La prima “giornata della meraviglia” il 17 ottobre ad Alghero 

giornata della meraviglia

Domenica 17 ottobre anche Alghero partecipa alla prima “Giornata della Meraviglia” promossa in campo nazionale da Marco Rodari Claun “Il Pimpa” con l’Associazione “Per Far Sorridere il Cielo”.

L’iniziativa si terrà in più di 40 piazze italiane ed inoltre in Siria, in Iraq e nella Striscia di Gaza.

 

Laboratori e spettacoli per bambini caratterizzeranno la giornata, alcune attività sono comuni a tutte le piazze, come il laboratorio “Le dodici “fatiche” dei Bimbi della guerra” per sensibilizzare sulle problematiche legate ai bambini che vivono nelle zone di guerra.

Questo progetto, oltre a regalare un momento di Meraviglia a tutti i bambini, nasce per sensibilizzare tutti quanti sul fatto che ogni bambino debba poter godere del dono grande della Meraviglia, così da poter crescere esercitando la propria curiosità ed esprimendo la propria fantasia.

advertisement

Tutto questo purtroppo è negato ai bimbi che vivono la guerra, che spesso hanno come unico loro orizzonte le macerie dei conflitti.

Tener viva la Meraviglia del Bambino fa sì che egli stesso possa andare oltre le macerie così da immaginare un mondo quantomeno diverso, alternativo alla desolata distruzione che quotidianamente lo circonda, convinti che un Bimbo a cui regali Meraviglia, diventa portatore sano di Pace.

L’appuntamento ad Alghero si terrà domenica 17 ottobre in piazza del Mercato nel quartiere della Pietraia a partire dalle ore 17.00 con laboratori rivolti ai bambini, seguirà la narrazione di fiabe a cura di Enedina Sanna (ore 18.00), laboratorio di giocoleria con Paola Cannoni (ore 19.00) e infine alle 20.00 le artistiche bolle di sapone con Fulvio Riu, in collaborazione con Tricirco.

Le offerte raccolte andranno a sostenere il progetto “Una Meraviglia di Scuola” che permette a 200 bambini di frequentare la scuola materna nella Striscia di Gaza.

L’evento è organizzato da “Archivi del Sud Eventi”. Si rispetteranno le normative anti Covid in vigore per spazi all’aperto.