XXXIV Festival Time in Jazz. Sesta giornata domani, 12 agosto, a Bortigiadas

Il jazz internazionale di scena domani sera a Berchidda (21.30): Andy Sheppard in quartetto con Eivind Aarset, Michel Benita e Patryck Dobosz per la sesta giornata di Time in Jazz. Mattina a Bortigiadas con la violoncellista Naomi Berrill (ore 11) e all'Aeroporto Olbia Costa Smeralda con il solo di Francesco Diodati (ore 12); nel pomeriggio (ore 18), Gianluca Petrella e Pasquale Mirra in duo a Buddusò.

Si apre a Bortigiadas la sesta giornata di musica (e tanto altro) del festival Time in Jazz: domani mattina (giovedì 12 agosto), alle 11, alla Chiesa della Santa Trinità, le note dal sapore celtico dell’eclettica Naomi Berrill guideranno il pubblico in un percorso ideale dall’Irlanda alla Sardegna: la violoncellista e polistrumentista irlandese, di casa a Firenze e che conta all’attivo collaborazioni in ambito classico (con Michael Nyman, Giovanni Sollima, Mario Brunello e i 100 Cellos), jazz (Simone Graziano, Alessandro Lanzoni) e contemporaneo (AlterEgo, Time Machine Ensemble), per l’occasione porterà in dote la sua “Suite Sardegna”.

Quasi in contemporanea, a mezzogiorno, è in agenda un altro solo: all’aeroporto Olbia Costa Smeralda è di scena Francesco Diodati, reduce dal doppio impegno del giorno prima con il trio Floors e in “Heroes“, il tributo di Paolo Fresu a David Bowie. Chitarrista, compositore e improvvisatore, Diodati è considerato uno dei più spregiudicati musicisti della sua generazione grazie a uno stile poliedrico e a un’esplorazione musicale incessante e senza confini. Leader dei gruppi Oliphantre, Yellow Squeeds, membro dei collettivi MAT (Allulli – Baron), Floors (Vignato – Ponticelli) e del large ensemble Majestic Jinks, collabora stabilmente con Enrico Rava, Paolo Fresu, Benoit Delbecq, Francesco Bigoni, Julian Pontvianne e Matteo Bortone.

Altre atmosfere e altri paesaggi sonori, nel pomeriggio, con le sonorità etno-jazz evocate dal duo che unisce Gianluca Petrella e Pasquale Mirraalle 18, a Buddusò, nei pressi della Chiesa di Santa Reparata: trombone, effetti, vibrafono e percussioni si fondono in un gioco di equilibri tra melodia, ritmo, armonia ed elettronica, sempre all’insegna della sperimentazione; sullo sfondo tanta Africa, tra echi di ethio-jazz e afrobeat, e ritmi incalzanti riportati nei sample elettronici. Il duo ha appena firmato l’album “Correspondence”, pubblicato lo scorso 11 giugno dall’etichetta Tǔk Music.

In serata, la musica torna a Berchidda con i vivaci ritmi e note della Funky Jazz Orkestra, in azione ogni giorno alle 19 in un diverso angolo del Paese (in questo caso nel cortile interno di Casa Sanna), e con un nuovo appuntamento del Festival Bar, la vetrina di gruppi e solisti ospitata dai bar del paese: alle 20 è il turno del Jazz Pub dove è di scena Vittorio Pitzalis (chitarra, dobro e voce) & Williboy Taxi (armonica, chitarra e voce), un progetto nato nel 2015, che riunisce due figure di spicco del blues isolano. Classe 1960, con due album all’attivo, il primo si è esibito in importanti festival nazionali, come “DeltaBlues” di Rovigo, che gli ha aperto le porte dell'”International Blues Challenge” di Memphis nel 2019. Ideatore del progetto, Williboy Taxi (al secolo William Rossi), ha una formazione prettamente blues, ed è noto soprattutto per la sua militanza nella rock blues con base a Cagliari, DirtyHands

advertisement

Poi, alle 21.30 il palco “centrale” del festival, in Piazza del Popolo, punta i suoi riflettori su uno dei più importanti sassofonisti in Europa e tra i musicisti inglesi più influenti sulla scena del jazz internazionale, Andy Sheppard, in quartetto con Eivind Aarset alla chitarra, Michel Benita al contrabbasso e Patryk Dobosz alla batteria, e con un repertorio che prevede brani del suo nuovo album in uscita prevista nei primi mesi del prossimo anno per la prestigiosa etichetta ECM. Classe 1957, Sheppard ha iniziato a suonare il sassofono a diciannove anni, stimolato dall’incontro con la musica di John Coltrane. Dopo un periodo a Parigi, è rientrato in Gran Bretagna, a metà anni Ottanta, per registrare l’album “Andy Sheppard” con Steve Swallow come produttore, dando inizio così a un lungo sodalizio musicale che ha il suo apice nell’ultraventennale esperienza del trio con Carla Bley. Invitato a comporre per grandi e piccoli ensemble sia nel campo del jazz che della classica contemporanea, ha scritto musiche per il teatro, la danza, la radio e la televisione, e ha suonato e registrato con artisti di ogni genere musicale, e con grandi protagonisti del jazz, come Carla Bley, George Russell e il compianto Gil Evans con le rispettive orchestre.
Come già annunciato, il concerto di Andy Sheppard sostituisce quello del trombettista Avishai Cohen con la sua band Big Vicious, impossibilitati a partecipare per via dell’applicazione delle nuove regolamentazioni emanate dal Ministero della Salute israeliano relative all’emergenza pandemica.

