Sassari. Una staffetta per il Milite Ignoto

Milite Ignoto

Sassari. Una staffetta per il Milite Ignoto

Al via in Sardegna la manifestazione sportiva organizzata dal Comando Forze Operative Sud di Napoli per celebrare il 100° anniversario della traslazione del Milite Ignoto

Nell’ambito delle iniziative per la celebrazione del “100° anniversario della traslazione della salma del Milite Ignoto”, al fine di rievocare lo storico viaggio della salma del soldato sconosciuto, divenuto simbolo dei tanti caduti durante la Prima guerra mondiale, il Comando Forze Operative Sud di Napoli, nelle giornate del 26 e 27 ottobre 2021, ha organizzato una manifestazione sportiva non competitiva a carattere addestrativo denominata “Una staffetta per il Milite Ignoto”.

L’evento, che avrà la durata di ventiquattro ore, si svolgerà anche in Sardegna lungo itinerari che interesseranno le città di Cagliari e Sassari, Macomer e l’area di Capo Teulada.

advertisement

Ai nastri di partenza, con frazioni di mezz’ora di corsa ciascuno, gli staffettisti della Brigata “Sassari”, del Comando Militare Esercito “Sardegna” e del 14° Reparto infrastrutture, ma anche loro familiari, simpatizzanti e componenti di Associazione Sportive Dilettantistiche locali.

A Sassari, in particolare, la staffetta prenderà il via martedì 26 ottobre, alle 10, da Piazza Castello dove, poco prima, un picchetto d’onore della Brigata “Sassari” renderà gli onori ai caduti con la deposizione di una corona d’alloro ai piedi del monumento di fronte alla caserma “La Marmora”, sede del Comando Brigata. Protagonisti della gara saranno i militari del Comando Brigata “Sassari”, del 152° reggimento fanteria e del Reparto Comando e Supporti Tattici che, con indosso la maglia celebrativa della manifestazione, effettueranno più volte un percorso di circa sei chilometri che si snoderà tra le vie della città, passando davanti ai principali edifici e monumenti del centro storico di Sassari.

Il testimone, rappresentato dal tricolore italiano, simbolo dell’unità nazionale, passerà nelle mani di atleti dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Esercito Brigata “Sassari” e della Federazione Italiana di Atletica Leggera – Comitato provinciale di Sassari che, scambiandolo con i “sassarini”, lo faranno sventolare lungo la Strada provinciale 60 (Buddi Buddi) che porta fino a Platamona e, durante l’arco notturno, nelle corsie della pista di atletica dello “Stadio dei Pini – Tonino Siddi” di via Poligono. Il 26 ottobre, a salutare la partenza del primo tedoforo, ci sarà anche il comandante della Brigata “Sassari”, generale Giuseppe Bossa, insieme alle più alte cariche istituzionali del territorio e a numerose scolaresche.

Nella due giorni della manifestazione sarà allestita in Piazza Castello una mostra statica di mezzi e materiali dell’Esercito. Un infoteam della “Sassari” illustrerà le opportunità professionali che l’Esercito mette a disposizione dei giovani mentre, in un apposito infopoint, sarà possibile prenotare una visita guidata nella sale del museo storico della Brigata in cui sono custodite le tradizioni dei leggendari “Diavoli Rossi”, dalle origini dei loro gloriosi reggimenti fino ai più recenti impegni operativi all’estero.

All’arrivo della staffetta, previsto alle 10 dell’indomani, sempre in Piazza Castello, ci sarà l’esibizione della banda musicale della Brigata “Sassari” che oltre a “Dimonios”, il celebre inno dei “Diavoli rossi”, interpreterà i brani più significativi che fecero da cornice all’epoca del Primo conflitto mondiale.