Rally delle Marche: primo atto del Challenge Raceday Terra

HP Sport RRT e Trevisani al via del Rally delle Marche primo atto dello Challenge Raceday Terra.

Le colline marchigiane saranno il palcoscenico della nuova stagione del Challenge
Raceday Rally Terra con il Rally delle Marche che aprirà di fatto la stagione e vedrà HP
Sport RRT impegnata con Jacopo Trevisani.

Il portacolori della struttura laziale affronterà la serie su terra giunta alla sua quattordicesima edizione al volante della Skoda Fabia Evo2 della GF Racing con Andrea Marchesini alle note, gommata MRF.

La gara che si annuncia come da tradizione estremamente competitiva, vedrà Trevisani impegnato nel far ruotare nel migliore dei modi i meccanismi necessari alfine di competere per un posto al sole.

advertisement

“E’ una gara che ho già disputato diverse volte, mi piace, veloce, dove è
necessario tenere sempre alta la guardia perché comunque insidiosa, spero di partire con
il piede giusto”.

Diverse le novità per quanto concerne l’edizione 2021 del Rally delle
Marche, la prima riguarda lo svolgimento al sabato anziché la domenica, per rendere
agevole il rientro di piloti e squadre alla domenica.

Novità anche sul tema del percorso

Due prove speciali diverse, di cui una inedita, da effettuare tre volte, format che
ricalca le edizioni passate, come per la logistica che rimane a Cingoli con il Parco di
Assistenza, previsto nella zona degli impianti sportivi, la partenza ed anche l’arrivo.

Queste le prove speciali della gara

PS 1-3-5 “Castelletta” (km 10,090): prova speciale già effettuata in passato in questa conformazione e che ricalca in buona parte la prova “Dei Laghi” in senso inverso. PS 2-4-6 “Valcarecce” (km 5,610): Valcarecce: prova mai effettuata in questa conformazione ed è la “piesse “Colognola” del Rally Adriatico effettuata in senso inverso.

La lunghezza totale del percorso è di 215 km di cui 47 saranno di Prove Speciali.