La giornata musicale si chiude come sempre nello spazio dopo concerto di Time After Time: l’ospite del quartetto del batterista Nanni Gaias, in questa occasione, è un “senatore” della scena musicale sarda, il bassista e compositore Gavino Riva, che presenta in esclusiva il suo nuovo album “Le mappe del Cielo”.

Il programma del festival deve intanto registrare una novità per l’ultimo concerto in cartellone lunedì 16: il contrabbassista Lars Danielsson, che avrebbe dovuto esibirsi con Paolo Fresu alle 18 alla Peschiera di San Teodoro, ha dovuto infatti rinunciare all’impegno per motivi medici. Già pronta l’alternativa: a duettare con il trombettista sarà il chitarrista Bebo Ferra, partner di lungo corso di Paolo Fresu anche nel Devil Quartet.

  • Altri appuntamenti della giornata di giovedì 12

Durante la giornata, sempre a Berchidda, sarà possibile visitare le diverse mostre in cartellone. Il centro culturale “Pietro Casu”, in piazza del popolo, ospita Jazz Frames, l’esposizione degli acquerelli di Severino SalveminiSa Casara accoglie invece la Collezione di Arte contemporanea, nata in seno al progetto PAV (progetto arti visive), “Sguardi sul mondo”, una personale di Alessandra Freguja che raccoglie scatti dei suoi viaggi e incontri in giro per il mondo, e la mostra “Time to Time” con le immagini realizzate dalla stessa fotografa e da Gabriele Lugli, che raccontano la scorsa edizione di Time in Jazz. Sempre a Sa Casara, si possono visitare anche le mostre che rientrano invece nell’ambito di Time to Children, il programma di varie attività dedicate ai più piccoli: quella a cura di Fabio Calzia Matraculas, musica e gioco nella tradizione sarda tra pedagogia, danza e verso cantato, e le riproduzioni delle tavole del pittore e illustratore Alessandro Sanna per i libri Crescendo e Nidi di Note. Sue sono anche le otto opere (più alcuni schizzi) per la copertina e il libretto di ¡30!, l’album realizzato del 2014 in occasione dei trent’anni del quintetto “storico” di Paolo Fresu, che si possono ammirare negli stessi spazi.

Sa Casara è anche il punto d’incontro per i laboratori di Time to Children, il progetto di educazione musicale destinato ai bambini, ideato da Sonia Peana con la collaborazione di Catia Gori con il patrocinio dell’associazione Il Jazz va a Scuola, e sviluppato da Time in Jazz con il sostegno del Banco di Sardegna. Nella giornata di domani (giovedì 12) sono in programma tre appuntamenti: la mattina si comincia alle 10 con le “Costell’azioni sonore” di Francesca Romana Motzo, un percorso sonoro-musicale dedicato ai bambini dai 6 ai 12 mesi con i loro genitori. Alle 11.30 lo stesso laboratorio si replica per i bambini da 0 a 6 mesi; nel pomeriggio (16.45) John De Leo e Fabrizio Tarroni (reduci dal loro concerto del 10 agosto) tengono invece un laboratorio vocale per bambini e ragazzi tra i 6 e i 18 anni, coordinato da Catia Gori e Sonia Peana: titolo “Là sulle stelle”.

Sempre a Sa Casara, alle 19, via al secondo appuntamento di Time to read, la serie di presentazioni editoriali che in questa occasione ha per protagonista il musicista Bruno Tommaso, co-autore (con Alfredo Gasponi) del libro “La scuola che sognavo. La musica come bene comune, il jazz come dialogo”. A dialogare con lui sul tema, i “padroni di casa” Paolo Fresu e Sonia Peana.


Al Cinema Santa Croce, nel pomeriggio (16.30) un film d’animazione al centro dello schermo per la rassegna di film e documentari diretta da Gianfranco Cabiddu: “La Tortue rouge”, dell’olandese Michael Dudok de Wit, racconta le fasi principali della vita di un essere umano attraverso la storia senza parole di un naufrago su un’isola deserta, popolata da tartarughe, granchi e uccelli.

  • Anticipazioni sulla giornata di venerdì 13 agosto

La mattina di venerdì 13, Time in Jazz fa tappa a Ittiri con il trio MAT di Marcello Allulli al sax tenore, Francesco Diodati alla chitarra e Ermanno Baron alla batteria, di scena alle 11 alla chiesa di San Maurizio. Attivo dal 2007, il trio si caratterizza per una profonda ricerca tra suoni acustici ed elettronici; è dello scorso aprile il quarto album di MAT, “In Front Of”, uscito per la Tǔk Music.

Nel pomeriggio, alle 18, la chiesa romanica di Nostra Signora di Castro, nelle campagne di Oschiri, fa da suggestiva scenografia a un evento in tema con questa edizione di Time in Jazz: il pianista Ramberto Ciammarughi, lo scrittore Gavino LeddaPaolo Fresu e il Tenore “Murales” di Orgosolo, daranno musica e voce a “Sa Divina Cummedia”, una produzione originale del festival che trae origine dalla prima e coraggiosa traduzione in sardo dell’opera di Dante operata dal berchiddese Pietro Casu (1878 – 1954).

