Il Consorzio “Due Giare” riparte dai sindaci con assemblea a Baressa

consorzio Due Giare

Il Consorzio “Due Giare” riparte dai sindaci e dagli amministratori locali del territorio, nella sede di Baressa assemblea con i primi cittadini neo eletti e i delegati dei Comuni.

Lavoriamo subito all’elezione di presidente e Consiglio d’amministrazione.

Lino Zedda, presidente

“La strada da percorrere è sempre la stessa: cultura, sport, tradizioni locali, artigianato, ambiente e gastronomia per il rilancio della zona interna.” 

In realtà l’ente territoriale, che da decenni si occupa della promozione e dello sviluppo turistico di una fetta dell’Alta Marmilla, non si è mai fermato neanche nei mesi più duri e difficili della pandemia e ha proposto una serie di iniziative, organizzate in sicurezza, che hanno animato le piccole comunità locali.

advertisement

Ma ora è il momento di programmare le iniziative future e di farlo, soprattutto, dopo l’ultima tornata elettorale per il rinnovo dei consigli comunali, che ha interessato quattro municipi, facenti parte del Consorzio Turistico. 

Ecco perché nella sede dello stesso Consorzio, a Baressa, si è riunita l’assemblea delle Due Giare alla presenza dei nuovi sindaci e dei delegati dei vari comuni.

Dodici amministrazioni pronte a lavorare insieme, che presto diventeranno tredici. Nelle prossime settimane verrà infatti formalizzato anche l’ingresso nelle “Due Giare” del Comune di Villa Sant’Antonio.

<Ci aspetta subito il rinnovo degli organi direttivi, ovvero l’elezione del presidente e del nuovo Consiglio d’amministrazione>, ha ricordato il presidente uscente e ora delegato del Comune di Baradili Lino Zedda, <auspichiamo come sempre una massima condivisione dopo un ragionamento, che faremo, tutti insieme, nei prossimi giorni>.

GLI AMMINISTRATORI

All’assemblea, presieduta dal presidente Zedda e coadiuvato dalla segretaria Maria Bonaria Scala, erano presenti i sindaci di Curcuris Raffaele Pilloni, di Gonnosnò Ignazio Peis e di Sini Biagio Atzori e i delegati di Baressa Mirko Pisu, di Pompu Ilenia Ardu e di Sini Ottavio Serra. Quindi i nuovi ingressi. La neo sindaca di Baradili Maria Anna Camedda, il nuovo primo cittadino di Senis Salvatore Soi e il neo sindaco di Albagiara Marcello Pilloni. <Un benvenuto ai nuovi amministratori e a tutti noi auguri di buon lavoro>, ha aggiunto il presidente Zedda, che ha anche annunciato: <Presto avremo in assemblea anche il Comune di Villa Sant’Antonio, che ha scelto di entrare nel Consorzio. Manca solo il passaggio ufficiale della rettifica dell’ingresso nel loro Consiglio comunale>.

I FONDI

Non è mancata l’analisi di un argomento spinoso. Zedda ha ricordato ai colleghi sindaci e amministratori la difficile situazione finanziaria dell’ente: <La Regione non ci ha ancora trasferito le somme dovute per il 2020 e per il 2021, nonostante ci sia una legge regionale che lo preveda. Non sono serviti lettere, sollecitazioni, incontri. Stiamo valutando un ricorso per vie legali>.

I PROGETTI

Poi si è parlato di progetti. L’assemblea ha votato all’unanimità il sostegno del Consorzio alle associazioni culturali “Palazzo d’Inverno” e “Tragodia” per la presentazione dei loro progetti alla Fondazione di Sardegna. Infine sempre il presidente Zedda ha annunciato la possibile installazione di una mostra multimediale, corredata anche da tanti video, a cura dell’associazione “Su Palatu Fotografia”, sui sindaci del territorio nei locali del centro di produzione culturale “Move The Box” di Villa Verde.