

Sarà un salto di qualità per la città che finalmente vedrà realizzato un obiettivo strategico di cui si parla da molti anni – sottolinea il Sindaco Lutzu -. Un obiettivo altrettanto importante, in linea con le finalità del Programma Oristano est, è la riqualificazione dell’area della stazione ferroviaria e delle sue pertinenze al fine di ricucire un tessuto urbano che da anni vive una condizione di degrado”.

“I lavori sono in fase molto avanzata – aggiunge l’Assessore Pinna. La corte centrale con stazione di scambio e spazio pubblico, circondata da un piazzale con le aree di arrivo e partenza degli autobus urbani ed extraurbani, per i taxi e per i parcheggi a raso dei mezzi privati con una capienza per 56 auto è praticamente ultimata.  

A questi servizi si sommano altri posti auto disponibili in via Nuoro e via Meucci. Altre aree di sosta saranno disponibili per le biciclette e i motocicli, mentre ai taxi saranno riservati 9 stalli. Nel complesso l’intervento interessa una superficie di 11 mila 750 metri quadrati. Un’altra importante caratteristica del progetto è la prosecuzione del tunnel che consentirà di mettere in collegamento la stazione ferroviaria con il centro intermodale favorendo un agevole accesso da parte dei passeggeri che potranno così raggiungere facilmente il mezzo di trasporto da utilizzare (treno, bus, auto, moto, bici)”.

Origini del progetto

L’opera, finanziata con il POR 2014-2020, risale al 2008 quando Regione, Provincia e Comune sottoscrissero un Protocollo d’Intesa per la realizzazione dello studio di fattibilità. Al progetto la Regione inizialmente destinò un finanziamento di 8 milioni di euro, ma nel 2015 la stessa Regione approvò una riprogrammazione che pur confermando la dotazione finanziaria suddivise le operazioni in due categorie a seconda della priorità, assegnando 4 milioni di euro agli interventi di priorità 1 e altri 4 milioni a quelli di priorità 2. Per il primo lotto funzionale oggi sono dunque disponibili 4 milioni di euro.