Alle 21.30, a Berchidda, riflettori accesi in Piazza del Popolo sul quintetto Cosmic Renaissance plasmato dall’eclettico trombonista Gianluca Petrella (qui anche al moog, laptop e effetti), affiancato in questo nuovo viaggio sulle orme della musica stellare di Sun Ra da Mirco Rubegni alla tromba, Blake Franchetto al basso, Federico Scettri alla batteria e laptop, e Simone Padovani alle percussioni.

Poi, intorno alla mezzanotte, la musica continua nel consueto spazio Time After Time con un omaggio allo storico gruppo Napoli Centrale: ospite del trio di Nanni Gaias (per l’occasione allargato a quartetto con Fabrizio Leoni al basso) il sassofonista partenopeo Vincenzo Saetta, volto noto del circuito jazz italiano, che attinge a piene mani dal r&b e dal rock.

Nel corso della giornata, a Berchidda, sarà sempre possibile visitare le mostre allestite a Sa Casara, punto d’ incontro anche per i laboratori di Time to Children di venerdì mattina con le “Costell’azioni sonore” di Francesca Romana Motzo, un percorso sonoro-musicale diviso in due parti: alle 10, sarà dedicato ai bambini dai 12 ai 24 mesi, e alle 11.30 lo stesso laboratorio si replica per i bambini da 24 a 36 mesi; nel pomeriggio al Cinema Santa Croce (16.30), un altro appuntamento, dedicato a adulti e bambini, intreccia musica dal vivo e cinema in “Improvvisazioni sopra le stelle”, con Paolo Di Sabatino al pianoforte impegnato a inventare a braccio il giusto commento sonoro per le immagini di due film muti del grande Buster Keaton, “My Wife’s Relations” e “The Blacksmith”.

Si torna a Sa Casara, alle 19, per il terzo appuntamento con le presentazioni editoriali di “Time to read”: protagonista il giornalista musicale Luigi Onori, in dialogo con Vittorio Albani su “La storia del Jazz” (Hoepli, 2021) scritta insieme a Riccardo Brazzale e Maurizio Franco.

  • Biglietti e prevendite

Come sempre a Time in Jazz, l’ingresso è a pagamento solo per i concerti in programma in Piazza del Popolo a Berchidda: i biglietti si possono acquistare su Vivaticket al prezzo di venticinque euro (più diritti di prevendita) per ciascuna serata. Sempre su Vivaticket sono in corso anche le prenotazioni obbligatorie per tutti i concerti a ingresso gratuito, in programma nei diversi centri che aderiscono a questa edizione numero trentaquattro di Time in Jazz. Sia per i concerti con ingresso a pagamento sia per quelli gratuiti, i posti sono limitati per garantire il distanziamento tra gli spettatori previsto dalle misure anti-Covid-19; si può accedere alle aree dei concerti solo esibendo all’ingresso i biglietti e gli abbonamenti digitali o la prenotazione su smartphone o supporto cartaceo accompagnata da un documento di identità.

  • Green Pass per tutti i concerti

Si può accedere alle aree dei concerti esclusivamente muniti di Green Pass, il documento che certifica la vaccinazione (a partire da 14 giorni dopo la prima dose), l’avvenuta immunizzazione o anche l’esito negativo di un tampone molecolare o antigienico: è obbligatorio per l’ingresso a tutti i concerti del festival, sia quelli a pagamento. Nel caso di impossibilità di ottenere il Green Pass in formato digitale sarà sufficiente esibire il documento cartaceo e consegnare fotocopia attestante almeno la somministrazione della prima dose di vaccino o l’esito di un tampone con risultato negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Le fotocopie saranno trattenute dall’organizzazione. La nominalità potrà essere verificata con un documento di identità. I minori sotto 12 anni sono esenti dal Green Pass e dal tampone. Resta in vigore l’obbligo della mascherina al chiuso (nello spazio cinema e alle mostre) e il rilevamento della temperatura.
Per chi non fosse in possesso del Green Pass è possibile effettuare un tampone antigenico a pagamento presso l’Hub allestito a Berchidda da Time in Jazz grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale; è attivo per l’intera durata del festival presso i saloni parrocchiali in via La Marmora: tutte le mattine dalle 8.30 alle 10.30, e, fino a domenica 15 agosto, anche tutte le sere dalle 18 alle 20.

  • Informazioni

Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero 320 38 74 963 e all’indirizzo di posta elettronica info@timeinjazz.it. Aggiornamenti e altre notizie sono disponibili sul sito www.timeinjazz.it e alla pagina www.facebook.com/timeinjazz. Per il programma giorno per giorno: https://timeinjazz.org
 
La trentaquattresima edizione del festival Time in Jazz è organizzata dall’omonima associazione culturale con il sostegno dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Comunità Montana Monte Acuto e delle Amministrazioni Comunali di Berchidda e degli altri centri coinvolti nel festival, con il contributo di Fondazione di SardegnaGruppo UnipolBanco di SardegnaCorsica Ferries–Sardinia FerriesFondazione Raul Gardini e Novamont, e con la collaborazione di ArboreaRau Arte Dolciaria, distilleria Lucrezio R.GeasarConsorzio Porto RotondoMereu AutoScuola Holden e Qobuz. Media partner Radio Monte Carlo, radio ufficiale del festival, Spotify e Spreaker. Time in Jazz fa parte dell’Associazione I-Jazz, del Sardinia Jazz Network, del progetto GreenFEST e di Jazz Takes The Green, la rete dei festival jazz ecosostenibili.

