No deposito scorie: esposizione a Barcellona

Il tema delle deposito di rifiuti radioattivi in Sardegna approda a Barcellona con l'esposizione TIERRA, curata da Herman Bashiron Mendolicchio, visitabile nella galleria Espai Souvenir dal 7 al 28 Ottobre 2021.

Il tema delle deposito di rifiuti radioattivi in Sardegna approda a Barcellona con l’esposizione TIERRA, curata da Herman Bashiron Mendolicchio, visitabile nella galleria Espai Souvenir dal 7 al 28 Ottobre 2021. Il progetto TIERRA riunisce Thomas Keis, Ivana Pinna, Enya Idda che presentano le storie recenti di due specifici territori, Sardegna e Catalunia, dove l’intervento umano potrebbe minacciare direttamente l’ecosistema naturale.

Thomas Keys e Ivana Pinna portano le tracce della loro performance partecipativa FRAGILE,
tenutasi nell’estate del 2021 durante l’evento/presidio HUB Sardinia – Caminu a Su Connottu organizzato da IVYnode nel territorio di Nurri, una delle aree ritenute idonee per la costruzione del deposito di scorie radioattive in Sardegna.

advertisement

Nello stesso periodo anche l’area naturale protetta del Delta del Llobregat in Catalogna era stata minacciata dal progetto di ampliamento dell’aeroporto. La grande mobilitazione della comunità locale, attiva con manifestazioni e progetti di sensibilizzazione della popolazione, ha allontanato per il momento questa minaccia.

Nella Galleria Souvenir la terra del El Prat e quella di Nurri si incontrano, narrando le proprie storie singolari, e rappresentando allo stesso tempo l’attuale lotta universale degli ecosistemi naturali.

In questo fragile paesaggio, l’artista Enya Idda, presente anch’essa all’HUB Sardinia, colloca le sue sculture in argilla, “Il Popolo della Terra”, realizzate con l’argilla di Nurri e con l’argilla del Delta de Llobregat, che in silenzio osservano e proteggono, come antichi guardiani, tutti i territori.

La sacralità dell’ecosistema naturale, la centralità della terra come datrice di vita e il restauro della vecchia alleanza basata sul rispetto, la cura e l’apprendimento reciproco tra terra e uomo, sono messe in evidenza attraverso gli oggetti, le immagini e i dettagli creativi disseminati nel spazio della galleria.

Il tema dei rifiuti di Scorie Radioattive in Sardegna è ancora aperto. Il 5 Luglio si è conclusa la prima fase con le osservazioni e le proposte tecniche pervenute alla Sogin. Attualmente è in corso il Seminario Nazionale con le regioni e tutti gli enti coinvolti; la regione Sardegna ha già esposto le sue posizioni alla fine di Settembre. Una volta conclusi gli incontri nel mese di Dicembre dovrebbe iniziare la fase 2 di individuazione del sito.