Strade dello Zafferano di Sardegna DOP chiude il primo appuntamento

A San Gavino Monreale si è appena concluso il primo appuntamento della Rassegna Delle Strade dello Zafferano di Sardegna DOP.

La manifestazione è stata organizzata dalla rete dei comuni di Turri, San Gavino Monreale e Villanovafranca, sostenuta dalla Fondazione di Sardegna e dall’Assessorato alla Cultura della regione Sardegna, con il coordinamento organizzativo dell‘Associazione Enti Locali.

 

Il primo appuntamento della Rassegna, che nelle prossime settimane coinvolgerà gli altri due Comuni della Rete (Turri e Villanovafranca) ha rispettato le attese della vigilia e nonostante l’allerta meteo che ha reso difficile la situazione nelle aree del Sud Sardegna e adombrato d’incognite anche lo stesso svolgimento della manifestazione sangavinese ha mostrato importanti segnali di ripartenza per tutto il settore degli eventi turisti ed enogastronomici.

“L’idea – ci racconta a manifestazione conclusa Nicola Ennas, Assessore ai Grandi Eventi al turismo e all’Agricoltura del Comune di San Gavino Monreale – era quella di far ripartire gli eventi in presenza dopo un anno di pausa data dal Covid con una XXI Mostra regionale dello Zafferano da far svolgere in modalità sobria e sicura. Nel corso della giornata – continua Ennas – abbiamo registrato un buon flusso di pubblico e la sera, complice il miglioramento della situazione meteorologica, le strade della cittadina si sono piacevolmente animate di turisti e curiosi”.

advertisement

La Mostra Regionale dello Zafferano 2021, inserita all’interno della rassegna delle strade dello Zafferano DOP, è stata curata come ormai tradizione dalla locale Pro Loco di San Gavino Monreale che con questa ripartenza ha dimostrato come sia possibile, per cittadini e pubbliche amministrazioni, riappropriarsi degli spazi pubblici e organizzare in totale sicurezza lo svolgimento di mostre, sagre ed eventi enogastronomici.

“La parola d’ordine di questo primo appuntamento del Festival delle Strade dello Zafferano di Sardegna DOP era ed è stata ripartenza, – conclude Ennas – le nostre comunità devono e possono ripartire. Non possiamo fermarci. L’impegno che dobbiamo assumere come Pubblica Amministrazione è certamente quello di migliorare la collaborazione con e tra le varie realtà che operano all’interno delle nostre comunità, stimolando il sostegno reciproco e auspicando che l’attivismo sociale che caratterizza i social network possa diventare sempre più reale.

Gli appuntamento del Festival delle Strade dello Zafferano continueranno nelle prossime settimane con altri eventi a tema che coinvolgeranno anche le comunità di Turri e di Villanovafranca.