Cagliari: sequestrati beni archeologici greco-romani – VIDEO

Nel corso della serata del 4 novembre gli investigatori della Squadra di P.G. del Commissariato di Cagliari, hanno sequestrato vari oggetti di interesse archeologico non censito.

Nel corso della perquisizione nei confronti di un collezionista quartese, di professione pescatore, i poliziotti hanno trovato 4 anfore della misura di cm. 110/120 cm, 4 brocche, 5 ciotole, un vaso e una pentola.

I beni di assoluto valore storico, sottoposti preliminarmente al vaglio Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana della Città di Cagliari, risalirebbero al IV Secolo D.C. e sarebbero di fattura greco – romana.

Sebbene non destinati alla vendita, immessi nel mercato nero avrebbero potuto fruttare circa 200.000 euro.

Sono in corso ulteriori approfondimenti per cercare di individuare la provenienza degli stessi, certamente recuperati in aree marine allo stato ignote.

advertisement

La Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio è stata incaricata dall’Autorità Giudiziaria  ai fini della valutazione del valore storico artistico dei beni.

Il detentore, privo di precedenti penali, è stato indagato per ricettazione e per possesso di beni culturali di interesse storico appartenenti allo Stato.