Open water challenge – Il Campionato del Mondo di Kite approda a Torre Grande

E’ tutto pronto per l’undicesima edizione dell’Open Water Challenge, contenitore di eventi sportivi legati al mondo acquatico.

L’evento clou sarà il Campionato del Mondo Formula Kite, preludio delle Olimpiadi di Parigi 2024, per la prima volta in Italia il format mondiale, gli atleti provenienti da tutto il mondo si daranno battaglia nelle acque del Golfo di Oristano.

A questi si aggiungeranno le gare della Paddle, Wingfoil festival che apriranno le attività del villaggio il 9 e 10 ottobre.

advertisement

Il programma.

Tra il 9 e il 10 Ottobre 2021 le acque di Torre Grande e San Giovanni di Sinis ospiteranno il Wing&Paddle Festival durante il quale si terrà la Sinis SUP Marathon, una Long Distance che porterà gli atleti a gareggiare sulle acque dell’antica città di Tharros, oggi importante sito archeologico e culturale. La gara è aperta a tutti, professionisti e amatori.

Formula Kite World Championship, il preludio di Parigi 2024.

Dall’11 al 17 Ottobre si terrà la prima tappa del FormulaKite World Championship e per la prima volta gli atleti professionisti gareggeranno seguendo il format in vigore anche a Parigi 2024, dove il Kiteboard farà il suo esordio nei Giochi Olimpici e i partecipanti si sfideranno alla ricerca di una medaglia .

Le iscrizioni contano già importanti nomi iridati, tra questi Axel Mazzella, Toni Vodisek, Julia Damasiewicz, Eleanor Aldridge, Sofia Tomasoni, Florian Gruber, Denis Taradin.

A Torre Grande saranno rappresentate tutte le nazioni, dal Cile alla Polonia, dalla Francia all’Estonia passando per l’Indonesia fino alla Nuova Zelanda.

Green Village. Durante le prime due giornate di apertura dell’Open Water Challenge, il 9 e il 10 Ottobre, sulla spiaggia di Torre Grande sorgerà il Green Village.

Sostenibilità ambientale, tutela del territorio che ci ospita e del mare che viviamo: sono queste le chiavi di volta per questa due giorni in cui gli esperti delle diverse associazioni ed enti si confronteranno con il pubblico negli spazi che prenderanno vita a pochi passi dal mare.

Gli enti presenti: IMC con Maura Baroli, Sea Me con Valeria Andreotti, il CNR-CRES con Andrea De Lucia, per Med Sea parlerà Vania Statzu. Ai talks parteciperà anche il Mauro Tuzzolino di Flag Pescando e Mauro Steri per Lega Coop. Presente anche il Ceas Oristano, la Cooperativa Sociale nel Sinis con Antonio Ricciu e la Clinica Veterinaria Due Mari con Monica Pais. Spazio anche alla cultura, al cibo con i cooking show e agli espositori nell’area dedicata al surf. Si potrà accedere liberamente alle aree dedicate mostrando il Green Pass.

L’Open Water Challenge a bordo delle navi Moby-Tirrenia e Grimaldi: gli atleti che prenderanno parte alla settimana internazionale dell’OWC e Formula Kite, potranno raggiungere la Sardegna a bordo dei traghetti con cui l’organizzazione ha concordato delle vantaggiose convenzioni.

Media e Marketing. Sui canali social dell’Open Water Challenge è già possibile seguire il percorso verso il Formula Kite World Championship, attivi tutti i canali: Facebook, Instagram, Twitter, TikTok, Twitch. La diretta della conferenza stampa si può seguire sulle pagine Facebook di OWC e Directa Sport.

Rinnovato anche l’importante co-marketing con l’ARST, i bus urbani sponsorizzeranno l’evento.

