All’Oristanese Maria Giuliana Campanelli, il primo posto al Premio Letterario Arcaista di Tarquinia

Dalla conclusione degli eventi legati al Premio Internazionale Arcaista e al Premio Letterario Arcaista, collegati al progetto a lungo termine, Tarquinia Arte EXPO Arcaista, organizzati dall’Associazione Arcaista Arte e Cultura, una poetessa sarda, l’Oristanese Maria Giuliana Campanelli, il 12 settembre scorso si è aggiudicata il primo posto assoluto per la poesia, nella sezione letteraria, con la raccolta “Funamboli tra realtà e sogno”, della Edizioni Kimerik.

Quindi, per la prima volta una poetessa sarda sul podio del Movimento internazionale Arcaista con sede a Tarquinia.
La targa del premio, alla poetessa è stato consegnato personalmente dal maestro di fama mondiale Giuliano Ottaviani pittore, scultore e orafo.
Il Movimento Arcaista, fondato nel 2006 da Massimo Stefani, che ne è tuttora il presidente, è presente in buona parte del mondo da Parigi a New York, dove gli artisti arcaisti hanno dato vita alle idee arcaiste, illustrate nel libro “La nave Arcaista” da poco pubblicato.

Solo nella Chiesa di Santa Maria in Castello, a Tarquinia, dove erano esposte le opere e i libri dei cento artisti e dei 40 autori letterari selezionati dal Movimento Arcaista, in due settimane di mostra sono entrati circa 10.000 turisti da tutto il mondo, in gran parte croceristi approdati e provenienti dal porto di Civitavecchia.
A Maria Giuliana Campanelli, abbiamo chiesto cosa abbia provato, quando ha saputo del risultato del concorso letterario: “Un’emozione immensa, prima classificata per la poesia al Concorso Letterario Arcaista di Tarquinia, assegnato al mio libro “Funamboli tra realtà e sogno”, per me è stato un risultato oltre le aspettative. Devo rivolgere un grazie particolare alla prestigiosa giuria e al presidente del Movimento Arcaista Massimo Stefani, per l’onore fattomi, oltre a un grazie di cuore all’artista di fama mondiale, Giuliano Ottaviani, che mi ha consegnato personalmente il premio”.
Mentre il presidente dell’Associazione Arcaista Arte e Cultura, Massimo Stefani, ha voluto sottolineare che “In pratica stiamo avviando un progetto unico al mondo, per nobiltà di propositi ed opportunità senza fini di lucro e per questo, contiamo sulla sensibilità degli artisti e sul loro desiderio di vedere il concetto di Arte riprendersi la propria originaria identità e tornare a produrre quelle sane emozioni di cui oggi l’umanità ha indiscutibilmente bisogno”.
Gian Piero Pinna