Voci d’Europa, il Festival al via con i primi due concerti

Appuntamento il 15 settembre nell’ipogeo di via Libio e il 16 nel laboratorio di pasticceria Mel

 

Tanta buona musica accompagnata da delizie enogastronomiche e di pasticceria. Inizia a Porto Torres con due “gustosi” concerti aperitivo il XXXVIII Festival internazionale di musiche polifoniche Voci d’Europa.

Si comincia mercoledì 15 settembre nell’area archeologica di via Libio 53, scoperta nei primi anni duemila e valorizzata grazie alla collaborazione tra i proprietari dell’area e la Soprintendenza Abap per le Province di Sassari e Nuoro.

advertisement

Il giorno seguente, giovedì 16, un altro binomio tra polifonia e produzioni locali all’interno del laboratorio di pasticceria “Mel” in piazza Garibaldi, aperto pochi mesi fa. Entrambi gli appuntamenti inizieranno alle ore 19.00.

 

Per partecipare ai singoli eventi sarà necessaria la prenotazione via mail all’indirizzo info@vocideuropa.it o telefonando al numero 340 3083015 indicando nome, cognome e numero di telefono di ogni partecipante. L’accesso, come da normative nazionali, sarà garantito con il Green Pass.

 

Mercoledì 15 settembre l’area archeologica di via Libio 53 sarà la cornice dell’esibizione dei Chordés (Cristina Mura alla chitarra e i soprani Claudia Dolce e Amy Fanelli).

Il nome dell’ensemble, “corde” in greco, gioca sulla doppia valenza del termine che indica sia le corde della chitarra che quelle della voce umana, raffigurando un connubio tra i due strumenti dal sapore intimo e giocoso.

Il repertorio traccia un percorso nel Rinascimento toccando autori di varie parti del mondo. Cristina Mura si è perfezionata partecipando a diverse masterclass tenute dai Maestri Filomena Moretti, Frédéric Zigante, Luciano Contini, Roberto Masala, Enea Leone, Carlo Marchione e Alvaro Pierri. Claudia Dolce
 affianca diverse attività concertistiche in qualità di cantante, pianista e direttore di coro.

Dirige il Coro Giovanile dell’Associazione Musicale “Gioacchino Rossini” di Sassari. Amy Fanelli ha cantato in qualità di solista nella “Messa dell’incoronazione” per organo, coro, soli e orchestra in Do maggiore di Mozart, diplomandosi in canto lirico presso il Conservatorio di Musica “Luigi Canepa” di Sassari sotto la guida del soprano Maria Mastino. Con un piccolo ticket si potranno degustare prodotti enogastronomici e si potrà assistere alla visita guidata del sito archeologico.

 

Giovedì 16 settembre nella pasticceria laboratorio “Mel” di piazza Garibaldi risuoneranno le note dei Madrigalisti Turritani diretti da Laura Lambroni.

Il concerto intitolato “Sweet Mel…odies” sarà caratterizzato da brani che metteranno al centro il tema dei dolci piaceri della vita. L’Associazione Madrigalisti Turritani è formata da cantori il cui intento è quello di far rivivere le prassi esecutive e i capolavori della musica del passato per la riscoperta di un repertorio polifonico rinascimentale e barocco.

Si è sempre integrata a seconda del repertorio da eseguire, passando da formazione solistica a gruppo vocale da camera fino ad un massimo di sedici elementi. I Madrigalisti Turritani si sono resi protagonisti di prestigiosi concerti in Italia e all’estero, testimoniando il successo di questo ensemble vocale e valorizzando la qualità artistica del repertorio, che comprende anche composizioni di musicisti contemporanei.

L’ensemble ha partecipato alla 35° edizione del  Concorso Nazionale Corale di Quartiano, conseguendo un primo premio, un secondo premio ed un premio speciale nella categoria “Polifonia Sacra, programma Monografico e Storico”. Con un ticket degustazione sarà possibile assaggiare, al termine del concerto, le produzioni artigianali della pasticceria locale, accompagnate da un aperitivo alcolico o analcolico (da scegliere al momento della prenotazione).

 

Prosegue anche il progetto “Pass Voci d’Europa”, che nasce per sostenere il festival e coinvolgere il mondo produttivo locale, dal settore della ristorazione a quello del pernottamento, passando per le visite guidate nelle aree archeologiche e gli acquisti nelle botteghe artigianali.

Per ottenere il proprio Pass basterà effettuare una donazione minima di soli sette euro con PayPal tramite il link https://www.paypal.com/donate?hosted_button_id=VVM4QL98D75EC oppure attraverso un bonifico bancario (Intestatario: Associazione Coro Polifonico Turritano; Banca: Banco di Sardegna; IBAN: IT26A0101585030000000015137; Causale: VDE PASS – Nome e Cognome): la ricevuta della donazione  unitamente al proprio nominativo dovrà essere inviata alla mail info@vocideuropa.it.

Il ritiro avverrà in giorni e orari concordati con lo Staff. Nel pass sarà riportato un codice QR da inquadrare con lo smartphone: ogni utente potrà consultare il dettaglio delle attività inserite nel progetto, con le differenti tipologie di scontistica valide dal 15 al 19 settembre.

 

Il Festival ha, inoltre, la sua casa digitale, in italiano e in inglese: nel sito web www.vocideuropa.it sono disponibili tutte le informazioni sull’edizione 2021 di Voci d’Europa e sulla storia della manifestazione. Sono attivi anche i profili social su Facebook e Instagram (festival voci d’europa) con gli aggiornamenti sui singoli concerti.

 

Il Festival Internazionale di Musiche Polifoniche “Voci d’Europa” è organizzato dall’Associazione Coro Polifonico Turritano che si avvale del supporto della Fondazione di Sardegna, del Banco di Sardegna, del Comune di Porto Torres, dell’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna, dell’Ufficio dei Beni culturali dell’Arcidiocesi di Sassari, della Parrocchia Santi Martiri Turritani, della compagnia di navigazione Grimaldi Lines, di Andolfi Gioielli e di Marmo.it.