* * *

Associazione culturale TIME IN JAZZ
via Umberto I, 37 • 07022 Berchidda
tel. 320 38 74 963 • e-mail: info@timeinjazz.it
www.timeinjazz.it
www.facebook.com/timeinjazz

Ufficio stampa:
RICCARDO SGUALDINI • cell. 347 83 29 583 • e-mail: tagomago.1@gmail.com
FRANCESCA BALIA • cell. 347 97 54 558 • e-mail: francesca.balia@gmail.com
GIANPIETRO GIACHERY • cell. 338 32 88 620 • e-mail: gianpietro.giachery@gmail.com
 
Cartella stampa:
https://bit.ly/3lyafNz


Festival internazionale
Time in Jazz
“XXXIV”
✩ STELLE ✩
 
•• Berchidda (SS) e altre località del nord Sardegna ••
07 – 16 agosto 2021
con la direzione artistica di Paolo Fresu


 
Lunedì 9 agosto
Traversata marittima sulle navi gialle della Sardinia Ferries
Livorno – Golfo Aranci • Partenza 14.30 – arrivo 21,30
Clara Zucchetti e Sara Magon
Le Due nel Cappello”
 
h. 12:00 – Berchidda, Sa Casara, Berchidda, Biblioteca – Centro culturale Pietro Casu
Inaugurazione di mostre ed esposizioni
si partirà dal centro culturale e si arriverà alla Casara
*Le mostre resteranno aperte per tutta la durata del festival. Maggiori dettagli nella sezione “Mostre ed Esposizioni”.
 
CasArt – Casa d’Arte Time in Jazz
A seguire
AperiJazz
in collaborazione con Rau Arte Dolciaria e Lucrezio R.
 
h. 18:00 – Tempio Pausania, L’Agnata
Musica Nuda
Ogni tre stelle c’è un aereo che vola, ogni tre notti un sogno che mi consola”
Concerto per Fabrizio De André
Produzione originale Time in Jazz
 
A seguire
AperiJazz
in collaborazione con Rau Arte Dolciaria e Lucrezio R
 
h. 21:30 – Porto Rotondo, Teatro all’aperto Mario Ceroli
Mario Venuti in concerto
A seguire
AperiJazz
in collaborazione con Rau Arte Dolciaria e Lucrezio R
 

Martedì 10 agosto
h. 11:00 – Telti, Chiesa di San Bachisio
John De Leo Trio
 
h. 18:00 – Luogosanto, Castello di Baldu
Fabio Giachino piano solo
Nuova Generazione Jazz in collaborazione con I-Jazz
 
h. 21:30 – Arzachena, Li Conchi
Trio Bobo
 
 
Mercoledì 11 agosto
h. 11:00 – Budoni, Pineta di Sant’Anna
Floors • Filippo Vignato, Francesco Diodati, Francesco Ponticelli
 
h. 18:00 – Loiri Porto San Paolo, Porto Taverna
Matteo Pastorino • “LightSide”
Produzione originale Time in Jazz
 
h. 21:30 – Berchidda, Piazza del Popolo
PAOLO FRESU, PETRA MAGONI, GIANLUCA PETRELLA,
FRANCESCO DIODATI, FRANCESCO PONTICELLI, CHRISTIAN MEYER
HEROES”
A Tribute to David Bowie
 
Time After Time
h. 24:00 – Berchidda, Piazzetta di legno
Nanni Gaias Trio #1 feat. Menhir & DJ Kork • “Iscola Orizinale”
Produzione originale Time in Jazz


Giovedì 12 agosto
h. 11:00 – Bortigiadas, Chiesa della Santa Trinità
Naomi Berrill
 
h. 12:00 – Olbia, Aeroporto Olbia-Costa Smeralda
Francesco Diodati • “Solo Spaziale”
 
h. 18:00 Buddusò, Chiesa di Santa Reparata
Gianluca Petrella e Pasquale Mirra • “Correspondence”
 
h. 21:30 – Berchidda, Piazza del Popolo
ANDY SHEPPARD QUARTET
 
Time After Time
h. 24:00 – Berchidda, Piazzetta di legno
NANNI GAIAS (#2) 4tet feat. GAVINO RIVA “LE MAPPE DEL CIELO”
Produzione originale Time in Jazz

