Il buon senso deve essere anche per i giovani

Dalla droga alla vita sessuale, dai comportamenti in famiglia a quelli con gli amici, manca una guida che metta i ragazzi o "i giovani adulti" in condizione da poter giudicare le proprie azioni in maniera un po' più razionale.

Quando si parla dei problemi della gioventù è comune sentire qualcuno che lamenta il fatto che “i giovani d’oggi non sono più come quelli di una volta”. E’ una frase che forse passa di generazione in generazione e magari sottolinea solamente il fatto che la società è in continua evoluzione, che l’emancipazione aumenta così come il senso di libertà.

Tuttavia l’attuale concetto di libertà e di emancipazione sta sconfinando nell’idea che, in nome di questi due valori, ci si possa comportare in qualsiasi maniera prescindendo dal fatto che anche gli altri hanno gli stessi diritti e quindi la libertà individuale deve comprendere quella dell’altro. Insomma, il problema “moralità” è il problema della società attuale.

Dalla droga alla vita sessuale, dai comportamenti in famiglia a quelli con gli amici, manca una guida che metta i ragazzi o “i giovani adulti” in condizione da poter giudicare le proprie azioni in maniera un po’ più razionale.

advertisement

In questo contesto, a La Maddalena, il gruppo dei volontari della fondazione La Via della Felicità, ha deciso di dare un contributo distribuendo il libro di L. Ron Hubbard da cui la fondazione prende il proprio nome, La Via della Felicità appunto.

La recente pubblicazione ad hoc per i più giovani, con una chiave moderna e adatta alla lettura perfino dei più piccoli, contiene i 21 precetti del libro riportati in maniera molto semplice. Si tratta di un codice morale, una guida al buon senso. Niente di religioso insomma, piuttosto una maniera pratica di far riflettere su quale possa essere la scelta più giusta sotto un profilo morale.

L’appuntamento sarà per la serata di martedì 21 settembre, a La Maddalena appunto. I libri verranno distribuiti gratuitamente.