“Autunno in Barbagia 2021”, Sas Cortes de Gràssia

È stata presentata stamattina in Comune a Nuoro la manifestazione Autunno in Barbagia 2021 – Sas Cortes de Gràssia, in programma sabato 27 e domenica 28 novembre. Presenti l’assessora alle Attività produttive Eleonora Angheleddu, il presidente dell’Aspen Roberto Cadeddu, Chiara Manca, curatrice della mostra dell’arte e artigianato, e Maura Fancello, responsabile di We Are Shardana, che ha sviluppato il sito web dedicato all’evento.

«Nell’anno in cui celebriamo Grazia Deledda – ha esordito l’assessora Angheleddu – abbiamo voluto incentrare sulla sua figura l’intera manifestazione, a partire dal titolo “Sas Cortes de Gràssia”. Tutti gli operatori che partecipano hanno aderito a questa volontà e tutte le loro esposizioni artigianali, artistiche, enogastronomiche, così come le altre iniziative in programma, saranno dedicate alla nostra illustre concittadina».

A differenza delle scorse edizioni, gli eventi saranno ospitati in punti specifici della città per evitare rischi legati alla pandemia. «Sarà un’edizione diversa – ha spiegato l’assessora -, ma non abbiamo voluto rinunciare a organizzarla per dare un segnale di ripresa e speranza alla comunità e alle attività produttive e culturali della città».

Gli eventi per adulti e bambini

Gli eventi in programma sono rivolti a tutte le fasce d’età. Si va dalla sesta edizione di Coros in Cresia, che vedrà protagonisti i cori nuoresi, alla rievocazione de su cojubiu nugoresu riproposto come raccontato in tutte le sue fasi da Grazia Deledda, compreso il rito de Sa Serenada, per assistere alla quale sarà necessaria la prenotazione gratuita sul sito della manifestazione.

advertisement

Per bambini e ragazzi, invece, sono stati allestiti diversi spazi ludico-didattici e organizzata la “Caccia al Nobel“, iniziativa che coinvolgerà gli alunni delle scuole elementari, accompagnati da insegnanti e alunni dell’Itc “Satta”, in un percorso alla scoperta dell’opera letteraria della Deledda che transitando per le case dei personaggi illustri di Nuoro li condurrà alla casa natale del premio Nobel.

Riguardo alla somministrazione di cibi, prodotti tipici e bevande, l’assessora ha spiegato che per ragione legate sempre all’emergenza sanitaria «non è stato possibile dislocare i punti ristoro lungo le strade. Gli operatori saranno ospitati nelle piazze Vittorio Emanuele e Su Connottu, dove il flusso dei visitatori è più gestibile».

We Are Shardana

Quest’anno l’amministrazione non ha stampato materiale informativo cartaceo. «Ci siamo affidati alla startup We Are Shardana, che ha sviluppato il sito web dedicato, facilmente consultabile anche sullo smartphone, dove è riportato tutto il programma e dove è possibile consultare una mappa interattiva con tutte le informazioni riguardo gli eventi e i luoghi di interesse.

Mi piace sottolineare – ha detto l’assessora Angheleddu – che si tratta di una startup creata da giovani nuoresi, così come nuorese è Chiara Manca, della galleria Manca Spazio, a cui abbiamo chiesto di organizzare e allestire gli spazi espositivi della manifestazione. È stato un grande sforzo organizzativo – ha continuato – per il quale voglio rivolgere un sentito ringraziamento anche tutto il personale del Comune che si è impegnato senza sosta».

«Dopo l’annullamento per il Covid delle ultime edizioni – ha affermato il presidente dell’Aspen Roberto Cadeddu – stiamo cercando di rilanciare Autunno in Barbagia.

Ringrazio il Comune di Nuoro che ha avuto il coraggio di organizzare l’evento. Naturalmente – ha aggiunto – è importante che ci sia la massima attenzione nell’osservanza delle regole da parte dei visitatori e degli operatori. Non vogliamo che la manifestazione possa avere effetti sulla diffusione del virus».

L’assessora Angheleddu ha spiegato che riguardo a questo aspetto il Comune ha messo in piedi un servizio di controllo, ma naturalmente «si confida molto nel senso di responsabilità di tutti».