Giornate Europee del Patrimonio Culturale: Olbia, Alghero, Baunei, Sassari, Sedini.

Tornano sabato 25 e domenica 26 settembre le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa.

Nelle due giornate, visite guidate, aperture straordinarie, iniziative digitali saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali e non, seguendo il tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”.

Il tema di quest’anno riveste particolare importanza in quanto vuole essere una riflessione sulla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini, includendo ogni fascia d’età, gruppi etnici, minoranze presenti sul territorio e persone con disabilità. Lo slogan “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!” è la traduzione di “Heritage: All inclusive” scelto dal Consiglio d’Europa e condiviso dai Paesi aderenti alla manifestazione.

advertisement

Nell’ambito di tale manifestazione, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Sassari e Nuoro propone le seguenti iniziative:

Olbia .  Museo Civico Archeologico

Olbia e il suo territorio: visita guidata al Museo Archeologico.

Domenica 26 settembre dalle 15.00 alle 19.00

La visita guidata racconterà attraverso l’allestimento museale l’intera storia dell’antica città di Olbia e del suo territorio, percorrendo un periodo cronologico che dal Neolitico si sviluppa sino ai giorni nostri.

Sassari.   Centro Restauro dei Beni Culturali

La Soprintendenza racconta al Centro di Restauro

Sabato 25 settembre dalle 14.00 alle 21.00

La manifestazione al Centro di Restauro prevede la presentazione delle principali attività in corso o recentemente concluse, per le diverse aree tematiche di tutela (paesaggio, patrimonio archeologico, patrimonio architettonico, patrimonio storico artistico, patrimonio demo-etno-antropologico). Saranno esposti al pubblico reperti recentemente ritrovati e restaurati, tra cui il guerriero di Nughedu S.N. e la statuina di Ercole ritrovata a Monte Oro Sassari.

Sarà inoltre possibile effettuare la visita guidata della mostra “Frammenti” e, per i più piccoli, partecipare ad attività di laboratorio  su prenotazione

Alghero.     Sant’Imbenia

La villa romana per tutti, tutti per la villa romana

Domenica 26 settembre dalle 15.30 alle 19.30

A seguito delle ricerche archeologiche condotte dalla Soprintendenza di Sassari che hanno portato alla scoperta della residenza patrizia di età romana imperiale e delle sue raffinate decorazioni si è intrapreso, in accordo con le Istituzioni interessate, un percorso volto ad assicurare la fruizione pubblica della villa.

Il progetto del CEAS Porto Conte, Centro di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità, del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta Capo caccia – Isola Piana, “Pre-occupiamoci della nostra storia”, finanziato dal Servizio SVASI dell’Assessorato Difesa Ambiente della Regione Autonoma della Sardegna, ha coinvolto cittadini, studenti e associazioni in un’azione di conoscenza e sensibilizzazione per il recupero e la valorizzazione dell’area archeologica.

L’evento prevede l’apertura al pubblico, il laboratorio di cittadinanza attiva sul futuro della villa romana attraverso l’elaborazione di questionari, il laboratorio di ricostruzione dei segni dell’uomo dall’età nuragica all’età romana, il laboratorio sulla lavorazione di mosaici, stucchi, marmi.

Baunei.     Sito di Grutta’e Janas

Archeologia pubblica a Baunei

Sabato 25 settembre 2021 dalle 16.00 alle 20.00

L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune e la ProLoco di Baunei, prevede l’apertura straordinaria del sito archeologico di Grutta’e Janas, oggetto di una campagna di scavi nel 2005, rimasta ancora inedita, e di un recente finanziamento regionale per il prosieguo della ricerca archeologica. Durante la serata saranno poi esposti i più recenti risultati delle attività di assistenza archeologica in alcuni cantieri pubblici nel territorio baunese.

Sedini.     Località Li Algasa

Le domus de janas di Li Algasa e S’Enaculadora

Sabato 25 settembre dalle 10.00 alle 14.00

 L’evento in programma prevede la visita alle domus de janas di Li Algasa e S’Enaculadora, localizzate a nord del centro abitato di Sedini a poca distanza tra esse. L’area è stata oggetto di diversi studi, e nell’ultimo anno è stata effettuata una pulizia del sottobosco e dalla vegetazione superficiale a cura degli studenti del corso “Percorso di certificazione delle competenze per la manutenzione e valorizzazione di siti artistici/culturali/ambientali” organizzato da Edugov.

All’evento i docenti del corso e gli studenti che hanno svolto le attività illustreranno i lavori eseguiti nell’area.

Si prevedono due turni di visita: il primo inizierà alle 10.00 e il secondo alle 12.00

Gli eventi sono organizzati in osservanza delle recenti disposizioni di cui all’art. 3 del Decreto-Legge 23 luglio 2021, n. 105, pertanto ove necessario potrà essere richiesta l’esibizione, in formato cartaceo o digitale, delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’art. 9 del Decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n. 87

il Sito ufficiale di Heritage Days, qui.

A questo link è attiva la ricerca eventi sul sito del Ministero della Cultura.