Eddy Piana, organizzatore OWC. “La tappa del Campionato del Mondo di Kiteboarding, la presenza di atleti di alto livello confermano che Oristano può e deve continuare a scegliere di alzare l’asticella ogni anno di più. Ci piace pensare che per il Kite, le Olimpiadi di Parigi 2024 partiranno proprio dal Golfo di Oristano e questo non può che inorgoglire e ricordarci che il lavoro fatto deve proseguire sulla strada già tracciata. Ringrazio la Classe Nazionale CKWI e la Federazione Italiana Vela per il sostegno.”

Sebastiano Cau, presidente ASD Eolo Beach Sports. “E’ con grande orgoglio che accogliamo il questa grande ed importante tappa mondiale, per la nostra associazione è un sogno che si realizza. Il grande impegno che Eddy ha portato avanti in questi anni viene ripagato con l’avvio di questo grande evento a cui la macchina organizzativa opera da diversi mesi.”

Fondamentale anche per quest’anno il supporto della Regione Sardegna, del Comune di Oristano, della Fondazione Oristano, Fondazione di Sardegna e della Capitaneria di Porto di Oristano- concludono Eddy Piana e Sebastiano Cau.

Mirco Babini, Presidente della Federazione Internazionale del Kiteboarding IKA e Presidente di CKWI (Classe Nazionale di Kiteboarding e Wingfoil). “Le gare si svolgeranno per la prima volta in un Campionato mondiale con il format olimpico. Si tratta di un grande occasione per l’Italia e per la Sardegna, il supporto della Classe Nazionale CKWI e la Federazione Italiana Vela è totale, a garanzia che il nostro Paese possa restare leader in questa disciplina che finalmente farà il suo ingresso ai Giochi Olimpici.”

Andrea Lutzu, Sindaco di Oristano. “Con questo appuntamento si corona una programmazione sportiva pluriennale e vediamo concretizzarsi gli sforzi compiuti con il titolo di Città europea dello sport. Un titolo che Oristano ha ampiamente meritato e che continua a produrre risultati a distanza di anni. Dalla pallavolo alla scherma, dalla pallacanestro all’equitazione sino agli sport acquatici, in ogni disciplina Oristano ha dato prova di grande professionalità e di saper unire i valori sportivi alla valorizzazione del territorio, alla crescita economica. Torre Grande, con i suoi valori ambientali che da più di 10 anni le valgono la Bandiera blu, interpreta al meglio la vocazione sportiva di Oristano e saprà confermarsi sede ideale della tappa del mondiale di Kite”.

Maria Bonaria Zedda, Assessore allo Sport del Comune di Oristano. “Il 2021 sarà ricordato a lungo negli annali sportivi oristanesi. Il mondiale di kite arriva suggella un anno ricco di grandi soddisfazioni per il nostro sport e per la nostra città. Le imprese dei nostri atleti alle olimpiadi di Tokyo e gli allori continentali della nazionale di pallavolo femminile – solo per citare i risultati più prestigiosi – hanno reso storico il 2021. Oggi ci prepariamo a un evento di valore mondiale, tappa del campionato iridato di una disciplina sportiva sempre più amata e sempre più praticata nella certezza che le prove offerte dai campioni presenti assicureranno spettacolo e valore sportivo”.

Massimiliano Sanna, Assessore al Turismo del Comune di Oristano. “Il connubio sport, turismo e ambiente con questa manifestazione conferma tutte le sue potenzialità. Oristano ci crede, ci lavora e vuole insistere, percorrendo una strada sulla quale anche la Regione sta investendo importanti risorse. Anche con il Comitato turismo della Fondazione Oristano stiamo lavorando su un progetto complessivo che punta sullo sport, sulla cultura e ambiente come fattori trainanti per la promozione turistica. I numeri di Oristano Città europea dello sport hanno confermato le potenzialità di questo territorio, la sua capacità attrattiva e le importanti ricadute economiche generate dagli eventi sportivi. Le immagini di questa manifestazione gireranno in tutto il mondo facendo conoscere le bellezze del nostro territorio”.