Venerdì 13 agosto
h. 11:00 – Ittiri, Chiesa di San Maurizio
MAT • Marcello Allulli, Francesco Diodati, Ermanno Baron
 
h. 18:00 – Oschiri, Chiesa di Madonna di Castro
Ramberto Ciammarughi feat. Paolo Fresu e Tenore Murales di Orgosolo
Sa Divina Cummedia”
con letture di Bastianina Calvia, Nino Pericu e Domenico Campesi
Produzione originale Time in Jazz
con il patrocinio dell’Associazione Eredi Pietro Casu
 
h. 21:30 – Berchidda, Piazza del Popolo
GIANLUCA PETRELLA COSMIC RENAISSANCE
 
Time After Time
h. 24:00 – Berchidda, Piazzetta di legno
NANNI GAIAS (#3) 4tet feat. VINCENZO SAETTA • “OMAGGIO A NAPOLI CENTRALE”
Produzione originale Time in Jazz
 
 
Sabato 14 agosto
h. 11:00 – Mores, Chiesa di San Giovanni
Paolo Di Sabatino Trio

h. 18.00 – Bulzi, Chiesa di San Pietro delle Immagini
Ramberto Ciammarughi piano solo • “Notturni diurni”
Produzione originale Time in Jazz
 
h. 21:30 – Berchidda, Piazza del Popolo
FABIO CONCATO & PAOLO DI SABATINO TRIO
 
Time After Time
h. 24:00 – Berchidda, Piazzetta di legno
NANNI GAIAS (#4) 4tet feat. MANUELLA “GIOSTRA”
Produzione originale Time in Jazz

 
Domenica 15 agosto
Time To Children
h. 10:00 – Berchidda, Chiesa di San Michele
I racconti nel bosco con Gufo Rosmarino
Gufo Rosmarino e il frigorifero che parla”
Spettacolo per persone da 3 > 100 anni
con Giancarlo Biffi, Paolo Fresu, Sonia Peana,, Catia Gori e guest
 
Time To Speak
h. 11:00 – Berchidda, Chiesa di San Michele
Eugenio Coccia • “Dante e il Big Bang”
 
h. 11:30 – Berchidda, Chiesa di San Michele
Funky Jazz Orkestra • “The Funk Soul Project”
 
Time To Read
h. 17:00 – Berchidda, Chiesa di San Michele
Nidi di Note”
con Bruno Tognolini, Alessandro Sanna e gli autori del libro
 
h. 18:00 – Berchidda, Chiesa di San Michele
Giacomo Vardeu e Pierpaolo Vacca
Produzione originale Time in Jazz
Introduzione del Coro Femminile Urisè di Orosei diretto da Daniela Contu
 
h. 20:00 – Berchidda, Piazzetta Riu Zocculu
Banda Musicale Bernardo De Muro
 
h. 21:30 – Berchidda, Piazza del Popolo
NANNI GAIAS 4tet feat. ENZO AVITABILE e DON LEONE
Produzione originale Time in Jazz

Lunedì 16 agosto
h. 11:30 – Berchidda, Museo del vino – Enoteca regionale
Presentazione bottiglie da collezione delle cantine del vermentino di Berchidda
 
h. 12:00 – Berchidda, Museo del vino – Enoteca regionale
Presentazione progetto editoriale “Time in Jazz Diary 2020 (Postcard 2020)
Con le foto di Alessandra Freguja
 
h. 12:30 – Berchidda, Museo del vino – Enoteca regionale
Presentazione del libro “La storia del jazz in 50 ritratti” (Centauria 2021)
Con Paolo Fresu e Vittorio Albani
 
h. 18:00 – San Teodoro, Peschiera
Paolo Fresu e Bebo Ferra
A seguire
AperiJazz
in collaborazione con Rau Arte Dolciaria e Lucrezio R
 

Festivalbar
a cura di Michele Pinna e Luca Devito
Una rassegna dei più interessanti progetti isolani, ospitati dai bar di Berchidda trasformati per l’occasione in piccoli club di musica all’aperto.
 
7 agosto – Bar Centrale – h. 22:00
LOVESICK DUO
 
8 agosto – Muretto Cafè – h. 22:00
THE BLUES AGAINST YOUTH
 
9 agosto – Bar K2 – h. 24:00
CABOOSE
 
10 agosto – Jolly Cafè – h. 24:00
THE GIANNIES
 
11 agosto – Café Rosé – h. 20:00
ANGELA COLOMBINO DUO
12 agosto – Jazz Pub – h. 20:00
VITTORIO PITZALIS & WILLIBOY TAXI

13 agosto – Friends Bar – h. 20:00
BELLA SOCIO
 
16 agosto – Bar della Piazza – h. 23:00
ANDREA CUBEDDU & RITA BRANCATO DUO
 
 
 
Time to Street
11, 12, 13, 14 agosto – h. 19:45
Funky Jazz Orkestra
Street parade nelle vie e nelle piazze del paese di Berchidda

Time to street for children
11, 12, 13, 14 agosto – h. 18:45
BERCHIDDAFONIA
con STEFANO BARONI
Flashmob sonoro itinerante in un’improvvisazione collettiva (età 0-100)

Time to Children
Berchidda (SS) , 09 – 15 agosto 2020
Ideatrice: Sonia Peana
con la collaborazione di Catia Gori e
con il patrocinio dell’Associazione IJVAS
 
Lunedì 9 agosto
Livorno – Golfo Aranci • Partenza 14.30 – arrivo 21.30
Clara Zucchetti (percussioni e voce) e Sara Magon (Ukulele e voce)
Le Due nel Cappello
 
