Asta di Solidarietà per ANT, 70 grandi brand donano i loro prodotti

Asta di Solidarietà per ANT
Una selezione di oggetti donati da 70 grandi brand italiani e internazionali
all’incanto per garantire cure domiciliari a migliaia di malati di tumore.

Torna online l’Asta di Solidarietà a favore dell’assistenza medica, domiciliare e gratuita ai malati di tumore organizzata dalla delegazione fiorentina di Fondazione ANT grazie alla collaborazione con la prestigiosa Casa d’Aste Galleria Pananti.

 

Da sabato 4 al 14 dicembre sul sito di Galleria Pananti www.pananti.it andrà all’incanto una straordinaria selezione di oggetti ed esperienze che spaziano dalla moda allo sport, dal collezionismo all’enogastronomia di alta fascia.

advertisement

 

La manifestazione vuole rappresentare al meglio il connubio tra arte, solidarietà e lusso, garantito da oltre 70 grandi brand italiani e internazionali che hanno scelto di donare i loro prodotti a sostegno delle attività gratuite di assistenza domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica che Fondazione ANT porta avanti in tante parti d’Italia.

Tra le aziende partecipanti ricordiamo: Hogan, Tod’s, Bally, Aquazzurra, Gianfranco Lotti, Gucci, Gherardini, Ermanno Scervino, Salvatore Ferragamo, Stefano Ricci, Brunello Cucinelli, Fani Gioielli, Serapian, Mont Blanc, Paolo Penko, Enoteca Pinchiorri, Banfi, Ferrari, Colle Bereto, Frescobaldi, Hanro, Revitalash, Dermo28 e molti altri.

Tra i 112 lotti disponibili spiccano splendidi accessori come borse, collane, portafogli e occhiali griffati, gioielli, profumi e oggetti di alta oreficeria. Non mancano vini pregiati, confezioni di prodotti gastronomici di nicchia, cene esclusive e un soggiorno a Dubai. Saranno particolarmente apprezzati dagli sportivi i lotti donati dall’ACF Fiorentina con la maglietta da gara autografata da Nicolás González e un pallone autografato da tutti i giocatori della prima squadra.

Il successo strepitoso dell’anno passato ci ha convinti a mantenere questo appuntamento prenatalizio online, un’occasione speciale per stare vicini alla Fondazione che anche in questi mesi difficili non ha mai fatto mancare assistenza, supporto e cure a 10.000 persone malate di tumore e alle loro famiglie in tante parti d’Italia – commenta il Delegato fiorentino della Fondazione ANT Simone Martini, che prosegue – Un lavoro essenziale, riconosciuto anche dal recente Premio al Volontario che ci è stato conferito in Senato, che come ANT possiamo portare avanti solo grazie alla generosità di tante persone, privati cittadini, aziende ed enti, che ogni anno sono al nostro fianco in questo percorso.

Charity for ANT è possibile grazie alla collaborazione di Galleria Pananti Casa d’Aste, Banca Passadore & Co., Petroli Firenze, Banca Cambiano, Leo France, Fani Gioielli, Salvatore Ferragamo, Roy Rogers, StarHotels,  Andrea Duranti, Sammontana, Rorandelli, Intesa Sanpaolo, Le Vanità, Silvia Group e Business Strategies.  Un particolare ringraziamento ai componenti del comitato d’onore Patrizia Bacci Biondi, Paola Calosi, Aldo Fittante, Jacopo Durazzani, Elisabetta Fabbri, Marinella Fani, Louise Ferragamo, Agnese Landini, Titti Giuliani Foti, Carlo Meli, Francesca Pinzauti, Silvia Quiroga, Toni Scervino e Sara Funaro. Tutti i fondi raccolti saranno devoluti a sostegno delle attività gratuite di assistenza medico-specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica di Fondazione ANT. La struttura sanitaria di ANT nella regione Toscana è composta da 9 medici, 1 nutrizionista, 8 infermieri e 5 psicologhe.

 

Per informazioni è possibile contattare il numero 055 5000210 oppure consultare il sito www.ant.it/toscana nella sezione iniziative in corso.

Profilo Fondazione ANT Italia ONLUS

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato oltre 144.000 persone in 11 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria).

Ogni anno oltre 10.000 persone vengono assistite nelle loro case da 23 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 491 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario.

Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore.

ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente 225.000 pazienti in 88 province italiane. Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione.

Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 111 delegazioni e 64 “da Cuore a Cuore – Charity Point” (luoghi rivolti alla raccolta fondi, ma anche allo sviluppo di idee, progetti e relazioni), dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di sensibilizzazione.

Prendendo come riferimento il 2020, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati (29%) al contributo del 5×1000 (25%) a lasciti e donazioni (20%). Il 19% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici. Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro.

La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 nella categoria del volontariato. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità).