Federico Sirianni ospite del Festival Marina Cafè Noir a Cagliari

Federico Sirianni

Venerdì 17 settembre Federico Sirianni sarà ospite del Festival Marina Cafè Noir a Cagliari, Festival di Letterature Applicate, primo Festival letterario in Sardegna con il nuovo album “Maqroll”.

Il Festival nasce a Cagliari nel 2003, nel quartiere storico della Marina, dall’iniziativa di un gruppo di lettori e attivisti culturali, diventato poi associazione culturale Chourmo. La XIX edizione si intitola Marinai perduti, parafrasando Jean-Claude Izzo, per raccontare questi nostri tempi sospesi.

Per dare l’idea di come ci sentiamo nei mari agitati di un mondo messo alle strette dalla pandemia.

Maqroll

advertisement

Maqroll

E’ il nuovo “concept album” di Federico Sirianni, con il mare come rumore di fondo, ispirato alle avventure dell’omonimo e celebre gabbiere, raccontate nei romanzi dello scrittore colombiano Alvaro Mutis.

Cos’è un gabbiere? Un gabbiere è il marinaio che si occupa di tutto il sistema delle vele di una nave, è quello che passa la maggior parte del tempo di navigazione sull’albero più alto, è quello che vede le cose, la terra, i banchi di pesce, i capodogli, i naufraghi, prima degli altri.

Il gabbiere Maqroll è il testimone dell’incollocabilità, è l’Ulisse che, arrivato a Itaca, decide comunque di imbarcarsi di nuovo e riprendere il viaggio, “per la sola ragione del viaggio” come cantava Fabrizio De Andrè, che, per primo, ha utilizzato le parole di Alvaro Mutis in una canzone (la bellissima “Smisurata preghiera”) e a cui questo progetto si riallaccia in un immaginario filo rosso che attraversa Genova e la sua grande canzone d’autore.

“Maqroll” non è solo un disco di canzoni. L’album, infatti, è contenuto in un libro (ed. NotaMusic) che raccoglie un’antologia di scrittori, poeti, illustratori e fotografi (da Enrico Remmert a Remo Rapino, da Anna Lamberti-Bocconi  a Bruno Morchio, da Vincenzo Costantino Cinaski a Guido Catalano, da Roberto Mercadini a Martha Canfield, traduttrice e amica di Alvaro Mutis) i quali, ognuno nella propria forma espressiva, hanno contribuito a questo racconto di viaggio, definito “La ballata dell’incollocabilità”

In ultimo, “Maqroll,  gabbiere” è uno spettacolo di narrazione e canzoni diretto da Sergio Maifredi e prodotto da Teatro Pubblico Ligure, di cui è protagonista Federico Sirianni con Raffaele Rebaudengo e Filippo “FiloQ” Quaglia.

Il gabbiere è al timone di un vecchio cargo mercantile (il cosiddetto “tramp steamer”) per raccontare la condizione esistenziale dell’uomo, vista come un lungo viaggio per mare; un viaggio in cui i grandi personaggi della letteratura marina (il capitano Achab di Melville, il pescatore Santiago di Hemingway, gli ammutinati del Bounty, l’albatro ucciso dal vecchio marinaio di Coleridge) s’incrociano sulle rotte più pericolose, tra tempesta e bonaccia, tra venti avversi e mostri marini. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Pubblico Ligure e rientra nella Stagione Soriteatro 2020/2021, ideata e diretta da Sergio Maifredi.

Federico Sirianni

Ospite giovanissimo al Premio Tenco, vince in seguito il Premio della Critica al Festival Musicultura, il Premio Bindi e il Premio Lunezia Doc.
Ha pubblicato cinque album, l’ultimo dei quali “Il Santo” ha ricevuto la Menzione Speciale del Club Tenco per la manifestazione “Musica contro le mafie”.
Ha insegnato Songwriting alla Scuola Holden di Torino ed è tutor per il progetto “Cantautori nelle scuole” promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Liguria. Ha centinaia di live all’attivo e numerose collaborazioni ed è appena uscito il nuovo lavoro Maqroll, un disco-libro ispirato alle avventure del celebre marinaio gabbiere raccontato da Alvaro Mutis.