A Nurachi,  nel giardino del Museo Peppetto Pau, nono appuntamento per “Musica nelle sere d’estate”

08 settembre alle ore 21.00, presso lo Spazio del Museo Peppetto Pau di Nurachi, si terrà il nono appuntamento della Rassegna “Musica nelle sere d’estate” con lo spettacolo SOBRE EL TANGO del gruppo composto da: Veronica Maccioni (voce e bandoneon), Ottavio Farci (contrabbasso), Rachele Montis e Uwe Endler Antonio Aguilera (ballerini).

Sobre el Tango è un lavoro che muove dal desiderio di esplorare il tango dal punto di vista musicale, gestuale e identitario. Due musicisti e due danzatori danno vita ad uno spettacolo che nasce dalle radici del tango.

Prezzo dei biglietti: Intero: € 10,00 – Soci e Under 18: € 8,00 – CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE

advertisement

Info utili: Vi consigliamo, in osservanza alle norme anti assembramento e per potervi accogliere in totale sicurezza, di arrivare con almeno 30 minuti di anticipo.

N.B. L’ingresso sarà consentito SOLO a coloro che esibiranno all’ingresso il GREEN PASS o il risultato negativo di un test (molecolare o antigenico) effettuato entro le 48 ore precedenti allo spettacolo.

Biglietteria: dalle ore 20.00 al Museo Peppetto Pau.

Mail: info@enteconcertioristano.it Sito: www.enteconcertioristano.it

Facebook: Ente Concerti Oristano

Il concerto è inserito nella 47^ Stagione Concertistica 2021 dell’Ente Concerti “Alba Pani Passino” in collaborazione con il Comune di Nurachi, con il patrocinio della della Regione Autonoma della Sardegna, del Ministero della Cultura e della Fondazione di Sardegna.

In Sobre el Tango vengono proposti arrangiamenti originali di Tango Cancion per voce, bandoneon e contrabbasso a partire dalle composizioni del 1930, passando per Carlos Gardel fino ad arrivare ad Astor Piazzolla, che mantengono le strutture classiche, la forza e il pathos che sono propri del tango pur proiettandosi verso soluzioni stilistiche più contemporanee. La voce e il bandoneon miscelano i loro timbri in maniera armonica, intercambiandosi vicendevolmente nel diventare, a tratti, l’una “strumento” e l’altro “voce”; il contrabbasso è ritmo e controcanto, con la sua voce grave – articolata tra arco, pizzicato e percussione – diventa sostegno e “bussola”. I tre strumenti si amalgamano in un impasto suggestivo nel dispiegarsi di suoni e racconti, dove i protagonisti sono figli, donne e uomini, amori, gioco, passione. Affianco ai brani di tango canzone, sono state costruite coreografie, frutto di una ricerca di nuove figure e combinazioni di passi che rispecchiano quello che è stato lo sviluppo e la trasformazione della musica. Il tango, che nasce negli arrabal (sobborghi) dove vivevano le popolazioni più povere, gli emigrati e criollos, racchiude in se poesia, musica e danza e nasce dalla mescolanza di culture e identità differenti portate dai flussi migratori che, sin dall’inizio dell’800, hanno condiviso costumi, lingue e musiche. Questa miscellanea ha dato origine al “lunfardo”, lingua degli emarginati con la quale gli improvvisatori raccontavano attraverso il canto le loro storie di vita, amori, tristezze, gioie e la speranza di un ritorno alla patria. L’evoluzione della struttura melodica si lega inscindibilmente a quella dei suoi strumenti e ai luoghi dove essa si sviluppa. Si passa quindi da un Tango dei sobborghi (vecchia guardia), ad un nuovo Tango (nuova guardia) dove si affaccia il Tango-canzone, con tutta la ricchezza della sua poesia. Una musica che esprime sé stessa e che diventa gestuale, una musica che ha in sé una forza psicomotoria. La sovrapposizione di musica, testo cantato -con i temi cari al tango-, la sinuosità della melodia e le capacità simboliche danno vita al gesto che diventa melodrammatico.

Programma:

Por una Cabeza* musica: Carlos Gardel – testo: A. Le Pera

Desde el Alma musica: Rosita Melo – testo: Homero Manzi Victor Piuma

Alfonsina y el mar* musica: Ariel Ramirez – testo: Felix Luna

Se fue la pobre viejita solo voz e Cb musica: A. Magaldi/P.Noda – testo: E. Cadicamo

Milonga Sentimental* musica: Sebastian Piana – testo: Homero Manzi

Adios Nonino solo bandoneon musica: Astor Piazzolla

Los paraguas de Buenos Aires musica: Astor Piazzolla – testo: Horacio Ferrer

Balada para un loco* musica: Astor Piazzolla – testo: Horacio Ferrer

El Choclo* musica: Angel Villoldo

Yucuninu solo voz e Cb musica: Lila Downs – testo: Juan de Dios Ortiz Cruz

Non potho reposare musica Giuseppe Rachel – testo: Salvatore Sini