Olbia: Campionati del Mondo Juniores. Azzurri con il pensiero alla gara a squadre

La quarta giornata dei campionati del mondo juniores a Olbia è stata avara di sorrisi per la squadra azzurra, arrivata con due atleti agli ottavi di finale senza riuscire però ad andare più in là.

La quarta giornata dei campionati del mondo juniores a Olbia è stata avara di
sorrisi per la squadra azzurra, arrivata con due atleti agli ottavi di finale senza
riuscire però ad andare più in là.

Agli ottavi è arrivata Carolina Mengucci che nei 78 kg ha vinto sulla mongola
Khuslen Otgonbayar prima di essere fermata dalla francese Liz Ngelebeya. Ed è
arrivata agli ottavi anche Asya Tavano nei +78 kg in virtù di un sorteggio
privilegiato dal ruolo di testa di serie, poi si è fermata di fronte all’ucraina Ruslana
Bulavina.

Subito eliminati purtroppo Jean Carletti nei 100 kg con il canadese Ian Ryder,
Lorenzo Turini nei +100 kg con il finlandese Karl Priilinn Turk, Lorenzo Rossi nei
+100 kg con il serbo Igor Vracar ed Erica Simonetti nei +78 kg con l’uzbeca
Fotima Kuramboeva.

advertisement

“Oggi non è andata come auspicavamo e come sarebbe potuta andare -ha detto
Corrado Bongiorno- si sono create situazioni complicate che non abbiamo saputo
risolvere in tempo reale, ma questo è un elemento che fa parte del gioco.
Crediamo in questi ragazzi, anzi avremmo bisogno di poterci lavorare assieme più
dei tre giorni in cui li vediamo prima delle gare. In ogni caso adesso dobbiamo
pensare a domani, c’è la gara a squadre ed è un appuntamento importante cui
teniamo molto ed anche se rimaniamo consapevoli delle difficoltà siamo certi che
daremo il massimo”.

Il tabellone della gara a squadre ha posto il Kazakistan di fronte alla squadra azzurra mista al primo turno e, per quanto incerto e difficile, è un incontro che porta ai quarti con
la prospettiva di accedere così al final-block.

La cerimonia delle premiazioni ha riservato un angolo speciale per il sindaco di Olbia Settimo Settimo Nizzi e per il presidente IJF Marius Vizer, mentre la categoria dei 78 kg è stata effettuata dall’olimpionico Elio Verde.

Così come per la premiazione dei 73 kg di giovedì scorso, ad effettuarla sono stati Maria Centracchio e l’ospite d’onore Franco Capelletti.

Risultati 4ª giornata:

-78: 1. Anna Monta Olek (Ger), 2. Yael Van Heemst (Ned), 3. Raffaela Igl (Ger) e
Eliza Ramos (Bra)
+78: 1. Coralie Haime (Fra), 2. Marit Kamps (Ned), 3. Hilal Ozturk (Tur) e Lea
Fontaine (Fra)
-100: 1. Ilia Sulamanidze (Geo), 2. Sukhrob Rajabov (Uzb), 3. Matvey Kanikovskiy
(Rus) e Utkirbek Turoboyev (Uzb)
+100: 1. Saba Inaneishvili (Geo), 2. Richard Sipocz (Hun), 3. Irakli Demetrashvili
(Geo) e Yvo Witassek (Ger)

(12:00) La quarta giornata dei campionati del mondo juniores a Olbia è stata
avara di sorrisi per la squadra azzurra, arrivata con due atleti agli ottavi di finale
senza riuscire però ad andare più in là.

Agli ottavi è arrivata Carolina Mengucci che nei 78 kg ha vinto sulla mongola Khuslen
Otgonbayar prima di essere fermata dalla francese Liz Ngelebeya. Ed è arrivata agli ottavi anche Asya Tavano nei +78 kg in virtù di un sorteggio privilegiato dal ruolo di testa di serie, poi si è fermata di fronte all’ucraina Ruslana Bulavina.

Subito eliminati purtroppo Jean Carletti nei 100 kg con il canadese Ian Ryder, Lorenzo Turini nei +100 kg con il finlandese Karl Priilinn Turk, Lorenzo Rossi nei +100 kg con il serbo Igor Vracar ed Erica Simonetti nei +78 kg con l’uzbeca Fotima Kuramboeva.

“Oggi non è andata come auspicavamo e come sarebbe potuta andare -ha detto il tecnico azzurro Corrado Bongiorno- si sono create situazioni complicate che non abbiamo saputo risolvere in tempo reale, ma questo è un elemento che fa parte del gioco. Crediamo in questi ragazzi, anzi avremmo bisogno di poterci lavorare assieme più dei tre giorni in cui li vediamo prima delle gare. In ogni caso adesso dobbiamo pensare a domani, c’è la gara a squadre ed è un appuntamento importante cui teniamo molto ed anche se rimaniamo consapevoli delle difficoltà siamo certi che daremo il massimo”.

Il tabellone della gara a squadre ha posto il Kazakistan di fronte alla squadra azzurra mista al primo turno e, per quanto incerto e difficile, è un incontro che porta ai quarti con la prospettiva di accedere così al final-block