9 agosto – h. 12:00
Inaugurazione delle mostre
CasArt – Casa d’Arte Time in Jazz
Matraculas
A cura di: Fabio Calzia
Musica e gioco nella tradizione isolana tra pedagogia, danza e verso cantato
 
10 agosto – h. 10:45 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Alien Dee
The Human Beatbox
6 > 100 anni
 
10 agosto – h. 17:00 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Clara e Sara Ukulele
con la partecipazione di bambini e bambine
4 > 13 anni
Partecipanti max: 20
 
11 agosto – h. 10.45 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Clara e Sara Ukulele
con la partecipazione di bambini e bambine
4 > 13 anni
Partecipanti max: 20
 
11 agosto – h. 17:00 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Pasquale Mirra
Musica e gioco
8 > 11 anni
Partecipanti max: 15 bambini
 
12 agosto – h. 10.00 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Francesca Romana Motzo
Costell’Azioni sonore
percorso sonoro-musicale per cercatori di stelle
6 > 12 mesi
Partecipanti max: 8 nuclei familiari (ammessi entrambi i genitori)
 
12 agosto – h. 11.30 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Francesca Romana Motzo
Costell’Azioni sonore
percorso sonoro-musicale per cercatori di stelle
0 > 6 mesi
Partecipanti max: 8 nuclei familiari (ammessi entrambi i genitori)
 
12 agosto – h. 16:45 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
John De Leo
Fabrizio Tarroni
“Là sulle Stelle”
Laboratorio vocale
Coordinamento: Catia Gori e Sonia Peana
6 > 18 anni
Partecipanti max: 15 bambini
 
13 agosto – h. 10:00 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Francesca Romana Motzo
Costell’Azionisonore
percorso sonoro-musicale per cercatori di stelle
12 > 24 mesi
Partecipanti max: 10 nuclei familiari (un solo genitore ammesso)
 
13 agosto – h. 11:30 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Francesca Romana Motzo
Costell’Azioni sonore
percorso sonoro-musicale per cercatori di stelle
24 > 36 mesi
Partecipanti max: 10 nuclei familiari (un solo genitore ammesso)
 
13 agosto – CINEMA – h. 16.30
My Wife’s Relations (24′)
The Blacksmith (22′)
di Buster Keaton
con musiche dal vivo di Paolo Di Sabatino
“Improvvisazioni sopra le stelle”
 
13 agosto – h. 17:15 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Catia Gori e Sonia Peana
Il suono del gusto
6 > 11 anni
Laboratorio multisensoriale con merenda offerta da RAU
 
14 agosto – h. 10.00 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Mirco Rubegni
Stars and planets on parade…
6 > 11 anni
partecipanti max: 15
 

 
14 agosto – h. 17:15 – “Sa colte ‘e su ‘oltiju”
Ambrogio Sparagna
Cantare Dante a scuola
Con Catia Gori, Daniela Contu e il coro voci bianche di Orosei e Onifai
6 > 120 anni
 
15 Agosto – h. 10:00 – Berchidda, Chiesa di San Michele
I racconti nel bosco con Gufo Rosmarino:
Gufo rosmarino e il frigorifero che parla
3 > 100 anni
con Giancarlo Biffi, Paolo Fresu, Sonia Peana, Catia Gori e guest
 
 
S’aradio de minores e mannos
La radio che cammina nell’aria propagandosi di casa in casa e unendo idealmente genti e generazioni.
Dal 10 al 16 Agosto – Berchidda (per gli eventi di Time To Children)

Time to movie
Rassegna cinematografica a cura di Gianfranco Cabiddu
Tradizionale rassegna di film e documentari sul tema della XXXIV edizione di Time in Jazz
 
11 agosto – CINEMA – h. 16:00
David Bowie – Blackstar (Video clip)
David Bowie last five years (doc)
Proiezione documentario
Il documentario accende i riflettori sui capitoli finali dell’esistenza dell’artista, contrassegnati da un ritorno ai temi chiave della sua poetica. Anche stavolta a prendere la parola sono le persone che hanno affiancato Bowie nella fase conclusiva della sua vita, svelandone i segreti e i dettagli della lavorazione dell’ultimo album Blackstar.
 
12 agosto – CINEMA – h. 16.30
“La Tortue rouge”
di Michael Dudok de With
(durata 80′)
Dopo un naufragio su un’isola tropicale popolata da granchi ed uccelli esotici, un uomo si trova a combattere per la sopravvivenza. Tenta più volte di fuggire dall’isola con una zattera da lui costruita, ma tutte le volte è ostacolato da una creatura sottomarina, una grande tartaruga rossa. Quando finalmente l’uomo ha il sopravvento sulla tartaruga compare sull’isola una donna misteriosa. L’uomo e la ragazza iniziano una vita tranquilla allietata dopo breve tempo dalla nascita di un figlio. Passano gli anni e quando il ragazzo è ormai adolescente, sull’isola si abbatte uno tsunami che distrugge gran parte della vegetazione. La madre si salva anche se ferita ad una gamba, ma il padre è trascinato al largo dalle acque ed è solo con l’aiuto di suo figlio, a sua volta aiutato da tre grandi tartarughe, che riesce a raggiungere a fatica l’isola. Passano ancora alcuni anni e il ragazzo, ormai diventato adulto, saluta i genitori e abbandona l’isola, accompagnato sempre dalle tre grandi tartarughe. L’uomo e la donna restano di nuovo soli sulla loro isola, gli anni passano e i loro capelli da scuri diventano grigi e poi bianchi, fino a che una mattina l’uomo non si risveglia più dal suo sonno. Dopo aver salutato per l’ultima volta il compagno di una vita, la grande tartaruga rossa, in cui si è di nuovo trasformata la donna, si avvia lentamente verso il mare da cui era venuta.
 
