“Liminal”, secondo disco del progetto Safir Nòu presentato a Cagliari

Liminal

Si terrà domani, sabato 6 novembre, a Cagliari la presentazione ufficiale di “Liminal”, secondo disco del progetto Safir Nòu guidato dal musicista e compositore Antonio Firinu.

Il concerto, organizzato dal Teatro del Sale, si terrà a partire dalle 20.30 presso la Sala Eleonora d’Arborea (in via Falzarego 15) e vedrà Firinu (alle chitarre), affiancato da Sergio Tifu al violino, Ivana Busu alla fisarmonica, synth ed elettronica, Andrea Lai al contrabbasso e Antonio Pinna alla batteria e percussioni.

Si uniranno alla formazione nel corso della serata Matteo Leone al calabash, mondòl e frame drum, Gianluca Pischedda al violoncello e Marco Caredda al vibrafono.
L’evento, a ingresso gratuito con obbligo di green pass, si aprirà con una degustazione dei vini della Cantina Sa Defenza e della Cantina Carta Filet, con una introduzione a cura del giornalista Simone Cavagnino e dell’operatore culturale Mauro Montis. A seguito delle tante richieste pervenute, la serata verrà replicata con le stesse modalità il giorno dopo (domenica 7 novembre).
“L’ultimo anno segnato dalla pandemia, il lockdown, il distanziamento sociale, la pausa infinita della condivisione e della convivialità artistica e culturale, l’impossibilità di potersi esprimere artisticamente, o di fruire della musica dal vivo, ha portato gli artisti a riflettere su quale fosse il senso di tutto questo per l’uomo, in prospettiva di cambiamento, e in direzione di una porta d’uscita”, racconta Antonio Firinu spiegando il senso del suo recente lavoro. “Tuttavia – continua –, tale condizione può aver contribuito, da un’altra prospettiva, a rivalutare se stessi, ad ascoltare di più il proprio corpo, il proprio respiro, il rumore dei pensieri che ci attraversano, i suoni che ci circondano. Le persone. Gli alberi. I sogni. I viaggi immaginari, curati nei dettagli. Così nel periodo di composizione e produzione del nuovo lavoro, l’aggettivo ‘liminale’ è quello che ha preso forma più frequentemente nella mia mente, nel tentativo di dare un senso alle esperienze e al tempo. Così ho concepito due viaggi musicali, incisi in un doppio disco, che riflettono, affrontano e descrivono proprio questa dimensione. Sono due capitoli diversi, ciascuno composto da sei brani, Waves e Sands, due aspetti dello stesso concetto, capaci di esprimere il concetto di viaggio liminale, di sospensione e di spazio dell’intermezzo.
“Liminal” è disponibile nelle principali piattaforme di streaming online (iTunes, Spotify, Google Music, Deezer e Amazon Music). A partire da lunedì 8 novembre si potrà acquistare, inoltre, presso Potente Record Store, in via San Domenico 52 a Cagliari. I giornalisti interessati possono richiedere disco e press kit all’indirizzo mail s.cavagnino@gmail.com

IL PROGETTO

Safir Nòu nasce nel 2017 da un’idea del musicista e compositore Antonio Firinu, che raccoglie nel Disco “Groundless” (Label Netlabel) una serie di composizioni strumentali di ispirazione cinematografica tra la musica da camera, post rock e world music.  Il disco ha raccolto importanti riconoscimenti da riviste e trasmissioni nazionali di settore come Rockit, Rockol, Rockerilla, OndaRock, Babylon Radio 2, e da blog internazionali. Nel 2018 esce il singolo “Sensory Overload” (MIS records) e nel dicembre 2019 il singolo “Drifting Effect”. Nell’autunno 2021 pubblica il nuovo doppio album “Liminal” per la Seahorse Recordings. La band oggi è attiva nel panorama nazionale e ha partecipato a diversi festival internazionali: Nora Jazz, European Jazz Expo, Waves festival, Calagonone Jazz, Pavese Festival, Summer is mine. Antonio Firinu ha collaborato con IOSONOUNCANE, suonando la chitarra classica nel disco “DIE”, e con Neri Marcorè per lo spettacolo-lettura dedicato a Cesare Pavese.