Da domani a Cagliari la 24°edizione del festival Forma e Poesia nel Jazz

Forma e Poesia nel Jazz GeGé Telesforo (2)

Al via domani (giovedì 23 settembre) a Cagliari la ventiquattresima edizione di Forma e Poesia nel Jazz. 

Il festival organizzato dall’omonima cooperativa, dopo l’applaudita anteprima di domenica scorsa all’auditorium del Conservatorio (protagonisti il duo Musica Nuda e Frida Bollani Magoni), pianta le tende per quattro sere al parco della basilica di San Saturnino, il più antico monumento paleocristiano in Sardegna, uno dei siti più belli e rappresentativi della città: un’affascinante ambientazione che aggiungerà bellezza ai concerti, resa possibile grazie alla preziosa collaborazione della Direzione regionale Musei Sardegna.

Il jazz italiano di qualità, insieme alla giusta attenzione per la scena locale, è ancora una volta il tratto caratterizzante del festival, che in questa edizione si riconosce sotto il titolo “Essere sostenibili” e un’immagine grafica che rappresenta due mani tese dalle quali fluiscono delle note musicali: sono le prime note di “Imagine”, l’iconica canzone di John Lennon, con il suo messaggio di pace e di sostenibilità rivolto all’intero pianeta, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario dell’uscita.

Nel suggestivo scenario del parco della basilica di San Saturnino si avvicenderanno nell’arco delle quattro serate il gruppo Hip Hoppes e il quartetto del cantante Gegè Telesforo (domani, giovedì 23), il Trio Boboe il trio del chitarrista Matteo Mancuso (venerdì), il quartetto della sassofonista Sophia Tomelleri e il BLast Quartet di Gavino Murgia(sabato), il trio del pianista Antonio Faraò e il progetto “Between Moons” della cantante Daniela Pes e il pianista Mario Ganau (domenica). Lo stesso spazio farà da cornice anche a due concerti pomeridiani per piano solo proposti nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio: protagonisti Enrico Zanisi (sabato) e Guido Coraddu (domenica).

advertisement

Ma non è tutto, perché il programma di Forma e Poesia nel Jazzcomprende, come sempre, anche diversi appuntamenti e iniziative collaterali. Grazie alla collaborazione dell’ARST, venerdì e sabato a mezzogiorno ritornano le incursioni musicali nei vagoni della Metropolitana leggera: a bordo Matteo Costa (contrabbasso) e Marco Pittau (tromba).

Nelle stesse mattinate, la guida escursionistica Stefania Contini, condurrà le visite in due diversi siti cagliaritani di particolare interesse naturalistico: le saline di Molentargius (venerdì) e la Sella del Diavolo. Prenotazioni al numero 3489305607. E al termine, aperitivo in jazz rispettivamente con Carla Giulia Striano (voce) e Maurizio Marzo (chitarra) e con la cantante Federica Muscas in duo.

Sabato mattina, il Parco di Villa Pollini, l’elegante edificio ottocentesco che sorge ai piedi del Colle di San Michele, nell’attuale via Jenner, ospiterà un laboratorio/concerto didattico del polistrumentista Nicola Agus sulla costruzione di strumenti musicali con materiali di recupero: un appuntamento promosso in collaborazione con ABC Sardegna e dedicato a persone con disabilità e ai bambini. Stessa ambientazione, l’indomani mattina (domenica 26), per l’aperitivo in jazz con il gruppo Mambo Django, con la partecipazione amichevole della FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) di Cagliari.


Al via domani con gli Hip Hoppes e con GeGè Telesforo

La quattro giorni di Forma e Poesia nel Jazz prende dunque il via domani(giovedì 23) con la prima serata al parco della basilica di San Saturnino. Il compito di inaugurare la serie di concerti spetta agli Hip Hoppes, formazione sarda che ha la sua colonna portante nel jazz, macontaminandolo con elementi appartenenti a un altro versante della blackmusic: l’hip-hop. Riflettori puntati a partire dalle 20 su Francesco Oppes(batteria), Carla Giulia Striano (voce), Adriano Sarais (tromba),Andrea Sanna (piano, rhodes, sintetizzatori), Gabriele Loddo (basso) eStefano Piras (dj). È dello scorso aprile la prima pubblicazione del gruppo, “Night in Tunisia“: il brano firmato da Dizzy Gillespie è riproposto in chiave hip-hop e in una forma differente da quella di uno standard jazz.

Jazz vocalist, musicista, produttore, compositore, conduttore radiotelevisivo e entertainer di grande talento, ma anche giornalista, autore, testimonial UNICEF: Gegè Telesforo è il grande protagonista del secondo set della serata (con inizio previsto alle 21). Sessanta candeline da spegnere il mese prossimo, il poliedrico artista foggiano ha attraversato trent’anni di storia della radio e della TV con garbo, leggerezza e coerente amore per la sua passione di sempre: il jazz, vissuto con la massima professionalità unita ad allegria, ritmo e piacevolezza. Cultore della musica nera, nel corso degli anni Gegè Telesforo ha collaborato con artisti di primo piano del panorama italiano e internazionale come Roberto Gatto, Danilo Rea, Rita Marcotulli, Marco Tamburini, Max Ionata, Rossana Casale, Giorgia, Stefano Di Battista, Ben Sidran, Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Clark Terry, DeeDee Bridgewater, Phil Woods, Mike Mainieri. A Cagliari si presenta alla testa di un quartetto con Domenico Sanna al piano e alle tastiere, Michele Santoleri alla batteria, e uno dei più apprezzati bassisti della scena italiana: Dario Deidda.

Biglietti e info

Per partecipare agli appuntamenti con accesso gratuito occorre prenotarsitelefonando al numero 3883899755. L’ingresso è invece a pagamento per i concerti in programma al parco della basilica di San Saturnino: i biglietti (a 21,5 euro) e gli abbonamenti per le quattro serate (a 65 euro) sono in vendita sul circuito Box Office Sardegna (info 070657428). Botteghino aperto dalle 19 al parco della Basilica di San Saturnino. Nel rispetto delle attuali norme anti Covid-19, per accedere ai concerti sarà necessario munirsi di green pass; i posti a sedere saranno limitati e distanziati.

La ventiquattresima edizione di Forma e Poesia nel Jazz è organizzata con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali), del Comune di Cagliari (Assessorato alla Cultura), del MiC – Ministero della Cultura e della Fondazione di Sardegna. Partner MiC Sardegna, ARST – MetroCagliari, Conservatorio di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina”, FIAB Cagliari, Associazione Baetorra, Tourist Smile, Sardinia Jazz Network, I-Jazz. Media partner Tiscali e Nara comunicazione.