13 agosto – CINEMA – h. 16.30
My Wife’s Relations (24′)
The Blacksmith (22′)
di Buster Keaton
con musiche dal vivo di Paolo Di Sabatino
“Improvvisazioni sopra le stelle”
 
 
14 agosto – CINEMA – h. 16,30
Musica da lettura – P60L0 FR3SU
Diretto da: Michele Mellara, Alessandro Rossi
Prodotto da: Ilaria Malagutti
Un importante anniversario, i 60 anni di Paolo Fresu, sono l’occasione per un grande evento: un concerto dislocato nelle sale storiche dell’Archiginnasio di Bologna, antica sede dell’Università e biblioteca storica che conserva libri e manoscritti unici e preziosi. Paolo Fresu festeggia il suo compleanno facendosi accompagnare da grandi musicisti che si alternano in diverse formazioni che spaziano in differenti atmosfere musicali. Il film concerto è la cronaca di questo evento irripetibile che ha in Alessandro Bergonzoni e nelle sue parole poetiche e fantastiche, una guida di eccezione.
Con: Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura, Dino Rubino, Marco Bardoscia, Anton Berovski, Sonia Peana, Nico Ciricugno, Piero Salvatori. E la partecipazione di: Alessandro Bergonzoni
 
15 agosto – CINEMA – h. 16.30
Lectura Dantis di Carmelo Bene
Carmelo Bene legge Dante. Per l’anniversario della strage di Bologna (un video inedito)
A cura di Rino Maenza, 2008
Regia di Carmelo Bene
(durata 38′)
La Lectura Dantis per voce solista è la prima di una serie di letture della Divina Commedia tenuta da Carmelo Bene, declamata dall’alto della Torre degli Asinelli, il 31 luglio del 1981 per commemorare l’anniversario della strage della stazione di Bologna. Dell’esecuzione delle letture era rimasto soltanto un breve videoclip, finché, all’inizio del 2006, a 25 anni dall’avvenimento, la giovane videomaker Angela Tomasini ritrovò una cassetta VHS registrata la sera dello spettacolo, che è stata edita insieme a un volume curato da Rino Maenza nel 2008 da Marsilio. La cassetta video ripropone la cornice storico-culturale dell’evento, dalla sua ideazione alla sua attuazione, con l’eco delle polemiche, le testimonianze di chi ha partecipato, i commenti, le critiche e le recensioni dei giornali di allora.
 

Time To Read
Le presentazioni letterarie e l’aperitivo con gli autori si intervalleranno agli appuntamenti musicali. Autori e presentatori ci accompagneranno in una rassegna tutta dedicata alla musica e a Berchidda, in quanto culla del festival Time in Jazz.
 
11 agosto – Berchidda, Sa Casara – h. 19:00
Giacomo Serreli
in dialogo con Riccardo Sgualdini
Boghes e Sonos”
Fondazione Maria Carta, 2003
 
 
12 agosto – Berchidda, Sa Casara – h. 19:00
Bruno Tommaso
in dialogo con Paolo Fresu Sonia Peana
Scritto con Alfredo Gasponi
La scuola che sognavo”
Edipan Edizioni, 2020
 
 
13 agosto – Berchidda, Sa Casara – h. 19:00
Luigi Onori
in dialogo con Vittorio Albani
La storia del Jazz” 
Di Luigi Onori, Riccardo Brazzale e Maurizio Franco
Hoepli Editore, 2021
interventi live di Vincenzo Saetta
 
 
14 agosto – Berchidda, Sa Casara – h. 19:00
Eugenio Coccia
Stelle, galassie e altri misteri cosmici”
Castelvecchi Editore, 2016
 
 
15 agosto – Berchidda, Chiesa di San Michele – h. 17:00
Nidi di Note”
con Bruno Tognolini e Alessandro Sanna
e gli autori del libro, 2012
 
 
16 agosto – Berchidda, Museo del vino-Enoteca regionale – h. 12:00
Presentazione del progetto editoriale “Time in Jazz Diary 2020” (Postcard 2020)
Con le foto di Alessandra Freguja
 
 
16 agosto – Berchidda, Museo del vino-Enoteca regionale – h. 12:30
Presentazione del libro “La storia del jazz in 50 ritratti” (Centauria 2021)
Con Paolo Fresu Vittorio Albani
 

Mostre ed esposizioni
Berchidda, Sa Casara
Una serie di mostre ed esposizioni arricchirà i locali di Sa Casara, che resterà aperta per tutta la durata del festival, pronta ad accogliere il pubblico curioso di scoprire le opere nelle loro peculiarità e desideroso di farsi travolgere in un vortice di arte visiva in tutte le sue declinazioni.
 
