I commercianti cagliaritani, stanchi della pandemia, chiedono più prevenzione

I commercianti cagliaritani, stanchi per il prolungarsi della situazione della pandemia e il variare dei protocolli da seguire, si trovano tutti d'accordo sul fatto che sia necessario responsabilizzare maggiormente la cittadinanza su cosa siano batteri e virus e come questi si diffondano.

 

I commercianti cagliaritani, nel mostrare stanchezza e affanno per il prolungarsi della situazione della pandemia e il variare dei protocolli da seguire, si trovano tutti d’accordo sul fatto che sia necessario responsabilizzare maggiormente la cittadinanza su cosa siano batteri e virus e come questi si diffondano.

Nella serata di lunedì 13 settembre infatti, i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology della Sardegna, hanno proseguito con la campagna informativa dal titolo “Stai Bene”. Questa campagna mette le persone in condizione da venire a conoscenza di cosa siano batteri e virus, come avvenga il contagio degli stessi e quali siano le misure precauzionali più efficaci per prevenirne l’ulteriore diffusione. La campagna non comprende solamente la distribuzione dei materiali, ma anche il coinvolgimento dei commercianti ai quali viene chiesto di coinvolgere i propri clienti diffondendo queste conoscenze in modo rapido ma nel contempo contribuendo a rendere i cittadini più responsabili.

advertisement

“Un oncia di prevenzione vale una tonnellata di cure” disse L. Ron Hubbard. E in effetti è la mancanza di un’accurata prevenzione ciò che hanno lamentato alcuni dei commercianti a cui i volontari hanno fatto visita: “Noi ci ritroviamo a non sapere bene come lavorare. I protocolli cambiano a seconda dei contagi ma alla fine le persone vengono impaurite anzi che educate. La vostra campagna invece mette tutti i in condizione da comprendere perché si debbano intraprendere certe misure. Ecco perché distribuirò questi materiali ai miei clienti”. Le iniziative continueranno finché si tornerà alla normalità.