Weekend ecologico di successo a Santu Lussurgiu

Weekend ecologico di successo a Santu Lussurgiu

Il weekend appena trascorso, quello di sabato 18 e domenica 19 settembre, ha visto un lodevole impegno di cittadini, amministratori e volontari a Santu Lussurgiu, tutti spalla a spalla per l’iniziativa “Ripuliamo il Montiferru”.

Vedere le zone del Montiferru macchiate di nero è già di per se uno shock che fa sentire ancora aperte le ferite causate dal terribile incendio di fine luglio. Passeggiare per le campagne e notare la quantità di spazzatura che si nascondeva sotto quell’indimenticabile vegetazione che sino a fine luglio garantiva respiro, ristoro e senso estetico a chiunque passasse per quei territori, crea un senso di amarezza per cui si rimane attoniti.

Affinché si potesse restituire un po’ di rispetto a quell’incantevole angolo di Sardegna e le persone che ci vivono, è stato organizzato un weekend all’insegna dell’ecologia a Santu Lussurgiu.

advertisement

Decine di persone tra cui cittadini, amministratori e gruppi di volontari, a Santu Lussurgiu, hanno voluto dire basta all’atteggiamento di chi non si cura di questo polmone verde e, armati di tutta l’attrezzatura necessaria, hanno raccolto i rifiuti che negli anni sono stati depositati in queste campagne.

I volontari si sono mossi da Nuoro, Olbia, Cagliari e perfino Iglesias per arrivare a Santu Lussurgiu e dare il proprio appoggio.

I risultati raggiunti non possono certamente far sentire felici: sono stati riempiti di rifiuti interi container, ritrovate migliaia di bottiglie di vetro, ferraglia di ogni genere, elettrodomestici e perfino parti di auto in quei territori che fino a poco fa erano boschi.

Certamente l’iniziativa ha dato un grande segnale mostrando che ci sono tante persone che hanno la volontà di vedere l’ambiente prospero e rigoglioso, senza rifiuti. E’ certo anche che ciò che è stato raccolto, poiché in grande quantità, non inquinerà ulteriormente.

E’ altrettanto sicuro che non ci sono solo incivili: Santu Lussurgiu è stato esempio di grande civiltà, orgoglio per la propria terra e volontà di generare un cambiamento.