Alessandra Freguja e Gabriele Lugli
Time to Time 2020
Il racconto per immagini della passata edizione del festival, con i suoi volti, le sue emozioni e le sue suggestioni
 
Alessandra Freguja
Sguardi
Una raccolta di fotografie scattate in tempi e luoghi vicini e lontani. Incontri che mi hanno arricchito e mi hanno aiutato a vedere il mondo con occhi diversi.
Sono foto di donne e non è un caso. Nei loro sguardi ho trovato quello che cercavo: forza, tenerezza, bellezza, eleganza, complicità, fierezza, consapevolezza, ironia.
 
CasArt – Casa d’Arte Time in Jazz
All’interno della sede dell’Associazione è ospitata la mostra CasArt, Esposizione della Collezione di Arte contemporanea, nata in seno al progetto PAV – progetto arti visive – nel 1997, grazie al generoso contributo degli artisti che negli anni hanno partecipato alle iniziative del Festival. CasArt documenta gli esiti della ricerca e della sperimentazione artistica e creativa in Sardegna comprendendo anche opere di artisti nazionali e internazionali.
 
Alessandro Sanna
Crescendo
Esposizione di riproduzioni delle tavole originali del libro “Crescendo” edito in Italia da Gallucci editore.
Il libro presenta un viaggio per immagini dei nove mesi di gravidanza attraverso tutti i gradi di crescita della pancia della mamma. La forma delle pance nei diversi mesi è raccontata con metafore visive che raccontano quattro storie in continua evoluzione fino ad arrivare alla nascita del bambino. Il libro ha una colonna sonora creata da Paolo Fresu che delicatamente ci fa immergere nel liquido amniotico del grembo materno. Nella mostra il tema musicale di circa venti minuti accoglierà gli spettatori in un’atmosfera magica.
 
Alessandro Sanna
Nidi di note
Esposizione di riproduzioni di tavole originali tratte dal libro “nidi di note” edito da Gallucci editore con testi di Bruno Tognolini e musiche di Sonia Peana e Paolo Fresu.
Il libro è un viaggio iniziatico nel mondo della musica di due fratellini Cirino e Coretta in paesi che illuminano con racconti e filastrocche la nascita della musica.
La mostra accoglierà anche la musica e la voce di Tognolini.
 
Alessandro Sanna
¡30!
¡30! sono le otto opere (più alcuni schizzi) realizzate da Alessandro Sanna nel 2014 per la cover e il booklet dell’album ¡30! concepito per l’anniversario dei trent’anni del Paolo Fresu Quintet.
Il racconto di una storia musicale colorata rappresentata dal gruppo più longevo del jazz europeo che, trentaquattro anni fa, ha dato vita al festival Time in Jazz.
 
Berchidda, Biblioteca – Centro culturale Pietro Casu
Severino Salvemini
Jazz Frames
Questa mostra è frutto di una tripla contaminazione: la musica jazz, l’acquerello e il framing.
Tre ingredienti, in parte anche tra loro contraddittori. Innanzitutto i miei musicisti preferiti – non certo la Storia della musica jazz – con dentro anche qualche artista eterodosso, che magari farà arricciare il naso ai puristi. Una musica imperfetta, un po’ sghemba e sporca, con scarti di lato e un mix di swing e di saudade. Poi l’acquerello, con l’acqua che scappa da tutte le parti e i contorni che non trattengono, ma con le tinte su tinte più dolci e aggraziate possibili. La terza dimensione è la prospettiva, il frame, l’inquadratura. Un taglio fotografico che mette sotto controllo i primi due aspetti, un po’ anarchici. Il frame che struttura, che spiazza, che rende i personaggi protagonisti unici.
 
Berchidda
Alessandro Sanna
Segni suonatori
Mostra di disegni a cielo aperto degli ospiti di Time in jazz. Non caricature ma veri e propri ritratti a figura intera eseguiti a pennellate nere di china piú un colore dei protagonisti invitati al festival. Le riproduzioni in formato grande saranno collocati in posti diversi dentro il paese di Berchidda.
Sei figure care al festival che non ci sono più: Ornette Coleman, Jon Hassell, Gianmaria Testa, Kristen Nogues, Marco Tamburini e Ezio Bosso

I progetti di Green Jazz/Life Green-Fest
Contest, percorsi, iniziative di sensibilizzazione ambientale in sintonia con l’anima “green” di Time in Jazz

Time After Time
Quest’anno vedremo Nanni Gaias, alla trentaquattresima edizione di “Time In Jazz”, in veste di direttore artistico della rassegna notturna “Time After Time”, in cui ogni sera farà da promotore e backing band di un diverso artista. Accompagnando una serie eterogenea di interpreti, ovviamente insieme agli inseparabili Jim Solinas e Giuseppe Spanu.
11 agosto:. NANNI GAIAS TRIO FEAT. MENHIR & DJ KORK “ISCOLA ORIZINALE”
12 agosto: NANNI GAIAS TRIO FEAT. GAVINO RIVA “LE MAPPE DEL CIELO”
13 agosto: NANNI GAIAS TRIO FEAT. VINCENZO SAETTA “OMAGGIO A NAPOLI CENTRALE”
14 agosto: NANNI GAIAS TRIO FEAT. MANUELLA “GIOSTRA”