Fordongianus. Contratto di Lago Omodeo: fissato il 3° evento del percorso partecipativo

Lago Omodeo

Fordongianus. Contratto di Lago Omodeo: fissato il 3° evento del percorso partecipativo

Si terrà il 26 novembre 2021, dalle ore 9:00 alle ore 13:00, il terzo incontro del processo partecipativo del Contratto di Lago Omodeo.

Dopo i temi della qualità delle acque e della valorizzazione ambientale, ai quali sono stati dedicati rispettivamente il primo e secondo incontro partecipativo, il prossimo appuntamento è intitolato “gestione sostenibile dei rischi da alluvione e da dinamica geomorfologica” e affronterà un’altra tematica chiave legata alla gestione sostenibile delle acque del Lago Omodeo e alle problematiche ambientali dei territori limitrofi.

Lago Omodeo

advertisement

Promosso dalle Unioni dei Comuni del Guilcier e del Barigadu, il Contratto di Lago Omodeo si configura come un processo di programmazione negoziata e partecipata finalizzato alla riqualificazione del bacino idrografico del lago Omodeo. Il cuore propulsivo dell’iniziativa è infatti rappresentato dallo studio sullo stato delle acque del bacino artificiale e dalla progettazione delle misure di bonifica delle stesse.

L’impulso delle due unioni dei Comuni è stato recepito dalla Regione Sardegna che, con l’art. 5, comma 26, della L.R. n.48/2018, ha approvato la programmazione delle risorse regionali per le annualità 2019, 2020 e 2021 da destinare per gli studi necessari alle bonifiche sul lago Omodeo e avviare la costituzione del relativo Contratto di lago.

I processi di avvio e definizione dei Contratti di lago sono illustrati dalla Carta nazionale dei Contratti di fiume del 2012, la quale definisce tali processi come intrinsecamente collegati con le peculiarità dei bacini idrografici e dei territori limitrofi. Pertanto, l’elaborazione dei Contratti di lago non può essere intesa come un processo calato dall’alto, ma deve essere necessariamente definita in stretta correlazione con le esigenze e i fabbisogni delle cittadinanze e dei territori di riferimento.

Da qui nasce la scelta delle Unioni dei Comuni del Guilcier e del Barigadu di coinvolgere i soggetti interessati alla gestione delle acque del lago Omodeo in un percorso partecipativo, ossia in un percorso di confronto e dialogo strutturato capace di coinvolgere in maniera attiva i potenziali beneficiari delle azioni future del Contratto di Lago Omodeo.  Il fine è quello di costruire una vera e propria democrazia locale partecipata intorno al progetto, permettendo alle comunità e ai cittadini di diventare parti integranti delle politiche di sviluppo e rilancio del territorio.